Conte convince i mercati: spread ai minimi da settembre

Il piano dell'Italia che riduce il deficit convince i mercati: lo spread scende ai minimi da settembre

Conte convince i mercati: spread ai minimi da settembre

Dopo la decisione del governo italiano di abbassare il deficit previsto per il 2019, i mercati credono al clima di "disgelo" tra Palazzo Chigi e l'Europa.

E ci credono al punto che lo spread tra Btp decennali e omologhi Bund tedeschi ha toccato stamattina i 264,5 punti. Si tratta del valore più basso del differenziale da settembre. Ieri sera il differenziale aveva chiuso a 274 punti. Il rendimento scende al 2,937%.

A Piazza Affari volano i titoli bancari a Piazza Affari Intesa Sanpaolo guadagna il 4,05% a 2,095 euro; Unicredit sale del 3,37% a 11,166. In forte rialzo anche Ubi Banca, +3,14% a 2,69 euro, e Bper Banca, +2,83% a 3,596 euro. E in attesa della conferenza stampa di Mario Draghi, che dovrebbe confermare la fine del Quantitative easing tutti i principali mercati europei hanno aperto al rialzo. La Borsa di Parigi registra un progresso dello 0,41%, Francoforte segna +0,47%, Londra +0,32%. A Milano il Ftse Mib guadagna l'1,34% a 19.198 punti, mentre l'All Share è +1,26% a 21.049.

Commenti