E il Muro di Berlino diventa la passerella per una sfilata di moda

Giovedì anche l'Ambasciata tedesca a Roma festeggerà la data della Riunificazione della Germania: «clou» dei festeggiamenti una sfilata di modelle e modelli berlinesi sulla riproduzione dell'orrendo simbolo della divisione del mondo in blocchi

Forse per qualcuno sarà persino un oltraggio alla memoria. O forse soltanto il segno che il tempo passa e il dolore va digerito senza «se» e senza «ma». Ovvero, come sostiene l'ambasciatore tedesco a Roma, Michael Steiner, che il significato ultimo di quella data è che «tutto è possibile». Modelli provenienti direttamente da Berlino sfileranno su un Muro di cartongesso ricostruito a Roma, in Villa Almone, residenza ufficiale dell'ambasciata tedesca per festeggiare i Vent'anni della Riunificazione tedesca, che cadono giovedì prossimo, primo ottobre.
Una data del genere ricordata con un sfilata di moda e una «passerella» del tutto originale, che dovrebbe evocare l'orrore del Muro e le migliaia di tedeschi dell'Est che per anni hanno sognato (o provato, spesso rimettendoci la vita) di scavalcare l'inquietante barriera che divideva l'Europa, la cosiddetta «Cortina di ferro». A Villa Almone sono annunciati ospiti politici di massimo rilievo, dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi al presidente della Camera Gianfranco Fini, dal leader leghista Umberto Bossi al sindaco di Roma, Gianni Alemanno, a Walter Veltroni, Francesco Rutelli, Pierferdinando Casini.
«Ci saranno proiezioni video sulla situazione prima e dopo il crollo del Muro», ha spiegato in conferenza stampa l'ambasciatore Steiner, che da poco è convolato a nozze con la compagna italo-tedesca Eliese Pullo, che farà il suo debutto in veste di ambasciatrice giovedì. Steiner nel 1989 si trovava a Praga, come capo ufficio stampa dell'Ambasciata tedesca, durante il famoso annuncio dell'allora ministro degli Esteri Hans Dietrich Genscher in cui disse ai rifugiati che era possibile spostarsi liberamente a ovest. «Cambiò la storia, ma cambiò anche la mia storia personale», ricorda Steiner.
Nel giardino sarà costruito un vero e proprio muro - ha annunciato infine il diplomatico - che diventerà una passerella per una sfilata di moda della Berlino giovane. Star della serata sarà la modella tedesca 25enne Julia Stegner, volto di Hugo Boss, Chanel e Dolce&Gabbana, scoperta a 15 anni da un model scout all'Oktoberfest. Gli stilisti chiamati a presentare le loro creazioni sono Leyla Piedayesh (Lala Berlin), Michael Sontag e Peter Langern. L'ambasciatore ha ricordato che alla caduta del muro c'era uno spirito della gente in Germania, ma anche in altri paesi, che «tutto era possibile». Uno spirito - ha esortato - che sarebbe necessario anche oggi, ad esempio per superare la crisi economica.