Ecco Jeep Cherokee tutta nervi e muscoli

Ecco Jeep Cherokee tutta nervi e muscoli

Balocco (Vercelli)Jeep Cherokee 2014 arriva come una meteora sul mercato dei Suv sconvolgendolo con il suo stile, incredibilmente slanciato e con una tecnologia avanzatissima. Il salto di personalità e di qualità rispetto alla versione precedente, è semplicemente epocale. É tutto un altro SUV, con un'aria «meno Suv», ma con un potenziale prestazionale nettamente superiore. È come mettere a confronto un vecchio pesista sovrappeso e uno di quelli di oggi, tutti nervi e muscoli asciutti. Proposto in tre livelli esecutivi, Jeep Cherokee è una sorta di global player altamente versatile, in grado di conquistare al marchio nuove fasce di appassionati di questa tipologia di veicoli. Lo stile è affascinante perché unisce la snellezza di un profilo quasi da coupé con l'inconfondibile personalità di un frontale Jeep, nonostante il trattamento aerodinamico cui è stato sottoposto e che ha contribuito a conseguire un Cx da record, per la categoria: solo 0,33.
Lo stile è nitido, snello o muscoloso, secondo livello esecutivo e assetto, e molto grintoso sempre. E anche la qualità degli interni sono di una classe fuori scala per la versione precedente. A sottolineare la versatilità e l'adattabilità del progetto sviluppato dai tecnici Jeep, Cherokee è disponibile con semplice trazione anteriore, e con trazione integrale. La nuova Jeep Cherokee porta a un nuovo livello le leggendarie capacità off-road del marchio Jeep e offre tutti i vantaggi di una vettura adatta a qualsiasi condizione di guida e superficie. In dettaglio, la nuova generazione di Jeep Cherokee propone tre innovativi sistemi di trazione integrale che assicurano capacità 4x4 di riferimento: Jeep®Active Drive I, con unità di trasmissione della potenza completamente automatica e una sola selezione di rapporti; Jeep® Active Drive II con marce ridotte; Jeep® Active Drive Lock con gestione della coppia, marce ridotte, bloccaggio dell'asse posteriore e Selec-Speed Control. Questo è disponibile esclusivamente sul modello Trailhawk.
Il cambio è, a scelta, manuale a 6 marce oppure automatico a 9 marce, un gioiello di meccanica, compatto e leggero, ma soprattutto dotato di un'azione fluida, esente da qualsiasi strappo. Le motorizzazioni sono tre. Uno splendido V6 Chrysler-Jeep 3.2 litri da 272 cv e 315 Nm di coppia massima, e due versioni del classico turbodiesel 2.0 Fiat, una da 140 e una da 170 cv. Il 140 cv è disponibile solo con il cambio manuale a 6 marce.
Abbiamo provato Cherokee nella versione Trailhawk, la più performante in fuoristrada, potente e assolutamente inarrestabile, e nella versione Limited con il turbodiesel 2.0 da 170 cv e cambio automatico a 9 marce. Il primo è stato semplicemente travolgente; il secondo, molto equilibrato, consuma poco e il cambio a 9 marce trae il massimo dal generoso turbodiesel. Jeep Cherokee apre un'era nuova al settore dei Suv, è incredibilmente innovativo e godibile. Prezzi da 39mila euro.

Commenti