Benzina sempre più cara: in venti anni il prezzo è raddoppiato

In vent'anni il prezzo della benzina è aumentato del 170%. E la corsa non si arresta. Coldiretti: "Effetto a valanga sulla spesa"

Dopo aver sfondato la quota drammatica dei 2 euro al litro, proseguono i rialzi dei prezzi dei carburanti sulla rete nazionale "servita". Secondo il monitoraggio di Quotidiano Energia, infatti, sono ancora in aumento le medie dei prezzi e le punte: le prime registrano 1.928 euro al litro per la benzina e 1,810 per il diesel, mentre le seconde scontano l’ennesimo record territoriale della "verde" in alcune regioni del Centro Italia, dove gioca il fattore addizionali, con 2,019 euro a litro mentre il diesel staziona a 1,850. Secondo il conto nazionale effettuato dal Ministero delle Infrastrutture e dei trasportie aggiornato al 2011, in vent'anni la spesa degli italiani per il mantenimento delle proprie auto è più che raddoppiata arrivando, nel 2010, a superare i 103 miliardi di euro. I carburanti bruciano, infatti, quasi la metà della spesa complessiva e il loro costo è aumentato del 170%.

È un salasso continuo. "A fronte di quotazioni internazionali dei prodotti in leggero ribasso per effetto cambio - spiega Quotidiano Energia - i prezzi praticati sono dunque in leggera salita sull’onda degli ultimi ritocchi dei prezzi raccomandati che oggi, però, risultano fermi". In particolare, c’è da constatare che nelle regioni ad accisa locale più elevata della media nazionale i prezzi della benzina "serviti" sono superiori ai 2 euro al litro per la maggior parte dei marchi negli impianti che non effettuano sconti o praticano prezzi ridotti unicamente nella modalità self. Non solo. Secondo alcuni analisti, è ipotizzabile che, qualora le quotazioni internazionali salgano a causa dell’instabilità dei mercati, la soglia dei 2 euro al litro potrebbe essere superata in maniera diffusa anche in altre regioni. Una possibilità che adrà a colpire nuovamente i portafogli degli italiani. Secondo i dati diffusi dalla Coldiretti, il record del prezzo del pieno di benzina ha un effetto valanga sulla spesa delle famiglie in un Paese come l'Italia dove l'88% delle merci viaggia su strada. Il rincaro dei carburanti sommato all'aumento complessivo dei costi energetici per le bollette di luce e gas favorisce la ripresa dell'inflazione e mette a rischio la ripresa dell'economia.

A fronte dei continui aumenti sui carburanti, l'Adoc ha lanciato un appello all'Eni affinché non ponga fine agli sconti effettuati su benzina e diesel per tutta l'estate. "L'Eni non può andare in ferie, chiediamo che gli sconti sui carburanti continuino  fino a fine anno - dichiara il presidente dell'Adoc, Lamberto Santini - dando così un segnale forte al  Paese, alle famiglie, ai consumatori e alle imprese, garantendoli dai rialzi dei listini". I recenti aumenti dei carburanti (in media del 7,5% nelle ultime due settimane) hanno, infatti, inferto un duro colpo all'economia dei consumatori e dell'intero Paese. "Tra andata e ritorno dell’esodo estivo la differenza alla pompa è stata pari a circa 7 euro a pieno", spiega l'associazione dei consumatori facendo notare che, in questo modo, le famiglie italiane sono diventate le più colpite in Europa dai rincari della verde anche durante le vacanze. "La situazione nel settore non si è tranquillizzata, pertanto la promozione dovrebbe andare avanti, affinché i prezzi si calmierino, assestandosi - conclude Santini - per un anno di rifornimenti, si spendono circa 3.500 euro per automobilista, ben il 12% in più della media europea. Una situazione non più tollerabile, non più gestibile".

Secondo i dati contenuti nel documento del ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, la spesa per l’esercizio e la manutenzione ordinaria delle auto è passata dai 47,283 miliardi del 1990 ai 103,714 miliardi del 2010, segnando un progresso del 119,3%. "Al netto degli interessi sul capitale investito - precisa l’analisi del ministero - le spese di esercizio delle auto per il 2010 ammonta a 93,934 miliardi, di cui circa il 44% è da attribuire alle spese per carburanti, quasi il 18% a spese per manutenzione ordinaria, circa il 17% a spese per assicurazioni, poco meno del 6% a tasse automobilistiche ed il restante 15% a spese per il ricovero, per pneumatici, lubrificanti e pedaggi autostradali". Nel giro di vent'anni il costo dei carburanti è aumentato del 169,9%: nel 2010 sono stati spesi per benzina e gasolio 41,156 miliardi di euro, contro i 15,246 miliardi del 1990, quando la spesa per carburanti costituiva solo circa un terzo della spesa complessiva per il mantenimento dell’automobile. Le spese per la manutenzione e riparazione ordinaria sono aumentate in vent'anni del 127,9%, mentre quelle per l’assicurazione Rc Auto addirittura del 202,5% (a 15,649 miliardi nel 2010). Quello che incide di meno sulla spesa degli automobilisti sono invece i lubrificanti, l’unica voce ad aver registrato in 20 anni una riduzione (1,120 miliardi nel 2010, dai 1,491 miliardi del 1990). Nel 2010 gli italiani hanno speso complessivamente per l’acquisto e l’esercizio delle autovetture circa 147,205 miliardi di euro: ai 103,714 miliardi per l’esercizio e la manutenzione ordinaria delle vetture, vanno infatti aggiunti i 34,576 miliardi spesi per l’acquisto di vetture nuove di fabbrica e gli 8,915 miliardi per la manutenzione straordinaria. Negli ultimi vent’anni i costi per mantenere un’automobile hanno toccato il livello più alto nel 2008 (104,501 miliardi di euro), quando la benzina era a circa 1,5 euro e pesava per il 41% della spesa complessiva (43,179 miliardi).

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

luigiB3

Mar, 28/08/2012 - 14:17

Quelli la', al governo, ci stanno rovinando. FERMIAMOLI FIN CHE SIAMO IN TEMPO. Chi ha il potere, per favore, fermi quelli la'. Mi viene l'asma...

Massimo Bocci

Mar, 28/08/2012 - 14:18

Una cosa positiva questi aumenti (Cartier) della benzina per le accise di REGIME lo produrranno,tra non molto circoleranno solo le auto del REGIME (comunista catto) così finalmente il BUE le potrà contare LUI, e dare il numero esatto al ministero (dei misteri di regime) così finalmente perlomeno un mistero d'Italia sarà risolto senza intercettazioni.

Nadia Vouch

Mar, 28/08/2012 - 14:19

Di questo aumento della benzina, si parlava già sei mesi fa. Era sicuro, e in tanti si diceva che supererà i due euro. Anzi, già a febbraio certi distributori nel nord-est italia vendevano la benzina a quasi due euro il litro. Solo che in quelle zone, a salvare, è il pieno oltre confine, in Slovenia, dove si risparmiano circa dieci euro su un pieno su vettura di medie dimensioni. Alcuni, previdenti, si son presi la briga di aumentare già da tempo i prezzi. Un'economia solida non dovrebbe dipendere così tanto da variazioni nei prezzi del trasporto, di energia, dal maltempo se freddo o caldo, dalla troppa o dalla poca acqua. La realtà è che da nessuna parte, a livello planetario, nessuno è sicuro di niente. Quindi, è tutto un trattare sui prezzi. Anche laddove gli aumenti non sarebbero giustificati. Mettere in saccoccia oggi per tutelarsi domani. Nessuna novità. Nulla di strano o da meravigliarsi. E' l'economia. E' così. Da sempre. Basta leggere i listini di Borsa anche riguardo alle materie prime. Poi, ma solo poi, c'è il discorso della tassazione interna agli Stati.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mar, 28/08/2012 - 14:23

Ma basta con questa benziana , tutti i giorni la stessa musica , va bene che siete in ferie ma quando è troppo è troppo. Comunque se vincerete le elezioni staremo a vedere quello che riuscirete a fare , io ho dei grossi dubbi non su quello che riuscirete a fare , ma sul fatto di vincere le elezioni.Buone vacanze.

bobsg

Mar, 28/08/2012 - 14:40

Non dimenticartene Silvio, per ogni euro di tasse in più che ci estorce questo governo di ladri tu ti giuochi migliaia di voti alle prossime elezioni. ...contento tu.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Mar, 28/08/2012 - 14:59

E questo à ancora niente per quello che arriverà ancora. Si STRANGOLA sempre di più la solita "MASSA POPOLARE" e lo "strangolatore", niente affatto perturbato, sale al Capo del Colle per riferire a...cosa porterebbero le sue "sane" azioni "scientifiche economiche". Ed il bello è che lo stesso Capo del Colle ancora insiste nell'andare avanti su questa linea. Poi lo "scienziato azzecca carbugli Monti" - freddamente e cosciente delle sue azioni capestro, sale anche in VATICANO per farsi "BENEDIRE" dal PAPA e che anche questo lo abbraccia e gli stringe fortemente la mano, lo "benedice pure" e lo ringrazia per quello che sta facemdo scientificamente per il "benessere del popolo italiano (Ma io protesto energicamente e correggo : "PER IL VATICANO...!"). Ed ora parte con le carte in regola del Capo del Colle ed anche del "Vaticano Tedesco". tranquillo per Berlino ove la Merckel lo sta aspettando per un rendiconto sicuro ma LUI la tranquillizzerà ruffianamente assicurandole pure che se avranno bisogno di "speculare" ancora sullo Spread lo potrà fare benissimo tanto la nuova tassazione, sicuramente anche sulle bevande gassate. porterà altra "Linfa " di milioni di Euro.E, i PARTITI POLITICI ?.... alla fine, come solito, diranno.... AMEN !

mario.de.franco

Mar, 28/08/2012 - 15:05

Il prezzo della benzina rimarrà alto perchè lo stato deve incassare tutte le sua accise e i petrolieri devono salvarsi dal forte calo dei consumi. Poco importa se questo influenzerà l'aumento indiscriminato dei trasporti e dei prodotti , troveranno mil modo perchè l'inflazione sia nei limiti. Poco importa se i pensionati che superano i "tetti" e non hanno aggiornamento all'inflazione, nessun beneficio e nessuna detrazione siano considerati perennemente ricchi.. Comincio a pensare seriamente di abbandonare questo paese che merita tutto quello che di negativo produce. Grazie Monti non avevo capito che lei è un genio !

massimosab

Mar, 28/08/2012 - 15:10

I Forconi e quello e quell'altro che fine hanno fatto? Pecore Pagate e Basta!

Ritratto di bastardissimo70

bastardissimo70

Mar, 28/08/2012 - 15:30

Sempre peggio...e sempre piu' schifato da questo paese (minuscolo).

gianni gigli

Mar, 28/08/2012 - 15:35

Ma l'euro, che stiamo difendendo con le unghie e con i denti e aggiungo con il sudore del nostro lavoro,non doveva essere la panacea dell'aumento dei prezzi in campo internazionale, in special modo per il prezzo del petrolio?

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 28/08/2012 - 15:40

Il nostro NON ELETTO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO, nonchè autonominato "STATISTA DELL'ANNO" ha battuto ogni record (negativo s'intende) !

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 28/08/2012 - 16:14

Secondo PRODI l'euro avrebbe messo al riparo l'Italia dalle turbolenze internazionali ed avrebbe permesso alla nostra economia di prosperare. Ora quello che sarebbe successo senza l'euro nessuno lo può dire. Ma la situazione attuale con una democrazia sospesa in nome di un commissariamento da parte dall'europa, l'economia agonizzante, e prezzi in continua ascesa mi pare sia più che sufficiente per valutare le capacità degli idioti che fino ad oggi hanno guidato questo paese.

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Mar, 28/08/2012 - 16:17

che faccia tosta! E pensare che a gran voce le cornacchie politiche gridavano tutti i giorni: Silvio fai un passo indietro, Sivio te ne devi andare, ....beh, adesso l'avete visto il risultato. Le cornacchie sono salve e ben pagate, e a noi tutti ci stanno spellando vivi.Il re-gista del colle riesce a dormire la notte? Forse...a lui che gliene frega, la sua reggia è ancora li bella e costosa. E le cornacchie sguazzano nei loro privilegi ......Mario-netta volteggia da una frau merkel al colle, e l'Italia sta ancora cercando di capire che cavolo si sono messi in testa 'sti dracula assetati di sangue...(dei poveri)

Bianchetti Andreino

Mar, 28/08/2012 - 16:22

Impossibile andare avanti così! A cosa serve un'auto a una famiglia italiana media? E' un giogo in più da sopportare, un peso enorme per le già sinistrate buste paga. Nessuno ha più convenienza cambiare o acquistare un'auto nuova. La classe media si dovrà per forza accontentare dei motocicli, soprattutto quei pendolari turnisti, che in certe ore del giorno non potranno usuifruire dei mezzi pubblici. Per non parlare degli aumenti derivanti in tutto il mercato. Pensare che sono appena state aumentate le tariffe dei trasporti...a quando un pò di equità Sig. Monti? Qui sta per saltare tutto, se il trasporto ci mangia un terzo della busta paga e uno o una deve per forza fare 50 o 60 Km al giorno, tra andata e ritorno, dal lavoro, come si fa a dire ancora di sì ai nuovi rincari della benzina? Facciamo prima andare tutti alla Caritas?... ( o facciamo prima a scannarci con una rivoluzione? ). Il troppo storpia, e tutti sanno il profondo significato. Sig. Monti & Soci non potete tirarvi indietro su questo problema. Saluti.

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 28/08/2012 - 16:39

Fuori dall'europa e ritorno alla Lira; peggio di com'è adesso non sarà.

MEFEL68

Mar, 28/08/2012 - 17:28

Prendo a prestito uno slogan della campagna contro il fumo:- Chi appoggia Monti nuoce anche te. Digli di smettere.- E' vergognoso che il PDL getti alle ortiche tutte le cose che l'avevano fatto diventare il primo partito. Solo perchè ancora si deve riorgnanizzare, pena una sconfitta, permette che gli italiani vengano spremuti e vessati senza, peraltro, che ci sia una prospetiva di miglioramento. Credo che Monti, ad onta del titolo, sia un incapace. Non seguitelo nel burrone.

Ritratto di aliberti.

aliberti.

Mar, 28/08/2012 - 18:09

la casta vigliacca si nasconde dietro monti che ci massacra...e magari poi faranno la campagna elettorale su come abbassare le tasse che loro stessi hanno messo...CI HANNO PRESO tutti PER STUPIDI? GLI ITALIANI ONESTI SONO FINALMENTE STUFI DI ESSERE PRESI PER IL @@@@ O CONTINUERANNO A RIVOTARLI?

onil

Mar, 28/08/2012 - 18:09

Facciamo per un mese che alla Domenica lasciamo VOLONTARIAMENTE l'auto nel garage (non sarà la fine del mondo e non ci succede niente di male) e vedrete che forse qualcosa cambia: si uniranno alla "protesta" degli automobilisti anche quelli che alla Domenica ci guadagnano, non avendo più ovviamente gli incassi di quelli che spendono.

Ritratto di aliberti.

aliberti.

Mar, 28/08/2012 - 18:39

basta con il teatrino tragicomico della "politica"... sappiamo bene chi sta votando tutte le tasse di monti in parlamento,ovvero la casta udcpdpdl.. e non ci vengano a dire in campagna elettorale che loro sono per abbassare le tasse

Ferrarino

Mar, 28/08/2012 - 19:25

Molti di voi saranno un po arrabbiati ma in fondo avete votato per il PDL, non capisco perche siete cosi arrabbiati lo sapevate che andava cosi. Ottobre 2008 Berlusconi: ''Dopo la crisi abbasseremo le tasse'' Dovete rivotare PDL cosi abbasserà le tasse veramente..capito? (secondo tentativo ore 19:25)

vitripas

Mar, 28/08/2012 - 20:42

vogliamo le auto elettriche allo stesso prezzo di quelle inquinanti maledetto Stato strozzino che fa cassa su ogni cosa, ma quello che mi fa più rabbia e che lo avete votato e portato al potere tutti voi

Il giusto

Mar, 28/08/2012 - 21:13

Ovviamente avrete capito che,parlando del ventennio 1990-2010,Monti non c'entra nulla!L'unico politico che ha governato 10 di questi anni è silvio"disastro" berlusconi!Immagino perciò che tutti gli "aggettivi"usati contro il presidente del consiglio nella realtà volevate indirizzarli all'ex presidente!Immagino sia cosi' perchè conosco la vostra"coerenza"...1 invio 17.28 2 invio 21.13

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 29/08/2012 - 01:15

Non bisogna dimenticare che questo governo ce l'ha imposto il sig. NAPOLITANO. Nessuno l'ha votato. Questo è il risultato di anni di insulti dei trinariciuti contro la democrazia. Ora si sono stesi come zerbini sotto un governo che esegue i loro programmi. TASSARE, TASSARE, TASSARE.

gpl_srl@yahoo.it

Mer, 29/08/2012 - 08:55

macché salasso! la benzina è parte integrante degli intriti dello stato italiano: oggi ma domani con altre categorie non lo sara piu: monti sta pensandio di ingaggiare una serie di super tecnici in grado di sviluppare idee su nuove tassazioni purché assolutamente vessatorie: ricordo la carta igienica ance se a lungo andare, il fattop che moltim italiani potrebbero rinunciare alla carta igienica , lascia dubbiosi numerosi tencici che fin d' ora si rendono conto di rischiare alla fine di essere i soli in grado di permettersi tale utilizzo sopratutto se caricato di accise importanti: Comunque monti avrebbe pensato di munire ogni toilette di apparecchi in grado di permettere l' ingresso in questi celeberrimi vespasiani solo con l' utilizzo di carte di credito in grado di consentire allo stato un immediato incasso, ma anche qui sorgono dubbi perche molti con la scusa di accompagnare cani alla passeggiata notturna, potrebbero anch essi approfittarne per rendere poco vivibili le strade delle nostre gia pulitissime cittadine, ma allora cosa tassare??? monti ora indirrà un concorso per chiedere l' opinione degli italiani sul cosa tassare: preparatevi perche la cosa è estremamente seria e qualsiasi idea sarà bene accetta.

SiamoNeiGuai

Mer, 29/08/2012 - 08:59

Abbiamo, anzi, non abbiamo nessun potere, ma una cosa si potrebbe fare: una settimana di blocco totale di ogni tipo di consumo, per vedere l'effetto che fa. Andiamo a piedi, non fumiamo, non grattiamo, non giochiamo al totocalcio-goal e superenalotto, non beviamo bevande zuccherate, non compriamo NULLA, insomma una settimana di blocco totale, a pane ed acqua. Vuoi vedere che daranno la colpa ai black-block?

zipala'

Mer, 29/08/2012 - 09:44

Il prezzo della benzina e' direttamente proporzionale all'idiozia del popolo che l'acquista; pertanto, quando sara' arrivato a 1.000.000 di euro al litro, sara' ancora poco.

Ritratto di perseus68

perseus68

Mer, 29/08/2012 - 09:55

Questo anche perche' nessuno vuole rinunciare alla macchina. Cominciamo a lasciare la macchina a casa il fine settimana. E' vero, a volte costa farlo, ma se non si da mai un segnale i lorsignori continueranno ad aumentare i prezzi a dismisura. Dovremmo appiedare il paese in maniera pacifica per un po' e vedere che succede. Tanto, peggio di cosi' che deve succedere? Puo' solo migliorare dico io.

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Mer, 29/08/2012 - 10:12

strano in Italia non avete la culona avete il PROFESSORE,il quale sa insegnarvi bene come vivere.

Ritratto di unLuca

unLuca

Mer, 29/08/2012 - 10:28

Alle prossime elezioni riflettiamo bene su chi è responsabile di questo sfacelo. Pertanto riflettiamo su Monti, Berlusconi, Bersani, Di Pietro, Casini, ecc. ...............

Rossana Rossi

Mer, 29/08/2012 - 10:36

La colpa è nostra che sappiamo solo lamentarci ma non facciamo altro e permettiamo questa continua scandalosa rapina legalizzata.

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Mer, 29/08/2012 - 10:56

Nadia perche' non andate in bicicletta come fanno qui in Germania?Ci vanno i politici qui in bici e buona parte del popolo,a no voi volete fare i ricchi andare a lavorare in auto,falsi ipocriti.Inoltre mettetevi i caschetti per bici come fanno qui anche se non e' obbligatorio imparate a vivere come fa il mondo civile.Se costa la vita meno in Slovenia perche' non vai a vivere la?Io sono venuto qua' perche' vivo meglio.

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Mer, 29/08/2012 - 11:08

perseus se lasciate a casa la automobile saranno meno soldi che entrano allo Stato conseguenza i governanti vi tasseranno da qualche altra parte ancora di piu',sarebbero capaci di tassarvi sulla aria che respirate o sulla carta igienica a discapito di chi la usa.

cloroalclero

Mer, 29/08/2012 - 11:27

gli autotrasportatori sono in malafede..hanno diritto al credito d'imposta, quindi non hanno nessun problema sui prezzi..è vero invece che vogliono approfittarne per speculare..

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Mer, 29/08/2012 - 17:10

COMO 80 CENTAVOS DE DOLAR, mi sta scrivendo una amica mexicana il prezzo della benzina in Messico.

giovannibid

Mer, 29/08/2012 - 21:02

forse quei COG....ni di tecnici che abbiamo, la sventura di avere, al governo non si rendono conto che tutto si sta fermando e fra un po i lauti stipendi dei "BOIARDI DI STATO" saranno nulli e verranno tutti licenziati dal "PROSSIMO COMMISSARIO TEDESCO" che ci governerà con il TACCO DI FERRO Forse allora gli ITALIANI si sveglieranno (SPERIAMO)