Economia

Ecco il bonus zanzariere: come funziona

Lo sgravio fiscale per le spese effettuate è rivolto a tutti i possessori di unità immobiliari, nudi proprietari e affittuari

Ecco il bonus zanzariere: come funziona

Confermato anche per quest’anno il cosiddetto “bonus zanzariere”. Lo sgravio fiscale per le spese effettuate è rivolto a tutti i possessori di unità immobiliari, nudi proprietari e affittuari. Questi ultimi devono essere ovviamente d’accordo con il proprietario e sostenere tutti i costi. Il bonus può essere richiesto anche da chi abita in un condominio, previa approvazione dello stesso per poter svolgere i lavori. Ad avere diritto all’incentivo è anche il condominio stesso per la schermatura delle finestre nelle parti comuni dell'edificio. L’aiuto dello Stato, quindi, non è un rimborso e non vale per tutti i tipi di zanzariere. Quelle che rientrano nel bonus del 2021 devono rispettare alcuni requisiti: possono essere fisse (non smontabili ma installate in modo stabile); installate su una superficie vetrata (finestra o porta); regolabili (per consentire un facile utilizzo in base all’intensità solare); devono rispettare le normative in materia di efficienza energetica; devono avere la marcatura Ce.

L’incentivo, come spiega il Corriere della Sera, è è valido solo per l’installazione di zanzariere su immobili di qualsiasi categoria catastale già esistenti. Sono dunque escluse dall’agevolazione le unità immobiliari in corso di costruzione. La detrazione fiscale consiste in una riduzione delle imposte (Irpef o Iref) per un importo pari al 50% della spesa sostenuta entro il 31 dicembre 2021 per l’acquisto e l’installazione di zanzariere con schermatura solare, per la rimozione di eventuali sistemi che già esistevano e per altre opere accessorie. È detraibile anche l’onorario del professionista che si occupa dell’eventuale pratica Enea (Agenzia Nazionale Efficienza Energetica). Il limite massimo di spesa detraibile è di 60 mila euro.

Il rimborso sull'installazione delle zanzariere viene recuperato in 10 quote annuali dello stesso importo. Il pagamento delle spese deve essere fatto con un bonifico e la documentazione deve essere conservata per almeno dieci anni. Entro 90 giorni bisognerà mandare la comunicazione a Enea. Va ricordato che, per essere detratte, zanzariera e spese per l’installazione, vanno sempre inserite nel comma delle schermature solari e mai insieme agli infissi nella scheda infissi.

Commenti