Dighero, Benni e Ambra

Ce la fa anche quest'anno il Teatro Archivolto a presentare la sua stagione 2009/10 alla sua tredicesima edizione nella sede sampierdarenese del Modena. E ce la fa presentando ben 40 titoli a cartellone con spettacoli tutti di qualità e dal timbro innovativo. Il direttore artistico Giorgio Gallione punta il dito su alcune collaborazioni importanti che sono il fiore all'occhiello di questa stagione. Una è quella con Stefano Benni, uno storico «compagno di strada» dell'Archivolto che quest'anno è presente con tre spettacoli. Il primo è La misteriosa scomparsa di W (dal 13 al 21 gennaio)che vede protagonista un'inedita Ambra Angiolini, totalmente fuori dagli schemi televisivi. Gallione, regista dello spettacolo, crede molto in questo nuovo lavoro che definisce una scommessa in quanto mette in risalto quelle doti della Angiolini senz'altro non evidenziate a pieno dai programmi televisivi. Gli Otto monologhi Beatrice (dall'11 al 15 maggio) sono la seconda presenza di Benni e costituiscono uno spettacolo sperimentale che si basa su un laboratorio che coinvolge un gruppo di giovani attrici. Animalie (12 e 13 febbraio) è invece un'improvvisazione tra danza musica e letteratura che si avvale dell'interpretazione di David Riondino e Giorgio Rossi, il co-fondatore della Sosta Palmizi. Attesissimo il ritorno di Ugo Dighero e la Banda Osiris che, sempre per la regia di Gallione, sarà in scena con Italiani, italiani, italioti, un bizzarro mix satirico/musicale che è un'esilarante e corrosiva radiografia del nostro paese. Particolarmente significativo il progetto Terra padre con Roberto Saviano che ha affidato all'Archivolto in esclusiva 4 suoi racconti inediti. Inaspettato il ritorno in patria di Pippo Delbono che tra i suoi impegni internazionali riuscirà a venire al Modena il 29 aprile riproponendo uno dei suoi spettacoli cult, Il tempo degli assassini, che lo vede sul palco assieme al suo compagno di sempre Pepe Robledo. Ma ospiti d'eccezione sono anche quelli che riguardano più la sfera della danza, disciplina artistica, sempre tenuta in gran considerazione dall'Archivolto, infatti in programma (23 e 24 gennaio) ritorna il Cirque Eloize con Rain, e sempre fra teatro e circo Lunatico certificato e maestro dell'impossibile (16 marzo) di e con Tomas Kubinek, straordinario clown americano.