Fusione Fca-Renault, il cda francese: "Studiamo ​la proposta con interesse"

Il gruppo Renault sta valutando la proposta di fusione avanzata da Fca. Domani ci sarà un'altra riunione

Fusione Fca-Renault, il cda francese: "Studiamo ​la proposta con interesse"

La proposta di maxi fusione tra Fiat Chrysler e Renault è stata valutata "con interesse" dal consiglio di amministrazione della Renault. Lo ha annunciato il produttore francese in una dichiarazione: "Il consiglio di amministrazione ha deciso di continuare a studiare con interesse l'opportunità di tale progetto e di estendere la discussione su questo tema".

La nuova riunione, nella quale si discuterà ancora della proposta arrivata dalla casa italiana nei giorni scorsi, si terrà alla fine della giornata di domani, mercoledì 5 giugno. Fiat Chrysler ha proposto a Renault una fusione alla pari, con la divisione degli utili alla pari, del cinquanta e cinquanta. La società italiana aveva inviato una lettera non vincolante al consiglio dell'amministrazione del gruppo Renault e oggi, dall'azienda francese è arrivata la conferma di una valutazione approfondita della proposta. A detta dei vertici del Lingotto, la fusione darebbe vita a "uno dei principali produttori di auto al mondo in termini di fatturato, volumi, redditività e tecnologia a beneficio dei rispettivi azionisti e degli stakeholder delle società".

Secondo Bloomberg, però, per arrivare ad un accordo potrebbero volerci mesi e diverse trattative, ma la disponibilità mostrata dal gruppo Renault sembra già un primo segnale. A detta del Financial Times, inoltre, i due rappresentanti di Nissan nel cda di Renault (tra le due società esiste un'alleanza industriale) si sono astenuti dal voto.

Contro l'operazione, invece, si è espresso il fondo attivista francese Ciam, azionista di Renault che, secondo quanto riporta Repubblica, avrebbe scritto una lettera al sda del gruppo, definendo la proposta "un'acquisizione", che "sottovaluta totalmente" Renault.

Commenti