L'ultima scelta di Alitalia, stop a voli da Malpensa

Dal prossimo ottobre Alitalia non volerà più da Malpensa. Cancellati tutti i voli da e per l'aeroporto lombardo

L'ultima scelta di Alitalia, stop a voli da Malpensa

Stop ai voli Alitalia dall'aeroporto di Milano Malpensa. Dopo 70 anni di servizio, la compagnia di bandiera italiana abbandona lo scalo alle porte di Gallarate. Secondo una indiscrezione raccolta da LaPresse, dal prossimo mese di ottobre, i voli rimasti, complice il Covid, in partenza dallo scalo internazionale di Ferno (Varese) e diretti a Roma Fiumicino saranno cancellati.

Addio all'aeroporto di Malpensa

Il rumor è ancora in attesa di conferma ufficiale da parte della dirigenza Alitalia. Tuttavia, è probabile che l’operazione rientri nel piano per l’uscita dalla crisi in cui, ormai, la compagnia versa da tempo. Tagliati definitivamente, dunque, i viaggi da e per lo scalo di Milano Malpensa col mantenimento dei soli voli giornalieri per Roma Fiumicino e gli internazionali per New New York e Tokyo. Voli, questi ultimi, che al momento risultano sospesi a data da destinarsi a causa del Covid che, a quanto pare, sembra aver inferto un mazzata netta tra capo e capo e collo al servizio offerto da Alitalia presso lo scalo alle porte di Gallarate.

Voli solo da Linate

Resteranno attivi, salvo eventuali ed ulteriori inversioni di rotta, solo i voli da Milano Linate. Procedendo per supposizioni, non è da escludere che la decisione faccia seguito alla perdita giornaliera - si parla di cifre milionarie - che la riattivazione dello scalo, durante i mesi caldi dell'estate Covid, avrebbe rappresentato per il gestore, Sea. Senza contare che i viaggi da Malpensa, negli ultimi periodi, avrebbero rappresentato non più del 2% sul traffico totale gestito dalla compagnia di linea italiana. Quel che è quasi certo, invece, è che l'addio all'aeroporto gallaratese muoverà il malcontento di molti viaggiatori, già ai ferri corti con la compagnia per i disservizi susseguitisi durante l'emergenza sanitaria tra voli cancellati all'ultimo o rimborsati solo con dei voucher.

Lo stop a marzo

A seguito delle misure di contenimento dell'epidemia, dallo scorso 9 marzo e fino ad aprile, l'aeroporto di Malpensa non era stato più servito con la cancellazione degli unici quattro voli che fino ad allora avevano resistito. A Linate era andata ancora peggio con l'interruzione di tutti i collegamenti internazionali e il solo mantenimento di quelli nazionali a frequenza ridotta. Da 204 voli giornalieri si era passati, a strettissimo giro, a 26. Alitalia avrebbe provato a resistere ma, con tutta probabilità, la mazzata del Covid ha aperto una ferita insanabile nelle casse della compagnia.

Commenti

Grazie per il tuo commento