Draghi lancia l'allarme spread "Sta danneggiando le banche. Ma sono fiducioso"

Il presidente della Bce, Mario Draghi, è "fiducioso che si troverà un accordo" a proposito della manovra di bilancio italiana, di recente bocciata dalla Commissione europea

Il presidente della Bce, Mario Draghi, in conferenza stampa a Francoforte al termine della riunione del Consiglio direttivo, risponde alle domande sulle tensioni tra il Governo italiano e Bruxelles. "Quella dell'Italia è una questione fiscale e dunque non vi è stata una grande discussione sull'Italia nel consiglio. Era presente il vicepresidente della Commissione Dombrovskis e ho chiesto a lui il permesso di citarlo e quindi ripeto quanto ha detto lui, che occorre rispettare le regole ma anche cercare un dialogo". Draghi poco dopo ha ribadito la sua fiducia sul fatto che "si troverà un accordo".

"In alcuni paesi -prosegue il capo della Banca centrale - è stato registrato un lieve aumento dei tassi ma in larga parte crediamo che si tratti di fattori isiosincratici, legati a fattori locali. Nel complesso riteniamo che forse c’è stato un qualche effetto di contagio (dalla situazione in Italia) ma comunque si tratta di un fenomeno limitato". Draghi ha ripetuto inoltre quanto già osservato nel corso della precedente riunione del consiglio direttivo a settembre, e cioè che in Italia vi è stato un aumento dei tassi per imprese e famiglie.

Dopo aver assicurato la fine del "quantitative easing" a fine anno, Draghi assicura che la politica monetaria resterà comunque molto accomodante verso i Paesi. La fine del Qe, prosegue, "non è una misura specifica rivolta a un singolo paese", ma è una misura "di politica monetaria legata al raggiungimento del nostro obiettivo di inflazione". "È ancora necessario un ampio grado di accomodamento monetario per ottenere una sostenuta convergenza dell’inflazione a livelli inferiori ma vicini al 2% nel medio termine".

Rispondendo ad una domanda sui rischi legati al rialzo dello spread tra i btp italiani e i bund tedeschi, Draghi ha messo le mani avanti: "Io non ho la palla di cristallo, 300, 400, certamente questi titoli sono nelle banche e se perdono valore loro impattano sul capitale delle banche. Ma ha assicurato: "Sono ancora fiducioso che si possa trovare un accordo" sulla manovra italiana bocciata dalla Commissione Ue.

Salvini: "Intesa con l'Ue? Sì, ma alle nostre condizioni"

"Anche io sono per un accordo, ma sulle nostre posizioni'', dice il vicepremeir Matteo Salvini lasciando palazzo Madama dopo il question time.''Non mi potete fare ogni giorno la stessa domanda, la manovra non cambia, non è che possiamo dire lunedì che non cambia, martedì che non cambia e poi...''.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Atomix49

Atomix49

Gio, 25/10/2018 - 15:24

Ma si... in fondo a nessuno interessa buttare fuori la gallina dalle uova d'oro. Solo che oramai nel pollaio italico ci sono rimasti solo galletti e a nessuno piace stare sotto a fare la parte delle gallinelle. Si tratta solo di trovare un modo di poter annunciare alla stampa che hanno vinto tutti... una specialità non solo italica questa. In pratica tutti vincitori e nessuno sconfitto... almeno fino a maggio: il mese in cui ragliano i somari.

MASSIMOFIRENZE63

Gio, 25/10/2018 - 15:26

Draghi for president.

Ritratto di pensatoreindipendente

pensatoreindipe...

Gio, 25/10/2018 - 15:29

Equilibrio ci vuole, EQUILIBRIO IN TUTTO, anche nel parlare.Bravo Draghi!

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 25/10/2018 - 15:34

Mario Draghi sa bene quel che dice e conosce altrettanto bene il "sistema". Però il suo é solo un giudizio "bonario", mirante a calmare le acque. Chi determinerà la prossima posizione delle UE non sarà certamente l'ennesimo fessacchiotto francese, come è stato detto e fatto ieri, ma la "Signora Merkel" in persona ed i suoi scherani. Non sono in pena e se servirà ad uscire dalla trappola tedesca ne sarò felice, anche se potrà essere duro e faticoso trovarsi fuori dal gioco "Merkeliano".

dagoleo

Gio, 25/10/2018 - 16:03

l'Europa stà implodendo e questi dementi, come i preti bizantini sotto assedio, non se ne rendono conto. Il governo dell'Europa è come Bisanzio nel maggio 1453 quando cadde sotto i colpi dei Turchi.

Gigasetter

Gio, 25/10/2018 - 16:10

Draghi sappia che delle banche degli altri, non c'è ne può fregar di meno... morte vostra, vita nostra...

Ritratto di bimbo

bimbo

Gio, 25/10/2018 - 16:13

Mi sa che Draghi è troppo preoccupato per le banche che poi vendono soltanto fumo. Le banche sono troppe e non servono a niente, tagliare e tagliare le banche, che costano e costano sempre di più.

schiacciarayban

Gio, 25/10/2018 - 16:13

E avanti al grido di CHI SE NE FREGA! il baratro è sempre più vicino... e per chi non lo sapesse se le banche vanno male, i prestiti diminuiscono, il costo del denaro sale, le aziende vanno peggio, gli stipendi diminuiscono e quindi noi siamo sempre più poveri. Ma chi se ne frega, tanto noi abbiamo dei fenomeni al governo, ci hanno detto che il PIL crescerè a dismisura, su che basi poi non è dato a sapere!

Libertà75

Gio, 25/10/2018 - 16:16

In sostanza, dopo che USA, Russia e Cina hanno dato il proprio ok all'Italia, sta sfumando di forza la bocciatura di Bruxelles, totalmente inutile e fuori luogo. Da rilevare che con la fine del QE, l'euro andrà a rivalutarsi rendendo i titoli di stato italiani estremamente appetibili all'estero, ergo, il duo settebellezze potrebbe pure superare l'autunno e mangiare serenamente il panettone.

cangurino

Gio, 25/10/2018 - 16:22

strano, a me risulta che il bazooka possa abbattere lo spread, come successo e verificato in passato. Mi risulta anche che il grilletto del bazooka lo abbia Draghi. Risulta infine che la cessione di antonveneta a MPS, che causò perdite di miliardi per risparmiatori e contribuenti sia stata convalidata da Draghi, quando era governatore di banca d'italia.

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 25/10/2018 - 16:25

anche io sono fiducioso, specialmente ora che iniziate ad abbassate la cresta e capire che i governi golpisti comunistoidi di monti, letta, renzi e gentiloni, noti maggiordomi della germania e francia non ci sono più!

Ritratto di ohm

ohm

Gio, 25/10/2018 - 16:33

ma questo qui pensa solo alle banche ?

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Gio, 25/10/2018 - 16:35

....insomma Atomix49 voleva infortmarci che maggio è il suo mese...non ne avevamo di dubbi

HappyFuture

Gio, 25/10/2018 - 16:36

BASTA CAMMINARE SUL TAGLIO DI UNA LAMA. USCIAMO DALLA UE I traditori alla GOGNA.

Nick2

Gio, 25/10/2018 - 17:02

La manovra di bilancio è balorda e non punta alla crescita, lo sforamento al 2,4% non piace sia all’Europa, sia agli investitori, ma l’Italia sarebbe, nonostante questo e nonostante l’enorme debito, più affidabile del Portogallo e almeno al pari della Spagna, quindi, a mio avviso, non sarebbero giustificati rispettivamente i 150 e i 200 punti in più di spread nei loro confronti. Non sarebbero giustificati se non ci fosse il concreto rischio di un’uscita dalla moneta unica. Ad ogni esternazione del duo delle meraviglie, lo spread si impenna, per poi parzialmente rientrare dopo ogni intervento di Tria. Personalmente, investirei qualcosa in BTP, che rendono bene, ma non lo faccio perché, dovessimo uscire dall'euro, mi ritroverei con carta straccia. E credo che la maggioranza di voi si comporti come me. Se noi non ci fidiamo, perché si dovrebbero fidare i mercati?

Nick2

Gio, 25/10/2018 - 17:08

Libertà75, secondo te, Russia e Cina, che sono da anni impegnate per farci uscire dall'UE e dalla moneta unica, comprerebbero titoli di stato italiani? Mica sono scemi!

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Gio, 25/10/2018 - 17:17

Ottimo. Che soffrano pure. Non può andar sempre bene per le banche. Finora sono state salvate a spese della gente e delle aziende. Ora, per quanto mi riguarda, possono anche fallire. Non vanno aiutate. Vanno lasciate fallire.

carpa1

Gio, 25/10/2018 - 17:26

"Intesa con l'Ue? Sì, ma alle nostre condizioni" ... ci devi spiegare però il reale significato, perchè la frase è mooolto sibillina; come voler far condividere ghiaccio ed acqua bollente, nella medesima pentola, senza che uno si sciolga e l'altra si raffreddi.

Ritratto di etasrl

etasrl

Gio, 25/10/2018 - 17:41

NON CAPISCO PERCHE' IL GOVERNO NON INVESTE IN BORSA COMPERANDO I NOSTRI TITOLI DI STATO PER UN AMMONTARE DI ,DICIAMO, 15 MILIARDI ,MEGLIO 150 (QUELLI DESTINATI L'ANNO PROSSIMO A ..):SIAMO COSI' FORTUNATI CHE GLI SPECULATORI CI HANNO FATTO GRATIS UNA CAMPAGNA FAVOREVOLE ,POTREMMO METTERCI DEL NOSTRO PER FARLI SALIRE SE VOGLIAMO STRAFARE,TANTO CI BASTA FARE DELLE DICHIARAZIONI GIORNALISTICHE, ANCORA PIU' SCONVOLGENTI ,GIORNALISTICHE ,ETC.....CON IL RICAVATO IN 5-10 OPERAZIONI BEN ORCHESTRATE ,CI FERMIAMO AD UTILE NETTO QUANTO SERVE ALLA POLITICA,NEL FRATTEMPO LO SPREAD DOVREBBE SCENDERE A DUE CIFRE ....NON VOGLIO INSEGNARE NULLA AGLI ESPERTI ...

Jon

Gio, 25/10/2018 - 18:38

@Nick2..quante idiozie riesce a dire in pochi minuti..La richiesta dei nostri BTP e' sempre doppia del disponibile; sono i titoli piu' garantiti sul mercato, dai risparmi degli Italiani. Dovranno acquistare gli Italiani i CCT appena il Governo li emettera' perche' garantiti dall'Euribor con interesse di 0,5% aggiuntivo...Fine della speculazione sullo Spread..!!

Ritratto di perSilvio46

Anonimo (non verificato)

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Gio, 25/10/2018 - 19:10

X etasrl..17:41...A volte problemi che appaiono complessi hanno soluzioni semplici e la sua, oltre che essere semplice, è geniale. Non sia modesto, lei ha molto da insegnare agli esperti. È sufficiente che il GOVERNO comperi BTP per 150 miliardi perché lo spread crolli, addirittura potrebbe cambiare di segno se, anziché 150 ne comperasse 1.500. Certo ci vuole un minimo di cautela per orchestrare bene i riacquisti (tecnicamente si chiama buyback), suddividendoli in più tranche per evitare scossoni, ma la cosa è fattibile. Mi chiedo per quale ragione il Governo non lo abbia già fatto. P.S. per quanto concerne dichiarazioni da fuori di testa per far salire lo spread siamo già ben messi, ma, sono certo, possiamo ancora migliorare.

Piero52

Gio, 25/10/2018 - 19:32

Caro Draghi, se contiamo le aziende che le banche hanno rovinato, nulla sta accadendo in confronto. Sono finiti i momenti in cui le banche chiedevano il 17% di interessi + gli interessi trimestrali sugli interessi, ovvero tassi da usura, tempi in cui, signor Draghi, molto probabilmente era un bancario. Ora tocca alle banche soffrire, e se smettete di buttare benzina sul fuoco spread, probabilmente tutto va a posto.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Gio, 25/10/2018 - 19:45

Putin compera i nostri BTP? Il fondo sovrano russo (National Welfare found) per statuto può comperare debito solo da un numero limitato di paesi: l’Austria; il Belgio; il Canada; la Danimarca; la Finlandia; la Francia; la Germania; il Lussemburgo; i Paesi Bassi; la Spagna; la Svezia; il Regno Unito e gli Stati Uniti. Putin, che dispone di un potere privo di controlli, potrebbe in teoria ammettere l'acquisto anche di titoli ad alto rischio ma il fondo ne risentirebbe come credibilità perdendo valore ben oltre la percentuale di pre-spazzatura incamerata (il mercato capirebbe che prende decisioni su base politica e non economica), e, visto che rappresenta il 4.6% del PIL russo non se lo può permettere. Conte scambia una dichiarazione generica per un impegno finanziario. Perfetto nella generale cialtronaggine che ci governa.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 25/10/2018 - 19:50

Anche noi siamo fiduciosi, perchè se avete intenzione, voi parrucconi sinistri europei, non certo Draghi che finora ci ha aiutato, di mandarci sul lastrico, sappiate che ci seguite a ruota. Buona fortuna. Dopo si che si scatenerà l'inferno.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 25/10/2018 - 19:58

Grande Europa..

Anonimo (non verificato)

brunog

Gio, 25/10/2018 - 20:09

Si rendono conto che non possono forzare la mano come nel 2011 con il rischio di fare saltare tutto. Se poi la Deutsche Bank vuole speculare, devono pensare due volte con tutti derivati che ha in pancia, infatti ho appena finito di leggere un articolo in cui si dice che va di male in peggio. Una crisi nell'eurozona potrebbe dare fastidio agli USA e Regno Unito mettendo la Germania come responsabile.

vottorio

Gio, 25/10/2018 - 20:17

Mario Draghi sembra essere in "intelligenza" con il "nemico".

HappyFuture

Gio, 25/10/2018 - 20:33

Lo spread è carta straccia. Cart-titoli che rimangono nelle banche e che le banche si passano, cercando di fregarsi a vicenda: chi li ha acquistati a 90 teme che se li vende prima della scadenza prenderà 80. Il privato che ha comprato per i suoi risparmi non va a chiedere soldi prima del tempo. Se la smettessero di prendere i lettori per deficienti con lo spread sarebbe meglio.

bremen600

Gio, 25/10/2018 - 21:23

delle tue banche non ci interessa nulla.io me ne frego in quanto odio te e le tue banche e per me devono solo fallire.

kobler

Gio, 25/10/2018 - 21:42

Draghi sta utilizzando la stessa misura che usava Renzi. Se le banche vanno male anche le famiglie italiane vanno male. Però non spiega che si parla di 5-6 famiglie mafioso-bancarie che vogliono mantenere potere in Italia!!! Caro sig. Draghi se lei non è capace a mandare AFF...O quella UE che fece inciuci con delinquenti che si fecero passare per governanti italiani affidabili, che ci possiamo fare? Lei è rimasto indietro! Vede cosa dice anche Salvini? Alle nostre condizioni e non quelle di chi viene qui a mangiare senza poi pagare!!! Se voglio ti regalo io da mangiare ma che sia obbligatoa mantenere le banche che sono private.... piuttosto le mando a fuoco!

Ritratto di MyriamZ.

MyriamZ.

Gio, 25/10/2018 - 21:45

Ma quanto sono scemi, stanno andando dritti contro un bel muro. È finita, o si cambia o si crolla, tutti insieme!

kobler

Gio, 25/10/2018 - 21:51

Sig Draghi: lei deve sentire e vedere cosa dice il Min. Savona!!! Ha ben capito il gioco sporco dei partiti collusi e anche lui intende fermarlo o si preferisce mettersi a 90° per mantenere i parassiti? Il vecchio governo ha fatto patti che non poteva mantenere sapendolo, però era sicuro che avrebbe contiunuato a vivere e invece è morto e sepolto. Caro Dragi: chieda alla UE se vuole rimanere viva o se preferisce sparire, così almeno chiariamo una volta per tutte. L'Italia a quelle condizioni NON può rimanere nella UE! Se vi stiamocosì sulle balle allora chiedeteci di uscire, ma preparate i contantoi perché ci dovete risarcire!!!

kobler

Gio, 25/10/2018 - 21:52

Nessuno ricorda quando con MOnti e poi con Renzi abbiamo raggiunto quel 300%? Poverini che memorie labili, quando vogliono

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Ven, 26/10/2018 - 00:09

kobler - 21:51 Condivido.

Ritratto di Ninco Nanco

Ninco Nanco

Ven, 26/10/2018 - 14:54

Con Monti e Renzi siamo stati anche al 300% e anche di più, in qualche momento. All'epoca non mi pare di aver sentito fiatare tutti questi profeti di sventure.