Arriva il bonus energia: a chi spetta e come ottenerlo

Il decreto Aiuti-ter prevede l’estensione del credito di imposta per le bollette del gas e dell’energia elettrica. Un supporto in favore anche delle aziende più piccole

Arriva il bonus energia: a chi spetta e come ottenerlo

Il decreto Aiuti-ter prevede delle misure a sostegno anche delle aziende più piccole, ovvero non soltanto quelle energivore. Nell’attesa che venga pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e che quindi le misure contenute guadagnino efficacia, ci sono cose già note.

Si sa che, per le aziende molto esose in termini di energia elettrica e di gas, il credito di imposta salgono dal 25% al 40% ma questo varrà soltanto per i costi sostenuti durante i mesi ottobre e novembre se superiori almeno del 30% rispetto ai consumi del 2019.

Il Bonus energia per bar e ristoranti

Si parla di bar e ristoranti a ragione veduta, perché sono aziende che si situano per antonomasia nella fascia di consumi da 4,5 KWh fino a 16 KWh ma il bonus è appannaggio di tutti i commerci che rientrano in questi consumi. Un sostegno, anche in questo caso per i mesi di ottobre e novembre, con uno sconto fiscale del 30% della spesa sostenuta per l’approvvigionamento di energie, a patto che questa sia superiore almeno del 30% a quella dello stesso periodo del 2019.

La platea di riferimento è costituita da 2 milioni di soggetti, tra i quali rientrano anche le società sportive.

Per avere accesso all’agevolazione occorre dimostrare i maggiori costi sostenuti, fanno quindi stato le bollette che servono a dimostrare un aumento dei costi sostenuti almeno in ragione del 30%.

Il credito di imposta

Il credito di imposta può essere usato in compensazione oppure può essere ceduto a istituti di credito e agli intermediari finanziari autorizzati. Sulla cessione restano nodi da sciogliere, soprattutto relativamente alle scadenze. Questo e altri dubbi saranno risolti con la pubblicazione del decreto.

In ogni caso il credito di imposta non concorre a formare reddito imponibile ai fini Ires, Irap e Irpef.

Altri sostegni alle imprese

Il credito di imposta per le piccole imprese è una delle novità di spicco del decreto Aiuti-ter ma si attendono anche altre iniziative, come una facilitazione di accesso al credito per necessità di cassa mediante accordi tra governo e banche affinché vengano erogati prestiti a tassi di interesse contenuti per permettere ai piccoli esercenti di saldare le bollette di gas ed energia elettrica.

Commenti