E i nuovi smartphone sono un cinema

L'oggetto più chiacchierato del momento rimane però il Nokia 3310, riedizione del celebre telefonino che torna sul mercato in totale autonomia dopo la parentesi con Microsoft

E i nuovi smartphone sono un cinema

Il business della telefonia mobile non si arresta. Secondo i recenti dati forniti dal Mobility Report di Ericsson nel quarto trimestre 2016 ci sono state di 7,5 miliardi di sottoscrizioni di contratti, tanto che ora ci sono più connessioni attive che persona sulla Terra. E così dopo il Mobile World Congress di Barcellona e in attesa dell'uscita, questa settimana del Galaxy S8 di Samsung (a inizio mese sono stati i lanciati i tablet Galaxy S3 e i Galaxy Book, veri e propri pc 2-in-1 con Windows a bordo), ecco il fioccare di novità. LG per esempio ha coinvolto il 3 volte Premio Oscar Vittorio Storaro per il suo nuovo G6, uno smartphone con display 18:9: secondo Storaro il formato Univisium garantisce la migliore esperienza multimediale e restituisce dignità alla riproduzione di contenuti cinematografici. Tra i plus del anche la possibilità di scattare foto grandangolari grazie alla doppia fotocamera posteriore da 13 megapixel. La risposta alle esigenze degli appassionati di foto arriva anche da Huawei con il lancio del nuovo P10, che ha un sensore posteriore da 20 megapixel e consente di catturare video in 4K. Il reparto ottico è stato ancora una volta sviluppato in collaborazione con Leica, permettendo al consumatore di avere in tasca un vero e proprio studio fotografico. Il P10 è inoltre disponibile nella versione plus con display QHD da 5,5 pollici, totalmente resistente all'acqua. Sony invece punta in alto con il top di gamma Xperia ZX Premium, il primo smartphone al mondo con schermo 4K DHR e la fotocamera Motion Eye che permette di realizzare video in super slow motion a 960 frame al secondo.

L'oggetto più chiacchierato del momento rimane però il Nokia 3310, riedizione del celebre telefonino che torna sul mercato in totale autonomia dopo la parentesi con Microsoft. Volontariamente un prodotto low-cost (appena 49 euro), bada all'essenziale: chiamate e sms, ma con una batteria che assicura quasi un mese in stand-by o 22 ore di telefonate con un solo ciclo di ricarica. Operazione nostalgia infine anche per BlackBerry che dopo l'accordo siglato con i cinesi di TCL, lancia il nuovo KEYOne la cui forza risiede nella storica tastiera fisica e nel sistema di sicurezza che lo rende al momento il cellulare Android più sicuro del mercato.

Commenti