Così sparisce tutto dal conto corrente

Grazie a servizi di voip all'estero i truffatori riescono a clonare qualunque numero di telefono

Così sparisce tutto dal conto corrente

Sale l'allerta per una nuova e preoccupante truffa in grado di colpire i nostri conti correnti, già segnalata più volte in alcune zone del Paese.

Con l'arrivo del periodo estivo, che per numerosi cittadini italiani coincide con le ferie, in genere il numero delle transazioni sale vertiginosamente, così come quello delle truffe e dei raggiri messi in atto da malviventi che tentano di approfittare anche di un livello di attenzione più basso. Ecco perché il consiglio resta sempre quello di restare particolarmente vigili anche in momenti in cui non si vorrebbe far altro che staccare la spina per rilassarsi.

A parte i classici raggiri, effettuati tramite l'invio di falsi messaggi ed email sui dispositivi elettronici dell'obiettivo di turno, con lo scopo di impossessarsi di password e codici di accesso in grado spesso di spalancare le porte anche ai conti correnti, i malviventi riescono a mettere in atto nuove truffe continuando costantemente a perfezionarsi per far cadere nella propria rete un numero sempre maggiore di vittime.

Per mascherarsi in modo sempre più perfetto anche agli occhi di coloro che risultano più attenti, i truffatori online utilizzano oggi un metodo ribattezzato col nome di "spoofing", ovvero un attacco informatico che avviene con una pressoché perfetta falsificazione di identità. La vittima ignara avrà la convinzione di comunicare direttamente col proprio istituto bancario, dato che vengono riprodotti fedelmente i contatti principali con esso, a partire proprio dal numero di telefono registrato in rubrica.

Cadere nella trappola è purtroppo molto facile, dal momento che grazie alla capacità di clonare i numeri telefonici di banche e istituti di credito, i malviventi sono in grado di trarre facilmente in inganno le vittime. Tutto grazie all'uso di servizi voip forniti da gestori con sedi in paesi stranieri: i truffatori hanno quindi la possibilità di utilizzare un qualsiasi numero telefonico anche se già esistente, senza limiti o problemi.

Di recente il raggiro ha colpito i clienti Unicredit: con l'invio di un sms l'utente viene informato di un necessario aggiornamento dei dati del servizio di home banking. Arriva quindi la classica richiesta di cliccare su un link, attivando il quale ci si espone completamente ai truffatori, che si impossessano dei dati sensibili della vittima. Il consiglio, dal momento che le banche non informano mai i propri clienti tramite sms, è quello di non inserire codici o password nè di cliccare su alcun link, ma di recarsi in filiale e denunciare la truffa direttamente alle forze dell'oridne il prima possibile.

Commenti