Attenti al portafoglio

Congedo matrimoniale, come richiedere l'assegno

Una piccola guida per richiedere l’Assegno per congedo matrimoniale

Congedo matrimoniale: come richiedere l'assegno

Cambiano le modalità di richiesta all’Inps dell’assegno per congedo matrimoniale.

Con il messaggio n. 2147 l’istituto previdenziale è esemplificato come accedere al servizio le che è stato modificato nell’ambito del Progetto di innovazione tecnologica “HUB delle prestazioni non pensionistiche”.

L’Inps, difatti, ha progettato una piattaforma unificata per l'acquisizione delle domande on-line di prestazioni non pensionistiche e per la gestione integrata delle istanze da parte degli operatori di Sede.

Ma vediamo nel dettaglio di cosa si tratta

Cos'è l’assegno per congedo matrimoniale

Si tratta di una prestazione previdenziale che si può ricedere all’Inps in occasione del matrimonio civile o concordatario, o unione civile; il matrimonio religioso, pertanto, non dà diritto da solo all’accesso.

Si tratta fondamentalmente di un aiuto economico messo a disposizione dei lavoratori che ne abbiano i requisiti e che stiano celebrando le proprie nozze con rito civile o concordatario o unione civile. L’assegno, pertanto, viene concesso in occasione di un congedo straordinario e deve essere fruito (e dunque richiesto) entro 30 giorno dalle nozze. A beneficiarne possono essere entrambi i coniugi.

L’importo dell’assegno è pari a sette giorni di retribuzione, che diventano otto nel caso di lavoratori del comparto dei marittimi e secondo i criteri presenti nel messaggio, spetta a:

  • lavoratori disoccupati che nei novanta giorni precedenti il matrimonio/unione civile hanno prestato, per almeno 15 giorni, la propria opera alle dipendenze di aziende industriali, artigiane o cooperative;
  • lavoratori che, ferma restando l’esistenza del rapporto di lavoro, per un qualunque giustificato motivo non siano comunque in servizio (ad esempio, richiamo alle armi).

Esclusi dall’assegno, dunque, i lavori con la qualifica impiegatizia.

Come presentare la domanda

Sono tre i canali attraverso cui è possibile richiedere l’assegno. Il primo è il contact center, attraverso i numeri 803 164 (gratuito da rete fissa) e 06 164 164 da rete mobile. Inoltre è possibile richiederla attraverso i patronati o gli intermediari.

Logicamente i servizi sono disponibili anche attraverso il web, accedendo alla pagina personale del sito dell’Inps attraverso uno spid di 2 livello o superiore, tramite CNS (Carta Nazionale dei Servizi) o Carta di Identità Elettronica 3.0 (CIE).

La sezione dedicata è “Prestazioni e servizi” > “Servizi” > “Assegno congedo matrimoniale”. Il richiedente qui potrà trovare la sottosezione “Informazioni” (scheda informativa sulla prestazione), la sottosezione per l’“Inserimento domanda” (compilazione della domanda di Assegno per il congedo matrimoniale e invio telematico) e la sottosezione “Consultazione Domande”, contenente la lista delle domande di Assegno congedo matrimoniale presentate/in corso di presentazione.

Commenti