Due carabinieri pestati: uno è grave Aggrediti da minori dopo rave party

Due carabinieri aggrediti mentre intervenivano per interrompere un rave party a Pitigliano. Quattro minori li hanno presi a bastonate e poi sono fuggiti. Arrestati e accusati di tentato omicidio: "Abbiamo perso la testa". Uno dei due carabinieri è stato operato ma resta grave

Due carabinieri pestati: uno è grave 
Aggrediti da minori dopo rave party

Grosseto - Due carabinieri sono stati aggrediti a colpi di bastone, questa notte, mentre intervenivano per interrompere un rave party vicino a Pitigliano, nel grossetano. Il rave, al quale partecipavano oltre seicento persone, non era autorizzato e andava avanti da sabato scorso. Ne è nato uno scontro tra i giovani e le forze dell’ordine, che erano state chiamate su segnalazione dei residenti. Uno dei due carabinieri colpiti è stato ricoverato ma resta ancora in gravissive condizioni. "Matteo ha perso la testa e noi non abbiamo saputo controllarci - hanno più volte ripetuto i ragazzi arrestati - abbiamo perso la testa, abbiamo perso la testa".

I giovani si danno alla fuga Dopo aver picchiato i due carabinieri e aver rubato la cartellina contenente i documenti che certificano i risultati positivi all'alcol-test, i quattro giovani hanno tentato la fuga. Una pattuglia della stazione di Saturnia, che sopraggiungeva in quel momento, ha notato una Clio che si allontanava a forte velocità, riuscendo poi a bloccarla dopo un inseguimento, in cui l'auto dei militari, è stata anche speronata dall'auto guidata dall'unico maggiorenne tra i quattro. Per cercare di fermare i giovani, i carabinieri hanno sparato alcuni colpi in aria e contro le ruote dell'auto. I giovani a bordo della macchina, tre ragazzi e una ragazza di Firenze, sono stati arrestati e ora sono accusati di tentato omicidio. I militari aggrediti sono stati trasportati in elicottero all’ospedale di Siena ed uno dei due componenti della pattuglia è sottoposto in queste ore ad operazione chirurgica.

Grave uno dei carabinieri L’appuntato dei carabinieri aggredito, è stato sottoposto a una lunga operazione all’ospedale di Siena che si è resa necessaria per ridurre un ematoma alla testa. Le sue condizioni restano gravi. Rischia di perdere un occhio, invece, l’altro militare aggredito, un carabiniere scelto. I due sono stati colpiti alla testa con un paletto usato per le recinzioni da un gruppo di giovani, di cui tre minorenni. L’accusa per i quattro ragazzi è di duplice tentato omicidio.

Commenti