De Corato «Ordinanze anche al Giambellino? Servono più agenti»

Estendere la «cura via Padova» anche al Giambellino. Non solo al Corvetto e a via Imbonati. Lo chiederà martedì al Comitato per l’ordine e la sicurezza la Lega Nord: un nuovo quartiere al mese da «riconquistare» con polizia locale e controlli, oltre alla proroga delle misure straordinarie per via Padova. Ma il vicesindaco Riccardo De Corato chiarisce: «Bene, ma il problema non è scrivere un’ordinanza. Servono gli agenti».
Solo nel quadrilatero Tirana-Giambellino, secondo i dati del Comune diffusi dal Carroccio, si contano 200 occupanti abusivi di alloggi pubblici. Immigrati ma non solo. Dunque un’altra situazione a rischio di esplosione, come confermano le voci del quartiere. L’ordinanza-tipo impone il deposito alla polizia locale di un’autocertificazione con i dati dei contratti relativi agli appartamenti. L’unica variazione rispetto a via Padova, per la Lega, riguarda verifiche sugli allacci abusivi di elettricità e gas improprie, «che potrebbero coinvolgere terzi ignari dello stato di pericolo in cui si trovano», come ha spiegato proprio ieri l’assessore provinciale alla Sicurezza Stefano Bolognini. Ma il vicesindaco De Corato ha chiarito: «Per ogni zona da controllare 24 ore al giorno ci servono 100 uomini, per tre turni, oltre ai vigili che noi mettiamo a disposizione. Il ministero ce li manda gli agenti? Il problema è questo, non un’ordinanza da scrivere. Con 500 agenti facciamo tutte le periferie. Con quelli inviati per via Padova arriviamo a coprire Sarpi, Corvetto e via Imbonati. Nella Lega sono intelligenti, queste cose le sanno bene». La Polizia locale intanto ieri è intervenuta proprio in piazza Tirana dove in tre ore circa, dalle 7 alle 10, undici rom romeni sono stati multati con 450 euro secondo l’ordinanza anti-accattonaggio.

Commenti