DALL’ECONOMIA ALLA POLITICA Le famiglie più presenti nei posti che contano

Non succede soltanto qui da noi. Anche l’America tiene famiglia. E i figlio dell’ex sindaco di New York, il popolare Mario Cuomo, ha annunciato la sua candidatura a governatore dello Stato. Negli Stati Uniti degli ultimi decenni, non sono pochi i figli di papà in politica. Basti ricordare la famiglia Bush: due presidenti e un governatore della Florida che potrebbe presto anche puntare alla Casa Bianca. Il segretario di Stato Hillary Clinton, ex candidata presidenziale, è la nota moglie di un ex leader americano, Bill Clinton. Il vice di Barack Obama, Joe Biden, ha un figlio che è diventato un potente lobbista nel Senato di cui il padre, per anni, è stato un membro molto influente. L’altro figlio è procuratore pubblico nello Stato di famiglia, il Delaware.
La signora Nancy Pelosi, tosta presidente della Camera, è la figlia di un ex deputato del Maryland ed ex sindaco della città d Baltimora. Il consigliere per il Tesoro della Casa Bianca, Larry Summers, è nipote di due premi Nobel all’Economia, Paul Samuelson e Kenneth Arrows. E non è il solo all’interno dell’Amministrazione di Barack Obama ad avere genitori importanti. Anche Susan Rice, ambasciatrice alle Nazioni Unite, ha un padre che è stato governatore del Federal reserve system. Timothy Geithner, il segretario al Tesoro, è cresciuto nell’ambiente economico e finanziario, viaggiando e vivendo a lungo all’estero, a causa del lavoro del padre, responsabile della Us development agency in Asia. Non soltanto la famiglia Kennedy, quindi, negli Stati Uniti, ha avuto padri, figli e fratelli in politica.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti