"Consentiremo a 300-400 mila persone di andare in pensione". Ecco il piano di Salvini

Al vertice di maggioranza via libera a "quota 100". Ecco il piano della Lega per cancellare la Fornero e far ripartire il mercato del lavoro

Sarà l'intervento più importante. Varrà dai 7 agli 8 miliardi di euro. In una intervista rilasciata al Messaggero Veneto, Matteo Salvini delinea i provvedimenti del governo che serviranno a modificare la legge Fornero. "Non vedrete sconticini alla Pd", promette il ministro dell'Interno assicurando che la riforma del sistema previdenziale "consentirà a 300-400mila persone di andare in pensione, liberando altrettanti posti di lavoro".

Al vertice di maggioranza con il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, uno dei punti forti che sono stati trattati è sicuramente quello che riguarda la riforma delle pensioni. L'obiettivo è superare con la "quota 100" (62+38) la legge che porta il nome dell'ex ministro al Welfare Elsa Fornero e che in Italia ha fatto non pochi danni. Al momento non è stata ancora definita la platea interessata ma Salvini assicura che potrebbe interessare fino a un massimo di 400mila persone. La copertura finanziaria dovrebbe attestarsi sui 7-8 miliardi, ma potrebbe calare a 3 miliardi se si incentivassero misure come i fondi di solidarietà e i contributi volontari scontati. Per il recupero delle risorse Salvini ha spiegato al Messaggero Veneto che il governo sta tagliando tutte le spese inutili e gli sprechi e ha anche ribadito che, "se si vuole realizzare un'operazione che rilancia lavoro e crescita", non ci si può "impiccare alla percentuale".

L'impegno del governo resta quello di mantenere il rapporto deficit/Pil sotto il 3%. "Ma - è l'avvertimento lanciato da Salvini - se dobbiamo aumentare il primo di qualche decimale, per fare ripartire il Paese io lo faccio a occhi chiusi". Un punto, quest'ultimo, su cui Tria non è troppo d'accordo. "Il suo mestiere è, giustamente, quello di tenere i cordoni della borsa - ha comunque ribadito il leader leghista - ma è ministro di un governo che vuole rispettare gli impegni presi". Salvini non pretende tutto e subito. Ma al ministro dell'Economia ha detto chiaramente che "le politiche di tagli e austerity negli ultimi anni hanno fatto aumentare il debito pubblico di 250 miliardi" e che per ridurlo "bisogna spendere quello che si ha con intelligenza, facendo crescere il Pil".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

vince50

Sab, 22/09/2018 - 12:07

Dal momento che i posti lavoro non abbondano,mi sembra una possibile soluzione ragionevole.Alcuni si fanno da parte e vanno in pensione,lasciando in questo modo il posto ad altri.

Anonimo (non verificato)

linea56

Sab, 22/09/2018 - 12:40

Che dire:BENISSIMO Poi direi a quelle fetecchie sinistre a cominciare da un inutile come Boeri: a boe' e com'e' che Matteo nostro c'ha liberato dagli artigli di quel mostro di nome elsa(minuscolo)e voi incapaci dicevate solo di prenderlo nel deretano? Infine voglio dirvi solo:MUNNEZZE Giuseppe

angelino_the_best

Sab, 22/09/2018 - 13:06

Sarebbe una buona iniziativa, se non contenesse una GRANDE ingiustizia... Non puoi mandare in pensione chi ha versato solo 38 anni di contributi e impedirlo a chi ne ha versati già oltre 42, ma ha SOLO 60 anni. Qui non si vuole tenere conto di tutti coloro che hanno cominciato a lavorare da giovani per mantenere la famiglia e ora si vedono passare davanti da coloro che, da giovani, hanno vissuto invece con spensieratezza la loro adolescenza. Ma vi pare un ragionamento normale? Chi ha pagato di più, deve aspettare. Chi ha pagato di meno, prego si accomodi! Quando ho votato, non pensavo che si potesse arrivare a PEGGIORARE la legge Fornero. Invece mi devo ricredere. Si era toccato il fondo, ma questi scavano! Che rabbiosa delusione! Angelo - Bologna

nerinaneri

Sab, 22/09/2018 - 13:15

...mettete al sicuro i vs risparmi...

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 22/09/2018 - 13:39

Bravo Salvini! Come ai bei tempi della DC d(')annata...

rokko

Sab, 22/09/2018 - 14:15

Questa di pensionare prima per produrre crescita è una boiata pazzesca, che l'unico effetto che otterrà è quello di fare da moltiplicatore per il debito. Il ragionamento di Salvini è troppo semplicistico. Primo, non è affatto detto che tutti quelli che andranno in pensione saranno rimpiazzati, anzi, quasi certo che il tasso di sostituzione sarà del 50/60 percento. Secondo, anche se fosse a parità di occupazione, chi subentrerà sarà pagato meno di chi esce. Terzo, anche se fossero pagati uguali e nello stesso numero, abbiamo forse dimenticato i 400/500 mila pensionati in più sul groppone della fiscalità generale, visto che già oggi i contributi di chi è in attività non bastano per pagare le pensioni? Questa proposta ha la stessa valenza del reddito di cittadinanza: più deficit per più spesa corrente. Una follia.

rokko

Sab, 22/09/2018 - 14:50

Bella boiata, si vede proprio che Salvini non è capace di far di conto, bisognerebbe regalargli un pallottoliere. Primo, non è affatto scontato che un pensionamento anticipato porti ad una nuova assunzione, anzi è più realistico pensare ad un tasso di sostituzione del 50/60%. Secondo, chi viene assunto al posto di un pensionato avrà una retribuzione più bassa, quindi altro che crescita. Terzo, e più importante di tutto, avremmo mezzo milione di persone in più da mantenere a contributi totali invariati o più probabilmente in diminuzione, il che significa più spesa pubblica corrente. In sintesi, sarebbe una misura equivalente al reddito di cittadinanza, finanziato in deficit, bella mossa.

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Sab, 22/09/2018 - 15:14

In un art. poco sopra Scrive L.Cesaretti a proposito del Reddito di Cittadinanza che i grillini si accorgono "...e dalla sorprendente scoperta che i soldi non crescono sugli alberi a Palazzo Chigi". Aggiungo e su nessun altro albero, ed è vero per tutte le proposte, esempio della Lega/FdI/FI: la FLAT TAX ecc dal Corriere della Sera: “La «Flat tax» con due aliquote per famiglie, partite Iva e imprese... al 15 e al 20% sopra e sotto 80 mila euro di reddito avrebbe un costo molto elevato, tra 60 e 100 miliardi di euro, senza contare il maggior gettito che potrebbe generare, alleggeren do il conto”.....e poi la stessa Lega per quota 100 parla di 7/8 miliardi ma altre fonti parlano di 13...ps colpa dei tecnici del mef tutti del PD se non si trovano i soldi?ma se i tecnici del mef fossero del PD avrebbero suggerito e/o trovato i soldi per le stesse o più azzardate proposte fatte dal PD...ma così non è stato. Perché? Perché i soldi non crescono sugli alberi!

Marguerite

Sab, 22/09/2018 - 18:39

Sentito da un’amico che è quadro in una banca svizzera....da 2 mesi, i soldi arrivano a profusione dall’Italia...chissà perché?

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 22/09/2018 - 19:14

Angelino 13e06, con la nuova legge "Salvero" 42+60 fa 102 quindi saresti in pensione da 2 anni!!! Saludos.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 22/09/2018 - 19:22

Tante belle parole carissimo rokko 14e50 le tue, ma Ti faccio una domanda. Secondo Te chi ha lavorato e versato contributi VERI e TASSE, per 40 anni e giusto che si goda il frutto del proprio lavoro O NO!!! Se non ci sono soldi si prendano parte di quelli che ha versato in TASSE!!!AMEN. Che dici!! A che quelli che ha versato in TASSE per 40 anni sono stati utilizati per mantenere FINTIPROFUGHI!!!! A BE SI BE!!! U CAPII!!!

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 22/09/2018 - 19:24

La riforma monti fornero. Sessantenni al lavoro disperati giovani disperati disoccupati.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 22/09/2018 - 19:39

@rokko - dici che non sanno far di conto. Mi piacerebbe interrogarti di matematica, ma non voglio farti fare brutte figure, classiche del comunista. Ma se parl idi soldi, chi ha fatto i 2400 miliardi di debito in tutti gli anni delal repubblica, se non i catto con l'appoggio totali dei sindacati sinistri? per la causa di tutti nostri mali non hai urlato, anzi li hai difesi, anche rivotandoli. E pensi di essere furbo? E pensi di saper far di conto? Capisci perchè andiamo male?

Massimocubo53

Sab, 22/09/2018 - 19:41

Mr Salvini crede erroneamente che facendo accedere alla pensione 300/400.000 persone vengano liberati 300/400.000 posti di lavoro . La stragrande maggioranza di persone continuerà a lavorare dopo essere andata in pensione come il sottoscritto e moltissime persone che conosco . Io sono andato in pensione a 62anni con 42anni e 6mesi di contributi = quota 104,5 Ho la partita IVA e fatturo alle Ditte con le quali collaboro da quasi 3anni e mezzo. Aumentare l'età minima di pensionamento a 65anni ed almeno con quota 105 .

audionova

Sab, 22/09/2018 - 22:50

se fosse cosi' io dico,ci fanno o ci sono?se vanno in pensione con 38 anni e non quelli con 42 succede la malora.salvini ci rivediamo alle elezioni.

audionova

Sab, 22/09/2018 - 22:51

ah be',l'ha scritto sergio rame.

killkoms

Sab, 22/09/2018 - 23:20

mandare in pensione solo chi potrebbe liberare un posto di lavoro?

rokko

Dom, 23/09/2018 - 00:16

hernando45, è irrilevante quello che io credo giusto o no, il punto è che non ci sono soldi. Ti rispondo con un'altra domanda: ti sembrerebbe giusto che chi ha lavorato 40 anni poi si vede decurtato l'assegno pensionistico ad un terzo o meno del suo reddito da lavoro? Perché è proprio quello che succederà se iniziamo a mandare in pensione persone a milionate.

rokko

Dom, 23/09/2018 - 00:22

Leonida55, la tua domanda sulla matematica mi fa semplicemente sorridere. Se sapessi quello che sono io in matematica, probabilmente saresti stato zitto. Per il resto che hai scritto, stendiamo un velo pietoso. Meglio aseecondarti, come si fa con i pazzi: sì certo Leonida55, come dici tu. Tranquillo.

Popi46

Dom, 23/09/2018 - 06:39

Ma i 400000 posti di lavoro sarebbero nel pubblico? Se la matematica non è un’opinione ci sarebbero quindi 400000 stipendi + 400000 pensioni da erogare mensilmente. Non mi sembra una misura compatibile con le regole contabili attuali.

Marguerite

Dom, 23/09/2018 - 08:20

Ma si....400.000 in pensione...E 400.000 LICENZIAMENTI PER CHIUSURA DSEI NEGOZI LA DOMENICA !!!!!!!!, Bel calcolo Salvini...auguri !!!!

rokko

Dom, 23/09/2018 - 10:15

Popi46, anche se fossero nel privato, non cambierebbe nulla. Avresti sempre 400000 pensionati in più da mantenere, sul groppone di quei (ormai pochi) che lavorano.

Ritratto di venanziolupo

venanziolupo

Dom, 23/09/2018 - 18:32

rokko ci saranno i tuoi amici finti profughi che pagheranno le pensioni ai 400.000 .... semplice no ?

rokko

Dom, 23/09/2018 - 20:33

venanziolupo, sei un completo idiota. Innanzitutto i profughi saranno amici tuoi. Secondo, per pagare 400000 pensioni in più ci vogliono circa 800000 nuovi lavoratori (e non basterebbero nemmeno, ma almeno non si peggiorerebbero i conti, visto che oggi il rapporto è una pensione per ogni lavoratore). Comunque, a me frega nulla. Ho un lavoro che posso svolgere in tutta tranquillità in Germania o Olanda, l'unico motivi per cui non ho accettato le proposte finora è che mia moglie non vuole. Se si mette male, peggio per voi, che rimarrete a fare la fame per sostenere un paio di incoscienti.

flip

Lun, 24/09/2018 - 09:09

fino a 62 anni ci posso anche arrivare. ma sono i 38 di lavoro che non so se ci saranno. ed allora cosa faccio?

stefi84

Lun, 24/09/2018 - 20:08

L'età sale per conto suo e non è un problema, gli anni di lavoro invece sono un problema perchè il lavoro è difficile da trovare. in futuro riuscire a lavorare anche solo 35 anni sarà un problema.