L'ultima scelta di Alitalia, stop a voli da Malpensa

Dal prossimo ottobre Alitalia non volerà più da Malpensa. Cancellati tutti i voli da e per l'aeroporto lombardo

Stop ai voli Alitalia dall'aeroporto di Milano Malpensa. Dopo 70 anni di servizio, la compagnia di bandiera italiana abbandona lo scalo alle porte di Gallarate. Secondo una indiscrezione raccolta da LaPresse, dal prossimo mese di ottobre, i voli rimasti, complice il Covid, in partenza dallo scalo internazionale di Ferno (Varese) e diretti a Roma Fiumicino saranno cancellati.

Addio all'aeroporto di Malpensa

Il rumor è ancora in attesa di conferma ufficiale da parte della dirigenza Alitalia. Tuttavia, è probabile che l’operazione rientri nel piano per l’uscita dalla crisi in cui, ormai, la compagnia versa da tempo. Tagliati definitivamente, dunque, i viaggi da e per lo scalo di Milano Malpensa col mantenimento dei soli voli giornalieri per Roma Fiumicino e gli internazionali per New New York e Tokyo. Voli, questi ultimi, che al momento risultano sospesi a data da destinarsi a causa del Covid che, a quanto pare, sembra aver inferto un mazzata netta tra capo e capo e collo al servizio offerto da Alitalia presso lo scalo alle porte di Gallarate.

Voli solo da Linate

Resteranno attivi, salvo eventuali ed ulteriori inversioni di rotta, solo i voli da Milano Linate. Procedendo per supposizioni, non è da escludere che la decisione faccia seguito alla perdita giornaliera - si parla di cifre milionarie - che la riattivazione dello scalo, durante i mesi caldi dell'estate Covid, avrebbe rappresentato per il gestore, Sea. Senza contare che i viaggi da Malpensa, negli ultimi periodi, avrebbero rappresentato non più del 2% sul traffico totale gestito dalla compagnia di linea italiana. Quel che è quasi certo, invece, è che l'addio all'aeroporto gallaratese muoverà il malcontento di molti viaggiatori, già ai ferri corti con la compagnia per i disservizi susseguitisi durante l'emergenza sanitaria tra voli cancellati all'ultimo o rimborsati solo con dei voucher.

Lo stop a marzo

A seguito delle misure di contenimento dell'epidemia, dallo scorso 9 marzo e fino ad aprile, l'aeroporto di Malpensa non era stato più servito con la cancellazione degli unici quattro voli che fino ad allora avevano resistito. A Linate era andata ancora peggio con l'interruzione di tutti i collegamenti internazionali e il solo mantenimento di quelli nazionali a frequenza ridotta. Da 204 voli giornalieri si era passati, a strettissimo giro, a 26. Alitalia avrebbe provato a resistere ma, con tutta probabilità, la mazzata del Covid ha aperto una ferita insanabile nelle casse della compagnia.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Anna 17

Anna 17

Sab, 12/09/2020 - 10:11

Certo che chiudere dove si può guadagnare è da intelligenti acuti. Speriamo che questo sia l'inizio della fine di questa compagnia di farabutti, incapaci e mangiasoldi. Devono sparire tutti questi mangiapane a sbafo devono provare cosa significhi lavorare e rendere qualche cosa altro che ricattare i governi per avere sempre i soldi degli italiani.

FD06

Sab, 12/09/2020 - 10:14

Alitalia mi ha sempre sorpreso per le scelte catastroficamente sbagliate e la negligenza di gestione ... questa va al di là delle mie aspettative

Ritratto di Flex

Flex

Sab, 12/09/2020 - 10:20

L'Unico NO andrebbe detto ad Alitalia, chiudere la Compagnia per ripetuti fallimenti.

cgf

Sab, 12/09/2020 - 10:36

I voli MXP-FCO servono soprattutto per coloro che usano lo scalo intercontinentale per andare/provenire altrove. È miope pensare che in questo modo da/per la capitale si è costretti ad usare AZ, ma il bacino di utenza di Malpensa non è solo Milano, dubito che da ovest Milano, ed anche da Como e la Svizzera, ci sia chi voglia andare a Linate e prendere un avvicinamento a Roma e proseguire. In questo modo si lascia posto per altri vettori, maggiori meno PAX per AZ, non mi stupirei di una low-cost che faccia con discreta frequenza MXP-FCO-MAX, considerando che Malpensa Express impiega 47 minuti (ma risparmi anche 100euro), al max parti un ora prima. Il problema è a Roma la linea Leonardo Express impiega quando in orario lo stesso tempo, anzi questo è anche spesso e sporco. Avremo Norwegian Air per destinazioni sudamericane? probabile, ancora di più se l'avvicinamento da FCO sarà EasyJet. Una pensata 5S!

Mborsa

Sab, 12/09/2020 - 10:45

Lo scopo evidente è di concentrare tutti i voli a Roma, con il risultato di favorire le compagnie low cost negli spostamenti nazionali e le grandi compagnie con le navette su Parigi e Francoforte per i voli intercontinentali. La motivazione dello Stato per intervenire sul capitale Alitalia non esiste più.

magnum357

Sab, 12/09/2020 - 10:46

Alitalia deve essere smembrata e puo'operare solo su lungo raggio e su cargo per le merci, gli unici settori in cui fa profitto !!!!!!

Albius50

Sab, 12/09/2020 - 10:55

Finalmente ma x concludere bene anche a LINATE, di nome si chiama ALITALIA ma in realtà è "ALIDEBITOPUBBLICO"

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 12/09/2020 - 11:27

Troppi miliardi buttati al vento pere mantenere parassiti ed incapaci. lasciatela fallire, siamo stufi di essere presi in giro facendoci depredare il denaro. SI perchè alal fine della fiera, paghiamo tutti noi, i tanti errori della sinistra.

jaguar

Sab, 12/09/2020 - 12:31

Alitalia non dovrebbe più volare, gli italiani sono stanchi di pagare i debiti della società.

arieccomi

Sab, 12/09/2020 - 12:32

Immaginate un proprietario di 20 autovetture Fiat panda voglia fare servizi di matrimonio. Ecco questa è l’Alitalia.

cgf

Sab, 12/09/2020 - 13:40

@arieccomi Sab, 12/09/2020 - 12:32 Lei ha mai volato in Magnifica, la business class di Alitalia, vero? si vede, ma se dovesse succedere, poi provi anche le altre e poi dica come si è trovato meglio… a nozze.

Massimocubo53

Sab, 12/09/2020 - 14:24

ALITALIA doveva essere chiusa almeno 20anni fà se non 30anni fà e tutti i dipendenti lasciati a casa senza lavoro a meno di andare a spazzare le strade di Milano e/o di Roma (che ne hanno avuto sempre bisogno) . Stipendi Altissimi per tutti gli impiegati che lavoravano POCO se non NIENTE essendo STATALI !!! Un mio amico era Pilota Alitalia ed ha subito trovato lavoro da EasyJet !!! Le Compagnie PUBBLICHE devono essere chiuse o gli stipendi ridotti del 30/40% a tutti i dipendenti dato che normalmente non lavorano essendo assenteisti coperti nel loro assenteismo dai colleghi .

okorop1

Mar, 15/09/2020 - 10:47

Società che da 30 anni non è sul mercato, prima della liberalizzazione dei cieli europei finanziava il lungo raggio con il corto raggio (ossia l'opposto di tutte le major) salvata per ben 3 volte dopo quest'ultima, arei scadenti e vecchi, personale che unto dal Signore è arrogante e scortese, servizio business class non lontanamente paragonabile a Emiraters o alle major europee....Io non la prendo piu' da anni e sono solo contento