Calzature, esportazioni al top e Micam rilancia la sfida: innovazione e sostenibilità

In Fiera Milano dal 16 al 19 febbraio le collezioni autunno-inverno di1205 espositori, di cui 628 italiani e 577 stranieri. Il presidente di Assocalzaturifici, Siro Badon: "Diamo risalto all’evoluzione che coinvolge tutto il settore offrendo agli operatori e alle aziende risposte concrete e buone pratiche da seguire. Visibilità ai contesti creativi e produttivi che si distinguono per la capacità di guardare avanti”

Innovazione, tendenze, sostenibilità ma anche creatività sono i tempi attorno ai quali si sviluppa Micam, prima edizione 2020 del salone internazionale della calzatura che torna nel polo espositivo di Fiera Milano dal 16 al 19 febbraio. Presenti nei padiglioni 1205 espositori, di cui 628 italiani e 577 stranieri con le anteprime delle collezioni autunno-inverno 2020-2021 e grandi nomi fra gli espositori come, ad esempio, Hide & Jack e Manila Grace, oltre a Alberto Fasciani, Borbonese, Dkny, Love Moschino.

“La digitalizzazione dei processi produttivi, la sensibilità alla sostenibilità nella filiera del fashion, insieme alla necessità di formare e accogliere nelle nostre aziende figure professionali aggiornate, sono i tre temi che stanno cambiando il settore calzaturiero in tutto il mondo – dice Siro Badon, presidente di Assocalzaturifici e Micam –. Per questo daremo forte risalto all’evoluzione che coinvolge tutti i comparti offrendo agli operatori e alle aziende risposte concrete, mostrando buone pratiche da seguire. E daremo visibilità ai contesti creativi e produttivi che si stanno distinguendo per la capacità di guardare avanti”.

Sfida che Micam rilancia dopo un 2019 in chiaroscuro per il comparto calzaturiero italiano: nel 2019 sono cresciuti export (+6,8% a valore) e commerciale (+10,3%) ma ha frenato la produzione (-3,1% in quantità), come emerge dal report elaborato dal Centro Studi Confindustria Moda per Assocalzaturifici.
"Il record delle esportazioni, che hanno superato i 10 miliardi di euro a valore grazie al traino delle griffe del lusso, come certifica il risultato, +27%, dei flussi diretti in Svizzera, tradizionale hub logistico distributivo, è smorzato da elementi poco rassicuranti - spiega Siro Badon -. Le flessioni in volume di export e produzione equivalgono di fatto a un calo della manodopera, in uno scenario che vede il mercato interno in piena fase recessiva".

A questo, aggiunge il presidente di Assocalzaturifici, "si aggiungono le forti incertezze per il 2020, con le conseguenze ancora tutte da valutare sull'economia mondiale dell'emergenza coronavirus, esplosa in una delle poche aree caratterizzate nell'ultimo decennio da crescite costanti per il nostro settore. Per questo il nostro comparto deve puntare sull'innovazione tecnologica e sulla formazione di nuove figure professionali per gestire il ricambio generazionale per migliorare le performance di un settore che con 75.000 addetti, un attivo del saldo commerciale che sfiora i 5 miliardi di euro e una produzione pari a 8 miliardi, è assolutamente rilevante per l'economia nazionale".

Se l’export tira nonostante la somma di crisi geopolitiche e guerra dei dazi, continua poi il trend negativo dei consumi interni con gli acquisti delle famiglie italiane che registrano un calo sia in quantità (-3,2%) che in spesa (-2,3%). I prezzi medi sono in aumento contenuto (+0,9%) e testimoniano l'attenzione sempre elevata di questo fattore anche perché più della metà degli acquisti di calzature sono effettuati in occasione di saldi e svendite.

Il fiera sono molte le novità a partire dall’allestimento della Fashion Square, caratterizzato per comunicare la nuova iniziativa Micam X, che aprirà la strada a una collaborazione sempre più stretta tra le diverse manifestazioni fieristiche della filiera. Lineapelle, la più importante fiera a livello internazionale di pelli, accessori, componenti, tessuti, sintetici e modelli per l’industria fashion e luxury, mette a disposizione di Micam X la propria ricerca sui trend in tema di materiali oltre a presentazioni dedicate agli aspetti più innovativi delle evoluzioni della pelle in materia stilistica e di innovazione tecnica di prodotto legate all’utilizzo di materiali altamente innovativi e sostenibili.

Micam X è il palcoscenico delle proposte più innovative e tecnologiche, nell’area delle sfilate e seminari al Padiglione 1. È il “luogo di scoperta” delle nuove tendenze tra correnti di stile, ricerca dei materiali, sostenibilità e futuro del retail.Relatori da tutto il mondo - Fashion Institute of Technology di New York, Mit., Tuft University Boston - si alterneranno sul palco durante i workshop Art, Fashion, Heritage anda Future: from retail to product design(16 febbraio, ore 14); The future of retail (17 febbraio, ore 11); Csr&Sustainability (18 febbraio, ore 14).
Micam X ospita inoltre i workshop di Wgsn dedicati alle nuove tendenze e alle ispirazioni che caratterizzeranno la prossima stagione e quelli organizzati da Lineapelle sugli aspetti più innovativi e sulle continue evoluzioni dei materiali. In questa area si svolgeranno le sfilate moda Micam.

Nella Man Square, dedicata alle calzature da uomo spazio, invece, alla spensieratezza con la nuova area caratterizzata da hobby e passioni maschili. Dopo essere stati serviti nel barber shop, all’interno di una cigar lounge si può partecipare a talk in cui saranno illustrate tecnica di preparazione e degustazione dei sigari. A disposizione dei visitatori, un’area ludica con biliardo, pista macchinine e open bar.

Nella iKids Square, l’artista Allison Hoffman realizzerà con filati riciclati le Wonder Doll, bamboline limited edition che rappresentano i personaggi di Micam in Wonderland, la cui vendita consentirà di raccogliere fondi per i progetti di istruzione elementare in Malawi realizzati da Humana People to People Italia. Nei primi due giorni di fiera, l’artista Riccardo Zangelmi, primo ed unico LEGO® Certified Professional italiano, costruirà live una scarpa da bambino realizzata interamente con i celebri mattoncini.

Ecosostenibilità a The Garden (Pad. 4), con il tema del rispetto per l’ambiente dove sagome sospese a forma di foglia e testi luminosi proiettati sul pavimento del corridoio contribuiranno a far riflettere sul tema, mentre un bancone bar, con sedute a forma di sasso, accoglieranno i visitatori. Chi visiterà questo spazio riceverà una matita speciale: piantata al termine dell’utilizzo germoglierà grazie ai semi di nontiscordardimè contenuti al suo interno.

Rinnovata anche l’area speciale che ospiterà i buyer internazionali: la Vip Lounge (Pad. 1 E01) è dedicata a Russia e Paesi ex CSI che rappresentano mercati molto importanti per il mercato calzaturiero internazionale.

Dopo il successo della prima edizione, torna anche Players District (Pad. 7P), pensata per offrire uno spazio inedito al mondo della calzatura sportiva e outdoor. Un osservatorio importante su un mercato in costante evoluzione oltre che un momento unico per addetti, dealers e retailers. Tra gli espositori protagonisti di questo spazio: Lotto, Bjorn Borg, CMP, Dolomite, Joma Sport, Skechers e Patrick. Qui The Arena sarà animata da performance di professionisti dell’intrattenimento freestyle, come biketrial, calcio, basket e break dance. Spazio anche a 12 giovani nuovi stilisti, gli Emerging Designers (Pad. 4E), selezionati da una giuria di esperti a cui è dedicata una sfilata in programma il 17 febbraio a partire dalle 12.45.

Durante Micam operatori del fashion potranno visitare due manifestazioni dell’accessorio moda: Mipel, il salone della pelletteria e Homi Fashion & Jewels, l’unica manifestazione in Italia su bijoux, gioielli e accessori. L’ultimo giorno di Micam, il 19 febbraio, corrisponderà invece, all’apertura di Lineapelle, mostra internazionale di pelli, accessori, componenti, tessuti, sintetici e modelli e di Simac, il salone internazionali di macchine e di tecnologie per le industrie calzaturiera, pellettiera e conciaria.

Tutte le informazioni e gli eventi su milano.themicam.com