La denuncia Garagnani (Pdl) «Mobbing su chi non è di sinistra nei licei emiliani»

«Come parlamentare non mi posso sottrarre al dovere di chiedere a chi ha il compito di sovrintendere alle istituzioni scolastiche il rispetto della legalità e la netta distinzione dei ruoli di docente e dirigente da quello di responsabile politico». È quanto scrive il deputato del Pdl Fabio Garagnani in una lettera inviata al direttore dell’Ufficio scolastico regionale dell’Emilia Romagna Marcello Limina e ai dirigenti scolastici provinciali della regione. Parlando di «un livello di scontro politico e di pressione ideologica nella scuola emiliana che si protrae da diversi anni, che non può essere accettato in quanto mette a repentaglio la libertà della scuola ed i valori riconosciuti dalla carta costituzionale», Garagnani ritiene «indispensabile un intervento». «Non ho timore a dire che in Emilia Romagna esiste un problema di libertà nella scuola, ove chi dissente dal politically correct della sinistra è sovente emarginato attraverso vari meccanismi psicologici o pressioni morali, trattasi di studente o docente» conclude Garagnani che ribadisce «questa è la ragione per la quale come cittadino e parlamentare chiedo di prestare la massima attenzione e garantire, ne sono certo, la libertà di tutti».