"C'è l'accordo politico sul dl Rilancio". Regolarizzati pure i migranti

Le liti nella maggioranza fanno slittare il dl Aprile a metà maggio. La manovra da 55 miliardi mercoledì 13 aprile arriva al Cdm. 5s cedono sui migranti

Quello che sarebbe dovuto essere il decreto Aprile, arriva a metà maggio. Dopo una giornata di tira e molla, frenate, conferme, smentite e infinite riunioni, questo benedetto decreto sembra aver preso forma. Centinaia di articoli sono sotto esame con un pre-consiglio che va avanti da ore. Tanto che del decreto Rilancio non c'è ancora una conferma definitiva messa nero su bianco. E così, quei soldi che tanto servono agli italiani restano lì ancora per un po'. Almeno fino a domani.

Il Consiglio dei ministri, infatti, avrebbe dovuto varare il decreto ieri - o meglio, il mese scorso - ma tutto è stato rinviato a domani, nonostante le pressioni dei ministri Dario Franceschini e Roberto Speranza e dello stesso premier Giuseppe Conte. In queste settimane, sono circolate diverse bozze e ora, da Palazzo Chigi fanno sapere che "l'accordo politico c’è" e quindi domani il Consiglio dei ministri darà (in ritardo) il via libera al dl rilancio da 55 miliardi di euro. Ma intanto il decreto non c'è ancora.

L'accordo politico è stato raggiunto e questa notte servirà ai tecnici del pre-consiglio per limare tutte le norme, dicono. Da Palazzo Chigi fanno sapere che l'elevato numero di norme e la complessità di misure sta dilatando i tempi del pre-consiglio. E in questo caos fatto di ritardi, il ministero dell'Economia, Roberto Gualtieri, assicura che "tutti i nodi sono stati sciolti ed è in corso la predisposizione del testo finale del decreto Rilancio, che recepisce tutte le modifiche tecniche concordate al pre-consiglio".

Gualtieri, forse per cercare di placare gli animi e le ire degli italiani, mette le mani avanti e spiega che vista la sospensione del patto di Stabilità e le due votazioni precedenti del Parlamento sullo scostamento di 80 miliardi di euro "non c'è alcun problema di coperture riguardo al decreto stesso". Sarà tutto a posto per domani quindi?

Le misure

Tra le norme che verranno inserite nel decreto legge c'è l'aumento al 110% dell'ecobonus e del sismabonus per le ristrutturazioni edilizie. I cittadini potranno cedere il credito d'imposta alle imprese e quindi si potranno fare determinati lavori in casa senza sborsare un euro. Per le imprese ci saranno diverse modalità di aiuto: per le aziende più piccole sarà possibile il finanziamento a fondo perduto (6miliardi di euro), gli sconti su affitti e bollette (1 miliardo e 600 milioni). Verranno prorogati di 9 settimane le varie tipologie di cassa integrazione, la Naspi, i soldi per gli autonomi e il blocco dei licenziamenti. Dentro il decreto Rilancio è stato inserito anche il reddito di emergenza per chi non ha entrate e un Isee sotto i 15 mila euro. Palazzo Chigi, quindi, ricorda di avere un solo obiettivo: "Dare nelle prossime ore il via a una solida rete di sostegni, aiuti e investimenti a protezione di cittadini, famiglie e aziende alle prese con una crisi senza precedenti". Con un po' di ritardo, forse, ce l'hanno fatta.

Ma visto la lentezza dei politici e l'aggravarsi dell'emergenza, nel decreto Rilancio ci saranno interventi anche per la sanità (oltre 3 miliardi) per assumere 9.600 infermieri e aumentare del 115% i posti in terapia intensiva. Qualcosa andrà pure all'edilizia scolastica e all'aiuto del pagamento dei crediti vantati nei confronti della Pubblica amministrazione. Confermata la cancellazione dell'Irap per le imprese fino a 250 milioni di fatturato. Il dl Rilancio avrà anche uno stop all'Iva sulle mascherine.

Regolarizzazione dei migranti

Questo possiamo definirlo il vero tasto dolente. La maggioranza si è letteralmente spaccata. Dopo due visioni completamente diverse (Pd a favore della sanatoria con tanto di minacce di dimissioni della Bellanova e M5S contro), due giorni fa - sempre di notte - sembrava che i gialli e i rossi si fossero messi d'accordo. I grillini, quindi, sembrava avessero ceduto alla regolarizzazione di migranti, colf e badanti, ma immeditamente Vito Crimi aveva rimesso i puntini sulle "i". "Il MoVimento non cederà", diceva. E così era (ri)scoppiata la guerra. Durata poco però. Questa sera, infatti, l'intesa politica sulle misure contenute nel decreto rilancio comprende anche l'accordo sulla regolarizzazione dei cosiddetti lavoratori "invisibili".

I 5S hanno ceduto pure su questo. "Sul tema dei lavoratori stagionali colf e badanti è stato raggiunto un accordo che ritengo soddisfacente, frutto di un testo modificato e migliorato rispetto a quello di domenica scorsa, che accoglie nostre esplicite richieste e mette al centro il lavoro regolare", dice il capo politico del Movimento 5 Stelle, Vito Crimi.

Peccato, però, che quando dice queste parole neanche lui ci crede. La verità è soltanto una: il decreto arriva in ritardo, la maggioranza è spaccata e i grillini pur di stare al governo rinnegano anche i loro ideali.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

beppechi

Mer, 13/05/2020 - 10:10

e' commovente vedere come il governo si sia impegnato per risolvere i problemi di mafiosi e immigrati irregolari

Ritratto di Trinky

Trinky

Mer, 13/05/2020 - 10:14

Andate a vedere chi è il marito della ministra Belladonna e capirete tante cose........

Nicola48ino

Mer, 13/05/2020 - 10:14

Da qualche giorno sul canale rassegna stampa di Sky troneggia una foto di gualtieri sorridente come un santino, questa mattina i santini sono due l'altro è boccia si è proprio schierata la corazzata australiana. Sembrano due benedicenti, la guardo un attimo solo x i titoli di facciata degli altri giornali, ma vedere un professore di storia che fa l'economista mi fastidia un po', tra lui e i due passarellisti che ci stanno portando alla rovina con quelle facce soddisfatte. Mah non c'entra niente con l'articolo ma farsi pubblicizzare da altra banda di acquiscenti allo sfacelo.....

magnum357

Mer, 13/05/2020 - 10:18

Solito schifo e a pagarne le conseguenze i lavoratori italiani e non solo !!!!!!

routier

Mer, 13/05/2020 - 10:18

Regolarizzare i migranti clandestini sarà la pietra tombale del governo e partiti connessi. Non c'è bisogno di alta strategia per capirlo, ci arriverebbe anche un minus habens.

Ritratto di navajo

navajo

Mer, 13/05/2020 - 10:22

Ma c'è sempre necessità di questo patetico teatrino? Tutte le volte? Prima sempre contro e poi sempre d'accordo. Nemmeno Totò nel film "la Banda degli onesti".

MOSTARDELLIS

Mer, 13/05/2020 - 10:24

Il classico elefante che ha partorito un topolino. Questo governo è una vergogna per l’Italia, ormai deriso in tutto il mondo e al quale gli italiani, purtroppo grazie al Capo dello Stato che non vuole sciogliere le Camere, devono sottostare nonostante la palese incapacità, il dilettantismo, il pressappochismo, l’attaccamento alle poltrone. Da ultimo la figuraccia fatta con la cooperante Silvia Romano, sbagliando in due cose importantissime, nel regalare 4 milioni di euro ai terroristi e nel fare a spintoni per andare a fare la passerella a Ciampino. Non parliamo poi della gestione dell’emergenza del Coronavirus, con centinaia di “esperti” del tutto inesperti e da centinaia di norme confuse e astruse. Che vergogna

glasnost

Mer, 13/05/2020 - 10:25

E' un Governo che agisce in base all'ideologia. E la difende a spada tratta solo con la macchina della propaganda. Ma così non va, sta distruggendo l'Italia e tra poco, mi dispiace molto, ma tra poco ci saranno le rivolte dei "non garantiti". Chissà perché però il Presidente fa finta di non vedere? E' vero, viene dalla sinistra, ma dovrebbe essere "sopra le parti", come aveva detto "il presidente di tutti", ma copre fino all'incredibile i danni e le storture di questo governo che sta irritando la gente.

moichiodi

Mer, 13/05/2020 - 10:34

La lettura del giornale su un provvedimento da 55 miliardi: sistemati i “migranti “. Senza vergogna!

leopard73

Mer, 13/05/2020 - 10:38

Uno scempio e MATTARELLA sta a guardare SEMPRE in silenzio, forse aspetta Renzi per intervenire!!!

Ritratto di Iam2018

Iam2018

Mer, 13/05/2020 - 10:43

E' preoccupante vedere come questo governo di incapaci riesca solamente a fare ciò che affossa ancor di più l'italia e non riesca nemmeno a far arrivare le mascherine nelle farmacie. Strano che non ci abbiano messo anche lo ius soli in questa porcata.

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Mer, 13/05/2020 - 10:52

"... dice il capo politico del Movimento 5 Stelle, Vito Crimi. Peccato, però, che quando dice queste parole neanche lui ci crede. La verità è soltanto una: il decreto arriva in ritardo, la maggioranza è spaccata e i grillini pur di stare al governo rinnegano anche i loro ideali." Questi sarebbero il nuovo che avanza e che apre i palazzi del potere come fossero una scatoletta di tonno (pinna gialla..)? Solita politica da cadreghina uber alles.

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Mer, 13/05/2020 - 10:53

"... dice il capo politico del Movimento 5 Stelle, Vito Crimi. Peccato, però, che quando dice queste parole neanche lui ci crede. La verità è soltanto una: il decreto arriva in ritardo, la maggioranza è spaccata e i grillini pur di stare al governo rinnegano anche i loro ideali." Questi sarebbero il nuovo che avanza e che apre i palazzi del potere come fossero una scatoletta di tonno (pinna gialla..)? Solita politica da cadreghina uber alles.

Nicola48ino

Mer, 13/05/2020 - 10:54

Ma non c'è un consulente che spieghi a questi incompetenti che ci sono un sacco di italiani alla fame che vogliono andare a lavorare nei campi? Tanto siete destinati a sparire, questa volta il popolo quello vero non il gregge di pidioti vi seppellira' con una valanga di no al vostro maldestro operato incapaci.

Frusta2

Mer, 13/05/2020 - 11:00

Cosa interessa agli italiani la regolarizzazione dei clandestini lo sa solo il papa e mattarella.Era ed e' piu' urgente AIUTARE LA AZIENDE E I PICCOLI IMPRENDITORI NONCHE' LE FAMIGLIE ALLO STREMO PIUTTOSTO CHE ASSECONDARE IL PARTITINO DI RENZI "ITALIA SMORTA". CE NE RICORDEREMO ALLE PROSSIME ELEZIONI ,CARI TRADITORI.

ROUTE66

Mer, 13/05/2020 - 11:05

Se non fosse una tragedia,si potrebbe credere che siamo in una farsa. Questa mattina in un programma di RAI TRE,si è parlato in sequenza, di MANCANZA DI MANO D"OPERA E LA PROSPETTIVA DI MIGLIAIA DI DISOCCUPATI nei mesi a venire(naturalmente da aggiungere)a quelli già esistenti. ORA DITEMI VOI SE SIAMO IN UNA TRAGEDIA O UNA FARSA

savonarola.it

Mer, 13/05/2020 - 11:08

Se questo governo fa qualcosa lo fa esclusivamente per agevolare delinquenti e clandestini. Chi lavora e produce è invisibile. I risultati sono sotto gli occhi di tutti.

ROUTE66

Mer, 13/05/2020 - 11:16

E sempre nella stessa trasmissione si è parlato di immatricolazioni di auto,dove ad Aprile si è registrato un CALO del 95%. Bene,a questo punto la Sig BORTONE che dirige l"orchestra se ne è uscita con una VERA PERLA. Al Signore che rappresentava il settore AUTO (dice) LEI non crede che passata questa buriana la BORTONE possa recarsi a ordinare una NUOVA AUTO,certo la Sig BORTONE Sì, LEI certamente Sì,lo stipendio RAI in tutto questo tempo lo ha preso pieno. Ma NON si stava parlando fino a poco prima di mancanza di prospettive fino a poco prima.

routier

Mer, 13/05/2020 - 11:16

Attenzione, i gilet gialli italiani sono pronti e aspettano solo l'occasione buona per scendere in piazza e temo che nessuno sia in grado di fermarli.

Duka

Gio, 14/05/2020 - 11:42

a questi due non darei la gestione nemmeno di un chiosco per gelati.