E l’uomo del presidente vuole diventarne sindaco

L’uomo di Obama vorrebbe diventare sindaco della città di Chicago. È Rahm Emanuel, il capo dello staff della Casa Bianca che in un'intervista diffusa dalla tv pubblica americana Pbs qualche giorno fa ha parlato dell’intenzione di candidarsi alla poltrona della City hall della città sul lago Michigan. Nel caso in cui l'attuale sindaco, Richard Daley, suo amico personale, non dovesse ripresentarsi alle prossime elezioni, a Rahm Emanuel «non dispiacerebbe» candidarsi per la poltrona. «È sempre stata una delle mie aspirazioni, fin da quando ero deputato», ha ammesso il capo dello staff della Casa Bianca. Emanuel peraltro ha precisato di non avere al momento nessuno programma preciso in tal senso, «tanto più che l'attuale sindaco è un caro amico e io sono un suo sostenitore. Ha fatto finora un lavoro straordinario e spero che si ricandidi alle prossime elezioni. Ma, un domani, non mi dispiacerebbe candidarmi per quell'incarico». Emanuel è nato a Chicago nel 1959 e ha cominciato la sua avventura politica in città proprio seguendo il clan dei Daley, la famiglia democratica che di fatto ha il controllo della metropoli dell’Illinois da cinque decenni. L’attuale sindaco, infatti, è in carica da oltre 20 anni ed è figlio dell’uomo che è stato sindaco dal 1955 al 1976.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti