Dl anticrisi, il governo pone la fiducia Sicilia, sbloccati fondi per 4,3 miliardi

Posta la fiducia al senato sul dl anticrisi. La seduta dell’aula è sospesa per consentire alla conferenza dei capigruppo di fissare i tempi per la discussione generale e la votazione della fiducia. Via libera dal Cipe: sbloccati i fondi per le aree sotto-utilizzate che saranno destinati alla Sicilia. Tremonti: "Il mezzogiorno è una questione nazionale"

Dl anticrisi, il governo pone la fiducia 
Sicilia, sbloccati fondi per 4,3 miliardi

Roma - Il governo ha posto la fiducia al Senato sul decreto legge anticrisi: il voto si svolgerà domani mattina a partire dalle 10. La seduta dell’aula sarà sospesa per consentire alla conferenza dei capigruppo di fissare i tempi per la discussione generale e la votazione della fiducia.

L'esame del dl correttivo A Palazzo Chigi il Consiglio dei ministri ha, poi, esaminato il decreto legge correttivo del dl anticrisi che dovrebbe modificare le norme relative alla Corte dei Conti, intervenendo in particolare sull’estensione della giurisdizione della magistratura contabile, le norme relative ai poteri del ministero dell’ambiente in materia di energia e quelle sullo scudo fiscale, con l’esclusione dal beneficio degli evasori che hanno procedimenti in corso e dei proventi frutto di reati che coinvolgono la criminalità organizzata e il riciclaggio. Per l’approvazione del decreto correttivo al dl anticrisi potrebbe essere necessaria, tuttavia, una nuova convocazione del consiglio dei ministri nel tardo pomeriggio. Secondo fonti governative, la nuova convocazione del consiglio dei ministri si renderebbe necessaria al fine di garantire la contestualità tra la conversione in legge del dl anticrisi da parte del senato e il via libera del governo alle correzioni.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti