Air Italy in liquidazione: voli fino al 25 febbraio

I passeggeri saranno riprotetti su voli di altre compagnie o rimborsati. Il ministro De Micheli: "Decisione inaccettabile"

Air Italy va in liquidazione. Confermata dunque la forte ipotesi di questa mattina, in vista della riunione decisiva per decretare il futuro della compagnia italiana. L'assemblea dei soci ha deciso di intraprendere questa decisione "a causa delle persistenti e strutturali condizioni di difficoltà del mercato". Nella nota diffusa viene sottolineato che "in questa fase Air Italy lavorerà per ridurre al minimo il disagio per i passeggeri": i voli fino al 25 febbraio saranno operati agli orari e nei giorni previsti da altri vettori; invece i passeggeri che hanno prenotato voli in partenza in date successive al 25 febbraio "saranno riprotetti o rimborsati integralmente".

"È con profondo rammarico che devo informarvi tempestivamente con questa lettera. Gli azionisti della holding, Alisarda e Qatar Airways, hanno deliberato in modo unanime di avviare la liquidazione in bonis di Air Italy che prevede il pagamento di tutti i dipendenti e dei creditori". Questo è ciò che Roberto Spada, il presidente di Air Italy, ha scritto in una lettera: ha ammesso che si è trattata di una "scelta difficile presa congiuntamente dagli azionisti" e ha colto l'occasione per ringraziare i dipendenti per "l'apporto e l'impegno di questi anni".

Al termine del vertice straordinario, Alisarda e Qatar Airways hanno decido di terminare l'esperienza congiunta. Non è stato trovato alcun accordo circa il piano industriale per il rilancio che prevedeva un impegno finanziario immediato di circa 340 milioni di euro. Le fonti hanno fatto sapere che la liquidità richiesta ammontava ad almeno mezzo miliardo nei prossimi 2-3 anni. Come riportato dal Corriere della Sera, già da diverse settimane vi erano state delle frizioni tra i due soci sul futuro di AQA Holding, la newco creata per rilevare Meridiana.

"Decisione inaccettabile"

Qatar Airways, che detiene il 49%, ha fatto sapere che "era pronta, ancora una volta, a fare la propria parte nel sostenere il rilancio e la crescita della compagnia aerea, ma ciò sarebbe stato possibile esclusivamente solo con l'impegno di tutti gli azionisti". Nonostante il ruolo di azionista di minoranza, la compagnia del Golfo "ha costantemente fornito ad Air Italy tutto il supporto possibile, dall'apporto di aeromobili provenienti dalla propria flotta all'ordine di ulteriori aeromobili per Air Italy, supportando le decisioni del management e iniettando capitali e investimenti così come richiesto e consentito".

Paola De Micheli, ministro dei Trasporti, aveva da poco dichiarato: "Non è accettabile la decisione di liquidare un'azienda di tali dimensioni senza informare prima il governo e senza valutare seriamente eventuali alternative". Perciò il suo auspicio era che Air Italy sospendesse "la deliberazione fino all'incontro che possiamo già calendarizzare a partire dalle prossime ore".

Sulla questione è intervenuto anche Fabrizio Cuscito della Filt Cgil: "Siamo molto preoccupati, a anche se ora sono arrivate le parole della ministra De Micheli, più volte abbiamo scritto, ma siamo rimasti inascoltati". I soci, per dare un segno, "potrebbero rimandare qualsiasi decisione e trovare una soluzione. Sono circa 1.500 i lavoratori a rischio. Inoltre c'è il timore sugli ammortizzatori alla luce del fatto che il fondo del trasporto aereo non è stato rifinanziato".

Commenti

flip

Mar, 11/02/2020 - 16:19

fine di un'epoca!

cgf

Mar, 11/02/2020 - 16:35

Sig.ra Paola De Micheli l'Unione Sovietica è già finita da tempo. Inoltre sono settimane [mesi] che si sentono voci, un Governo attento non cade dalle nuvole quando "un'azienda di tali dimensioni" decide ciò che è meglio per se e gli azionisti. Capisco che sia dura realtà, ma questo è il mercato, quello dei salotti buoni che questo governo e chi lo sostiene fa a gara per essere socio del club.

Savoiardo

Mar, 11/02/2020 - 16:37

Se non ci sono clienti in numero sufficiente bisogna chiudere, oppure far quadrare i conti diminuendo le retribuzioni a tutti e contemporaneamente lavorando di piu', alla faccia della CGIL

tormalinaner

Mar, 11/02/2020 - 17:27

Purtroppo Alitalia continua volare e spremere le nostre tasche.

jaguar

Mar, 11/02/2020 - 18:58

Un bel prestito non restituibile in stile Alitalia no?

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 11/02/2020 - 19:16

Così imparano a vendere le nostre imprese agli arabi e ai cinesi! Ma niente paura! Sul piano delle compagnie aeree in Italia siamo messi benissimo: abbiamo alitalia, no?

Ritratto di asfodelo13

asfodelo13

Mar, 11/02/2020 - 19:18

Air Italy chiude come la coca cola o honeywell .La vera ragione sono i costi elevati,le tasse e chi ne ha piu' ne metta.Per fortuna i Qatarini sono onesti e garantiranno gli stipendi sino a dicembre. Il baraccone Alitalia viene salvato con i nostri soldi ogni 6 mesi e già questo è una vergogna.Probabilmente ma non sicuro accadrà lo stesso x Air Italy.

bundos

Mar, 11/02/2020 - 19:56

da poco: olbia malpensa a/r con easyjet per 2 persone euro 140. con airutaly solo andata euro 146, meglio che fallisca cosi non ruba piu e lo stesso lo auguro ad alitalia...ladri autorizzati..dietro pagamento del pizzo?

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Mar, 11/02/2020 - 20:13

Finirà che il governo farà assorbire Air Italy (marchio nominalmente di bandiera) al Alitalia ....tanto peggio di così .....

Italianocattolico2

Mar, 11/02/2020 - 20:22

Fino a quando nelle aziende si distribuiranno i posti in base alle tessere, ai sindacati ed ai trombati, i risultati saranno sempre scarsi. Vedere Alitalia, tanto per fare un esempio. Ma siccome abbiamo fondi illimitati per mantenere i clandestini ed ingrassare le coop rosse, dove volete che sia il problema ??? I dipendenti licenziati andranno ad ingrossare le fila dei disoccupati, mentre i "MIGRANTI" saranno tutti pronti a pagare le nostre pensioni.

amicomuffo

Mar, 11/02/2020 - 22:30

io ho un amico che lavora ( lavorava, ora) con loro, gli hanno fatto girare mezza Italia per lavoro..vi sembra giusto?

Tuthankamon

Mar, 11/02/2020 - 23:49

Un altro disastro e pure annunciato anche se il governo non se n'è accorto!

arilibellula

Mer, 12/02/2020 - 08:42

ora ci sono i soldi per pagare dipendenti e creditori, oltre rischia di diventare un buco nero stile alitalia. Sarebeb poi bello che il governo mettesse lo stesso interesse anche qunado a causa sua (crediti non pagati) falliscono le piccole imprese e i propietari non hanno i soldi per pagare i dipendenti. Spero comunque che il sig. Spada non pigli un centesimo di "buona uscita" visto che ha fatto fallire la compagnia.