"Bonus camerette dei bambini, le altre Regioni imitino la Lombardia"

Giudizio positivo di FederlegnoArredo e Federmobili sulla misura prevista nella Dote Infanzia. "Aiuto concreto alle famiglie, la creazione di un ambiente a misura di bimbo è fondamentale per la crescita"

"Bonus camerette dei bambini, le altre Regioni imitino la Lombardia"

"Non possiamo che apprezzare e condividere l'inserimento nella Dote Infanzia di Regione Lombardia di un bonus per l'acquisto dei mobili delle camerette dei bambini. Ci auguriamo che l'esempio lombardo sia quanto prima seguito anche da altre regioni”, così, una nota congiunta, FederlegnoArredo e Federmobili commentano positivamente la decisione della Regione che rappresenta un concreto aiuto alle famiglie.

"Aver previsto un aiuto concreto per le famiglie che acquistano letti, scrivanie, comodini, cassettiere, librerie è un segnale importante per il comparto che rappresentiamo e che può contribuire a dare nuovo slancio a un settore in cui la qualità dei prodotti è garantita dalla decennale esperienza delle aziende lombarde e dal loro continuo processo di innovazione - aggiungono le due federazioni -. Ma significa anche che Regione Lombardia ha compreso come la creazione di un ambiente adeguato e a misura di bambino sia fondamentale per la loro crescita. Da parte nostra tutta la disponibilità al confronto con le altre istituzioni regionali, affinché questa buona pratica lombarda possa estendersi anche altrove".

I contributi della Dote Infanzia, sia per il bonus servizi (attività creative, musicali e sportive), sia per il bonus per l’acquisto di componenti d’arredo per le camerette per bambini, si concretizzano in rimborsi a copertura dell’80% dei costi sostenuti per gli investimenti e fino a un massimo di 500 euro per le famiglie con Isee sino a 15.000 euro, di 400 euro per le famiglie con Isee sino a 25.000 euro e di 200 euro per le famiglie con Isee fino a 40.000 euro.

Commenti