Ecco la Ferrari F2012 Montezemolo: "Brutta ma spero vincente..."

La nuova F2012 è stata presentata in diretta web sul sito della Ferrari. Domenicali: "Ci sono tante novità tecniche". GUARDA LE FOTO

Ecco la Ferrari F2012 Montezemolo: "Brutta ma spero vincente..."

Maranello - La F di Ferrari e l’anno del mondiale: F2012. E' questo il nome della nuova "Rossa". La cerimonia di presentazione, annullata causa neve quella sulla pista di Fiorano, è iniziata alle 10 in diretta sul web dal "caldo" di Maranello. E' la cinquantottesima monoposto costruita dalla Ferrari per il campionato del mondo di Formula 1. Viene ripresa una tradizione consolidata, con il nome della vettura che richiama l’anno di costruzione. Guarda lo speciale sul sito internet della Ferrari.

La "Rossa", sotto lo sguardo attento di Stefano Domenicali, è stata scoperta da Felipe Massa e Fernando Alonso. Nelle linee si conferma una vettura molto aggressiva, anche se alcune delle componenti visibili derivano, a prima vista, dalla monoposto 2011. Le novità vere, ovviamente, si vedranno solo nei primi test. "Lottare per il titolo, cercare di fare più punti possibile e fare delle vittorie": questo è l'obiettivo indicato da Alonso. E confermato da Luca Cordero di Montezemolo, presidente della Rossa: "Siamo di fronte a una stagione molto importante, una stagione nella quale tutti noi vogliamo tornare ai massimi livelli. Vogliamo vincere. Abbiamo fatto pochi cambiamenti nella squadra ma che ci permettono maggiore competitività puntando su persone capaci puntando sui dettagli. Spero che questo grande lavoro fatto abbia un premio perché lo meritiamo tutti. Vogliamo che il rosso prevalga. Guardiamo avanti con speranza ed ottimismo".

La speranza di Domenicali

"Speriamo sia subito competitiva e vincente". È l’auspicio di Stefano Domenicali dopo aver tolto il velo sulla nuova monoposto. Dietro la F2012 ci sono state "scelte difficili, che rappresentano però il nostro modo di guardare avanti. Dal punto di vista tecnico "ci sono tante novità, sia a livello meccanico che di forme, abbiamo voluto una discontinuità e speriamo che ci porti le prestazioni che noi tutti vogliamo. Abbiamo solo 12 giorni per provare la macchina, per testarne le caratteristiche, l’affidabilità, per provare i nuovi pneumatici".

Com'è la nuova monoposto

Il progetto, contraddistinto dalla sigla interna 663, tiene conto dei regolamenti tecnico-sportivi in vigore quest’anno: le modifiche principali rispetto al 2011 riguardano l’altezza della parte anteriore del telaio, la posizione dei tubi di scarico e le mappe della gestione elettronica del motore. Ogni area della vettura è stata rivista, a partire dallo schema delle sospensioni: sia sull’anteriore che sul posteriore è stata scelta una soluzione che privilegia l'aerodinamica e abbassa il centro di gravità. L’ala anteriore è un'evoluzione di quella introdotta sulla 150° Italia a fine stagione. Dovendo abbassare la parte anteriore per regolamento, la parte inferiore del telaio è stata alzata al massimo per motivi aerodinamici. Ridisegnate le fiancate e ridisposizionati i radiatori. La parte posteriore della monoposto è molto più stretta nella parte bassa.

 

 

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti