Covid-19, il ministro Provenzano: "Aiuti anche a chi lavora in nero"

Il ministro Giuseppe Provenzano: "Se l'epidemia fosse scoppiata al Sud, sarebbe stata un'ecatombe". E chiede di prendere misure anche per "le fasce sociali più vulnerabili"

Al Sud i tassi di diffusione del Covid-19 iniziano a crescere e l'emergenza legata alla pandemia inizia a farsi sentire anche nelle Regioni del Mezzogiorno. E sarà compito anche di Giuseppe Provenzano, ministro per il Sud e la Coesione sociale, affrontare la situazione.

Al Sud, il virus è arrivato dopo, con due settimane di ritardo rispetto alle Regioni del Nord. E Provenzano sa che questo rappresenta un vantaggio, che non va sprecato: "Il distanziamento va applicato con la massima cura e intanto dobbiamo ampliare la disponibilità di letti in terapia intensiva- ha rivelato durante un'intervista al Corriere della Sera- A Sud partivamo da quasi 1.700 posti, ora siamo a 2.400 e dobbiamo arrivare al più presto almeno a 3.500".

"Se l'epidemia fosse scoppiata al Sud- ammette il ministro- sarebbe stata un’ecatombe. Non lo dico con sollievo, ma con rabbia. È il frutto del disinvestimento nella sanità pubblica, di alcune degenerazioni regionali, della scelta di puntare sul privato". Ma, un merito alla sanità degli ospedali del Mezzogiorno va riconosciuto: "I malati di Bergamo oggi sono accolti negli ospedali in Sicilia o in Puglia" e tra i medici che hanno risposto al bando per aitare la Lombardia, "moltissim sono del Sud. Tutto il Paese sta dando una prova di responsabilità". E ora, per prepare gli ospedali del Sud al peggio, "stiamo lavorando giorno e notte". Già in settimana, annuncia Provenzano, "dovrebbe entrare a regime l’approvvigionamento di macchinari e andranno distribuiti su tutto il territorio nazionale. Domenico Arcuri, il commissario straordinario, conosce bene le criticità del Sud. Lui rappresenta una garanzia".

Sui problemi legati al lavoro, invece, il ministro specifica: "L'economia meridionale ha una vasta zona grigia di sommerso che ha riflessi anche sull’economia legale". Finora, chiaramente, le misure del governo a sostegno dei lavoratori hanno riguardato "l'emerso". Ma, sostiene Provenzano, "se la crisi si prolunga, dobbiamo prendere misure universalistiche per raggiungere anche le fasce sociali più vulnerabili: le famiglie numerose, oltre a chi lavorava in nero. Non basta la cassa integrazione in deroga per gli artigiani".

Il problema è legato anche a un "divario digitale", che ha permesso ad alcuni lavoratori di adottare lo smart working e ad altri di rimanere senza lavorare. Per le reti internet, ricorda il ministro, erano state fatte "gare al massimo ribasso, con il risultato che l’azienda vincitrice non ha fatto gli investimenti necessari per andare avanti nei tempi previsti. Anche perché il costo di quegli investimenti era più alto delle penali per i ritardi. Ma così si crea il divario digitale e un modello di sviluppo concentrato in alcune aree urbane ad alta densità". Così, ad essere svantaggiati sono "gli abitanti delle zone sfavorite, le aree interne". E questo, "vale per il Sud, come per il Centro-Nord".

E per aiutare l'Italia ad affrontare l'emergenza servirebbe anche l'intervento dell'Unione Europea: "Non pensi di cavarsela solo con le poche risorse della politica di coesione o l’allentamento sugli aiuti di Stato, pur necessario", commenta Provenzano al Corriere. Per uscire dalla crisi, infatti, "abbiamo bisogno di un piano europeo di investimenti coordinato". Ma "oggi l’Europa come vincolo non esiste più. Si è aperta una partita politica nuova e Germania e Italia si trovavano già entrambe in difficoltà prima della pandemia, ma ora una risposta europea coesa diventa davvero essenziale. Fuori dal tempo mi sembrano semmai i sovranisti: gli stessi che non volevano l’Europa, ora protestano perché non ce n’è abbastanza".

Contro le parole del ministro per il Sud, si è schierato Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato, che ha dichiarato: "Pensavo di aver viste tutte, ma mi mancava un ministro che chiede allo Stato di sostenere anche chi lavora al nero". E ha aggiunto: "Forse Provenzano lo ignora, ma chi lavora in nero ruba a tutti e usufruisce senza mettere un euro dei servizi finanziati da chi le tasse le paga e quindi ruba due volte". Ma, sostiene Calderoli, "un ministro che afferma cose del genere di certo non penserà mai a dimettersi, questo lo sappiamo, ma il premier Conte può e deve revocargli le deleghe. Se il premier Conte non lo fa allora significa che condivide il pensiero di Provenzano e quindi a dimettersi dovrebbe essere lui".

In giornata è arrivata anche la replica del ministro Provenzano: "Il titolo di un’intervista non fotografa un pensiero", ha precisato in un lungo post su Facebook. E ha aggiunto: "Il lavoro nero è una piaga da combattere, ma esiste e non si affronta solo con la repressione. Come istituzioni abbiamo il dovere di offrire un’alternativa, altrimenti l’alternativa la offrono gli 'altri', nell’illegalità e tra le grinfie della criminalità organizzata". Fino ad ora, ha continuato il ministro, è stata offerta protezione ai lavoratori, ma "tutto questo non copre fasce più vulnerabili della popolazione. Non possiamo fare come gli struzzi, mettere la testa sotto la sabbia. Se si prolunga la crisi, l’impatto economico e occupazionale potrebbe essere persino peggiore di quello della Grande recessione". E queste misure "potranno servire anche a 'chi lavora in nero', perché anche il sommerso sarà colpito dalla crisi e, per evitare di ritrovarcelo dopo, dobbiamo costruire da subito un’alternativa, prima che lo facciano i nemici dello Stato e della legalità".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di scimmietta

scimmietta

Mar, 24/03/2020 - 10:16

Cominciate a fare ognuno il proprio dovere senza ricorrere ai soliti "mammasantissima".

Albius50

Mar, 24/03/2020 - 10:22

Se OK LAVORO NERO BASTA REDDITO DI CITTADINANZA, ovvero chi raccoglie le arance e le olive nel SUD.

Ritratto di Trinky

Trinky

Mar, 24/03/2020 - 10:26

Quindi quelli che hanno lavorato sempre in regola lo prendono in quel posto? E magari quelli prendono pure il reddito Di Maio........

rudyger

Mar, 24/03/2020 - 10:32

Caro Ministro, i sovranisti sono sempre contrari a questa Europa. se la invocano in questo momento è perchè lì ci sono i soldi degli italiani !

ciccio_ne

Mar, 24/03/2020 - 10:35

Io sono un lavoratore nero...fatto nero dal fisco e da questa gente: pago il 65% per non godere di un servizio (infimo e schifoso) pubblico. Come per i calciatori, i politici non è necessario che siano poco dotati intellettivamente, ma aiuta!

ulio1974

Mar, 24/03/2020 - 10:36

...altro balzello per assicurarsi i voti....

AjejeBrazow

Mar, 24/03/2020 - 10:43

I governi non danno proprio nessun aiuto.Bene che vada restituiscono parte di ciò che rubano.

OMINE

Mar, 24/03/2020 - 10:44

A me pare che lo scopo nascosto sia di stanare chi lavora in nero invogliandolo a richiedere gli aiuti. L'esito sperato,credo sia che la richiesta di aiuti sia in effetti una autodenuncia che permette al fisco di scoprire degli evasori che da quel momento entrano fra quelli che vengono tassati.

maxfan74

Mar, 24/03/2020 - 10:45

Con il reddito di cittadinanza avete già aiutato chi lavora in nero. Sì dirigano questi fondi alla Sanità che serve a tutti.

Happy1937

Mar, 24/03/2020 - 10:47

Provenzano: non c'è limite alla sciocchezza. Pur non essendo Leghista, concordo pienamente con le osservazioni di Calderoli. Aggiungo: se lavorano in nero sono sommersi, nessuno li conosce, come fa Provenzano a scovarli per aiutarli?

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mar, 24/03/2020 - 10:52

Spero sia uno scherzo. Aiutare chi evade, chi non paga le tasse, chi prende il reddito di cittadinanza quando non dovrebbe. Equiparare il lavoratore in nero, che sceglie di essere in nero, al lavoratore regolar dovrebbe far insorgere i sindacati. E' una delle più grandi offese che si possa fare alle persone oneste. VERGOGNA

Ritratto di duliano

duliano

Mar, 24/03/2020 - 10:54

Ma sì aiutiamo il sud e anche i lavoratori in nero, mentre alle partite iva e ai piccoli imprenditori non diamo un cxxxo che tanto quelli (per la sinistra) sono ladri ed evasori e magari votano pure Lega............

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Mar, 24/03/2020 - 11:11

A parte qualsiasi altra considerazione più o mneo valida, non credo che chi lavora in nero sia così fesso da cascarci!

angryant

Mar, 24/03/2020 - 11:13

l'esclusione delle opposizioni dalla discussione parlamentare sui provvedimenti economici? ovvio, come sempre devono distribuire la pioggia di milioni tra i loro amici :banche e imprese amiche (voti) per es. il paese si arrangi con la beneficenza! inaccettabile che l'opposizione non si sia battuta con la determinazione adeguata per evitarlo. si deve pretendere la "lista della spesa" vogliamo sapere quanto va e a chi euro per euro! devono dare conto di tutte le spese!!! questa e' la lotta che ci aspettiamo dal centro-destra.

brob67

Mar, 24/03/2020 - 11:23

Ottimo. quindi rimarranno esclusi solo i professionisti iscritti agli ordini…..no comment!

Ilsabbatico

Mar, 24/03/2020 - 11:24

Dovete vergognarvi, mancate di rispetto a tutti quei lavoratori che mantengono tutta l'Italia da nord a sud. Non bastava il reddito di poltronanza? ...povera Italia!

Ilsabbatico

Mar, 24/03/2020 - 11:27

Dovete vergognarvi, mancate di rispetto a tutti quei lavoratori che mantengono tutta l'Italia da nord a sud. Non bastava il reddito di poltronanza? ...povera Italia!

jaguar

Mar, 24/03/2020 - 11:29

Come minimo raddoppierà il reddito di cittadinanza.

toni175

Mar, 24/03/2020 - 11:40

Proprio vero, l'onestà non paga.

FRLONITO

Mar, 24/03/2020 - 11:46

E’ scandaloso che un ministro se ne esca con una simile affermazione. Concordo con quanto ha detto Calderoli...e preciso che non ho mai votato per la Lega... fino ad ora ma simili prese di posizione unitamente alla politica sull’immigrazione finiranno per farmi cambiare idea

Giorgio5819

Mar, 24/03/2020 - 11:49

"le famiglie numerose, oltre a chi lavorava in nero...." voto di scambio come il reddito di cittadinanza, ennesima dimostrazione di sostegno all'illegalità, SPUTO IN FACCIA A CHI LAVORA ONESTAMENTE E PAGA LE TASSE.

acam

Mar, 24/03/2020 - 11:55

che sono la magior parte di chi vi ha votato

Ritratto di Flex

Flex

Mar, 24/03/2020 - 12:10

Questa proprio non l'ho capita e non la cipirò. Adesso lo Stato finisce per "tutelare il lavoro nero" e ammazza di tasse il resto del Paese. Possibile che nessuno voglia mettere al primo posto la legalità.

bernardo47

Mar, 24/03/2020 - 12:11

gia' ora il reddito di nullafacenza, di 780 euri mese, va in gran parte a quelli al nero! provenzano svegliati e non esagerare.....prima ti apprezzavo,ora un po' meno eh?

roberto5201

Mar, 24/03/2020 - 12:12

incommentabili, ci sarebbe da prendere una denuncia. Ministro di che?

Ritratto di adl

adl

Mar, 24/03/2020 - 12:15

"Aiuti anche a chi lavora in nero".........ma non hanno già il reddito di cittadinanza ??? Forse il ministro vuole dare a costoro anche la META' del BONUS ELEMOSINA di 600 € che spetterebbe agli autonomi che pagano o sarebbe forse più prudente dire "pagavano" i contributi inps ???

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 24/03/2020 - 12:22

Non basta il rdc, vero? AVete molti amici con tutti questi redditi extra, da preoccuparvi tanto per loro e non per gli alrti?

mimmo1960

Mar, 24/03/2020 - 12:22

Per anni abbiamo e stiamo mantenendo i migranti e non possiamo mantenere gli italiani che lavorano a nero per portare un pezzo di pane a casa??

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mar, 24/03/2020 - 12:25

Solo grattandoci da soli le nostre rogne riusciremo ad ottenere qualcosa in tempi utili. E quanto all'Europa, prima ne usciamo e meglio e'. Come se in casa nostra non avessimo gia' abbastanza IMPOSIZIONI DA PARTE DI FORZE ESTERNE...

ulio1974

Mar, 24/03/2020 - 12:25

"I malati di Bergamo oggi sono accolti negli ospedali in Sicilia o in Puglia" e tra i medici che hanno risposto al bando per aitare la Lombardia, "moltissim sono del Sud.". Giustissimo. Ma allora premi QUEI medici e QUEGLI ospedali, non i lavoratori in nero evasori - e magari mezzi delinquenti!!

mcm3

Mar, 24/03/2020 - 12:27

Purtroppo il lavoro al Nero e' una brutta realta' del nostro paese, ma anche queste persone devono essere aiutate, ora, non potendosi muovere non sanno come vivere

ondalunga

Mar, 24/03/2020 - 12:29

@mimmo1960: basta con ste storie del pezzo di pane...la maggior parte dei cittadini lavora e paga le tasse per lo stesso tozzo di pane...basta la retorica dei poveretti che altrimenti non sbarcano il lunario, basta ! Vuoi lavorare in nero ? Ok ma non dovresti poi usare le strutture dello Stato pagate con le tasse altrui, dalle strade agli ospedali e non dovresti poi un giorno pretendere la pensione seppur minima. BASTA !

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Mar, 24/03/2020 - 13:04

Regno Unito La posizione ondivaga del premier Boris Johnson sulla gestione del coronavirus sta gettando in confusione il Paese. Ieri il governo ha ordinato 3 settimane di stop a tutte le attività non essenziali, vietato i raduni di tre o più persone e uscite possibili solo per chi deve acquistare cibo, medicine o fa sport. Ma il giorno dopo una folla ha preso come di consueto d’assalto treni e metropolitane tanto che il sindaco di Londra, Sadiq Khan, ha dovuto lanciare un appello via twitter: «Non posso dirlo con più forza: ora dobbiamo smettere tutto l'uso non essenziale del trasporto pubblico. L'idolo dei Sovranisti "de 'noantri"

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mar, 24/03/2020 - 13:26

roba da codice penale

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mar, 24/03/2020 - 13:31

Allora dovete per forza far imbestialire la gente che ha sempre pagato le tasse e si è sempre messa in regola col fisco. Stanare gli evasori è un compito della Finanza, aiutare chi è in regola è un dovere non negoziabile,che sia chiaro!

Ritratto di Il corvo

Il corvo

Mar, 24/03/2020 - 14:32

Proporrei anche un sussidio per i topi di appartamento, con il fatto che ora dobbiamo restare tutti a casa i loro proventi sono scesi del 90%.

widmer.v.r

Mar, 24/03/2020 - 14:36

ma come si fa a dar voce ad uno così! da spedirlo nei campi a raccogliere pomodori, in nero a 2-3 ero all'ora.. intanto anche in piena emergenza e senza poter muoversi-lavorare (la maggior parte degli autonomi) continuano ad arrivare le bollette delle utenze domestiche, come niente fosse, tutto come prima, senza aver visto alcun aiuto tanto sbandierato in tv (per i like, comprati magari coi soldi dei contribuenti?); tra poco mancheranno a molti anche le risorse per le necessità primarie, e allora se ne vedranno delle belle! arriveremo forse vedere delle scene come nel Venezuela dello scorso anno?

Ritratto di adl

adl

Mar, 24/03/2020 - 14:40

......E' pur vero che dopo aver sconfitto la POVERTA', sarebbe anche il caso di abolire le ELEMOSINE, ma ........nessuno è perfetto !!!!!

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 24/03/2020 - 16:17

Non vedo commenti del Conte Mascetti! Strano?

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mar, 24/03/2020 - 17:02

Il ministro specifica: "L'economia meridionale ha una vasta zona grigia di sommerso che ha riflessi anche sull’economia legale". Finora, chiaramente, le misure del governo a sostegno dei lavoratori hanno riguardato "l'emerso". Ma, sostiene Provenzano, "se la crisi si prolunga, dobbiamo prendere misure universalistiche per raggiungere anche le fasce sociali più vulnerabili: le famiglie numerose, oltre a chi lavorava in nero." QUINDI LO SANNO CHI LAVORAVA O CHI CONTINUA A LAVORARE IN NERO!Altro che lavoro in nero da aiutare,coi sussidi europei.Domanda perché la Finanza non li va a sanzionare?Le soluzioni sinistre porteranno ad un vicolo cieco e la gente comincia ad avere le scatole piene dei continui sussidi per gente che evade le tasse! Come si fa solo a pensare simili idiozie? Non sarebbe più logico stanare tutta questa gente e sanzionarla a dovere?

bernardo47

Mar, 24/03/2020 - 17:22

buttare via altri miliardi, no, perbacco.Riconvertire al lavoro reddito cittadinanza e alla sanita' quota cento!

titina

Mar, 24/03/2020 - 17:56

Non è giusto..

Jon

Mar, 24/03/2020 - 18:31

Basta fare una dichiarazione scritta..???

marioscopelliti

Gio, 26/03/2020 - 14:56

Buongiorno ILLUSTRISSIMO Ministro Giuseppe Provenzano, credo di portare alla sua conoscenza un problema che affige tutti quelli che come nella mia situazione, purtroppo non hanno un posto fisso di lavoro, ma si lavora in modo occasionale, e visto che in questo momento dobbiamo rispettare l'imposizione di stare a casa, a causa del Coronavirus, e quindi non possiamo cercare un lavoro occasionale, chiedo alla S.V. di far sapere al Signor Conte che esistiamo pure noi, ed e' giusto che anche noi avessiomo un aiuto dallo stato, dobbiamo fare la spesa anche noi, dobbiamo vivere anche noi, quindi la Prego sign. Ministro Giuseppe Provenzano di portare la questione a chi di competenza per poter ricevere anche noi un aiuto economico a far fronte delle esigenze di vita. Grazie in nome di tutti gli Italiani che lavorano occasionalmente.