Coranavirus, Von Der Leyen:"Valutare flessibilità Patto di stabilità"

Il presidente della Commissione Europea lo ha dichiarato in conferenza stampa

"Faremo il possibile per contribuire ad affrontare l'impatto sull'economia del Coronavirus (ndr)". A dichiararlo, nella conferenza stampa sui primi 100 giorni del nuovo esecutivo europeo, è il presidente della Commissione Ursula Von Der Leyen, che analizza quanto sta accadendo in Italia e in Europa per effetto dell'avanzare del Coronavirus e finalmente sembra stabilire una posizione definita su come affrontare l’emergenza anche attraverso una flessibilità del patto di Stabilità.

"Il coronavirus ha un vasto impatto sull'economia - ha dichiarato la Von Der Leyen - e le istituzioni europee faranno il possibile per affrontare questo aspetto dell'emergenza che si sta verificando". "Seguiamo da vicino la situazione in Italia – continua il presidente della Commissione - il governo ha annunciato nuove misure per contenere la diffusione del virus. Come sapete, abbiamo una squadra di reazione al coronavirus che collabora con gli Stati membri e si occupa della valutazione del rischio, del finanziamento di risorse per la diagnosi, la cura, i vaccini, i bandi per gli appalti congiunti".

Poi la Von Der Leyen passa alle proposte su come affrontare, in termini di politiche economiche, gli effetti sul sistema produttivo e sulle finanze pubbliche del Coronavirus: "C'è un forte coordinamento già in corso con i leader dell'Europa, con la Bce, con l'Eurogruppo per affrontare queste tematiche in maniera coordinata coerente. Ci stiamo preparando - continua il presidente della Commissione - per l'incontro dei ministri delle Finanze che si terrà la settimana prossima, per discutere la situazione e le possibili azioni a livello Ue".

Per contrastare gli effetti recessivi dell'epidemia, aggiunge von der Leyen, "ci sono due approcci diversi che sono possibili: uno è la flessibilità, l'altro i soldi". "Siamo in contatto costante - continua von der Leyen - con le autorità nazionali, con i rappresentanti dell'industria e con altri portatori di interessi. Sul versante macroeconomico, sono in costante contatto con Christine Lagarde, presidente della Bce. Stiamo studiando tutte le opzioni per la flessibilità prevista dal patto di stabilità e per quanto riguarda gli aiuti di Stato alle circostanze eccezionali in questo quadro. e naturalmente c'è un forte coordinamento delle nostre azioni e risposte a tutti i livelli", aggiugne.

"Sugli aiuti di Stato in generale useremo tutte le flessibilità necessarie e possibili per queste circostanze eccezionali" e l'azione, conclude, "non è solo a livello di Stati membri, ma anche al livello Ue e al di là".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

TitoPullo

Lun, 09/03/2020 - 16:48

CON CALMA RAGAZZI....CON CALMA SIGNORA URSULA....CON CALMA, NON C'E' FRETTA......CONTINUATE PURE COI VOSTRI INCONTRI E LE VOSTRE RIUNIONI INCONCLUDENTI.....CON CALMA.......TANTO NON NE USCITA' NULLA SE NON INUTILI E STERILI DICHIARAZIONI....AVANTI COSI....NON C'E' FRETTA!!