Accordo Fiat-sindacati. Via agli investimenti. A Mirafiori il Suv Maserati

Il Levante - che pagherà i costi della cassa integrazione - sarà sui mercati nel 2015. Nello stabilimento anche un secondo modello. Fuori dall'accordo soltanto la Fiom

Accordo Fiat-sindacati. Via agli investimenti. A Mirafiori il Suv Maserati

"Il piano di investimenti necessario ad assicurare il futuro produttivo ed occupazionale dello stabilimento di Mirafiori" può iniziare anche subito. L'amministratore delegato di Fiat, Sergio Marchionne, ha confermato oggi il piano per gli stabilimenti italiani, forte di un'intesa con quasi tutte le rappresentanze sindacali. Quasi, perché fuori dall'accordo rimane al momento la Fiom.

Nonostante le altre sigle (Fim, Uilm, Fismic, Ugl e Associazione quadri) abbiamo esortato "ancora una volta ad accettare le regole basilari della democrazia industriale", e dunque ad aderire "ad un contratto firmato dalle Organizzazioni sindacali largamente maggioritarie in Fiat", la posizione della Fiom-Cgil rimane al momento ferma.

In attesa di capire se il sindacato si allineerà alla posizione condivisa, il segretario generale della Fim, Giuseppe Farina, ha spiegato che "i lavori inizieranno con Mirafiori e poi Cassino seguirà", con investimenti che copriranno tutti gli stabilimenti italiani.

A Mirafiori avrà il via la produzione di un nuovo suv firmato Maserati, il Levante, pronto per il 2014 e che verrà presentato nel 2015. Insieme a questo modello, dicono reponsabili della Fim, ne verrà realizzato anche un secondo, per il quale al momento "non sono stati indicati i tempi". L'obiettivo è quello di favorire "l'assorbimento di tutti i lavoratori in cgis".

Commenti

Grazie per il tuo commento