L'Ue zittisce subito il governo: "Non toccate le tasse in Italia..."

Il commissario europeo per l'Economia, Paolo Gentiloni, ha lanciato un chiaro messaggio all'Italia: "Il Recovery Fund non può essere utilizzato per fare riduzioni delle tasse"

I fondi del Recovery Fund? Non devono assolutamente essere utilizzati dai vari governi per ridurre le tasse. Anzi: affinché non avvengano sprechi, l'Europa è pronta a monitorare ogni mossa effettuata dai singoli Paesi membri dell'Ue.

Recovery Fund e taglio delle tasse

Questa è la posizione di Bruxelles in merito ai denari che saranno erogati dal Next Generation Eu. Posizione, tra l'altro, ribadita a più riprese da varie personalità di rilievo: dal cancelliere austriaco Sebastian Kurz al vicepresidente della Commissione europea, Valdis Dombrovskis, passando per il commissario europeo per l'Economia, Paolo Gentiloni.

A proposito di Gentiloni, l'ex premier italiano, intervenendo al webinar del Messaggero "Obbligati a crescere. Cantieri all'opera" ha lanciato un chiaro avvertimento all'Italia. "Il Recovery Fund non può essere utilizzato per fare riduzioni delle tasse. Il messaggio su questo tema mi ha preoccupato, soprattutto per i riflessi europei: si deve investire sul futuro e sugli investimenti necessari", ha dichiarato.

Gentiloni ha quindi spiegato che i piani che saranno presentati a Bruxelles dovranno avere un certo equilibrio tra "l'autonomia delle scelte dei governi" e le "priorità comuni che la Commissione europea ha indicato". Detto altrimenti: gli esecutivi europei hanno carta bianca ma non possono ignorare i paletti fissati dall'Ue.

"Da Bruxelles lavoreremo con il governo italiano perché queste risorse enormi vengano usate bene, anche perché la capacità di assorbimento di centinaia di miliardi non è scontata", ha aggiunto Gentiloni, che ha poi elogiato il supporto europeo, formato da interventi complessivi che sfiorano i 300 miliardi.

Scendendo nel dettaglio, la prima approvazione del piano comporterà un'erogazione del 10% del totale. Il resto, ha sottolineato il commissario Gentiloni, "verrà erogato due volte all'anno", sulla base del "raggiungimento degli obiettivi e dei cronoprogrammi che saranno contenuti nei piani nazionali".

Tempistica e obiettivi

Attenzione inoltre alla tempistica di presentazione dei singoli piani, visto che se tempi e obiettivi da raggiungere saranno irrealistici "alla fine la Commissione avrà difficoltà nelle erogazioni biennali delle risorse", ha ammonito l'ex premier italiano.

Proprio come affermato qualche giorno fa dal ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, Gentiloni ha rimarcato il fatto che i soldi provenienti dal Recovery Fund non devono in alcun modo tradursi in un'ondata di spesa corrente o tagli di imposta. Al contrario, dovranno rilanciare investimenti pubblici e privati seguendo apposite linee guida.

"Se mandiamo il messaggio che usiamo questi quattrini per un taglio delle tasse – ha concluso Gentiloni - c'è una preoccupazione soprattutto per i riflessi europei". Sarebbe un segnale negativo, a detta del commissario, dare la sensazione che da uno sforzo comune – mettendo cioè debito comune - il Paese principale beneficiario utilizzi le risorse per tagliare le tasse "invece di investire sul futuro, sulle riforme e sugli investimenti necessari". "Io ho messo le mani avanti da commissario europeo e so che in Italia la linea è la stessa", ha concluso Gentiloni.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di vince50_19

vince50_19

Gio, 17/09/2020 - 13:05

Giusto: aumentiamole.....

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 17/09/2020 - 13:16

le toccheremo noi, centrodestra, tranquilli :-)

Fjr

Gio, 17/09/2020 - 13:22

Vince,aumentarle e per fare i fighi dimostrare che le puoi rateizzare aggiungendo interessi da usuraio

agosvac

Gio, 17/09/2020 - 13:23

Sembra che uno dei peggiori Premier che l'Italia abbia mai avuta non riesca a capire, forse per questo è stato uno dei peggiori, che il benessere dei cittadini di una Nazione non può che passare per un taglio delle tasse!!! Tra l'altro gli Stati che compongono l'UE sono Stati indipendenti e sovrani. Se l'UE tedesca non vuole sganciare i soldi che gli Stati hanno versato proprio per potere ricevere aiuti, se li tengano e se li dividano tra di loro. Queste continue mortificazioni devono finire: il Regno Unito se ne uscito da questa ciofeca e sta benissimo, al contrario di quello che l'UE tedesca sosteneva. L'Italia non è schiava della signora Merkel, né dei suoi accoliti.

Ritratto di QuoVadis

QuoVadis

Gio, 17/09/2020 - 13:37

E già. Altrimenti il carrozzone di Bruxelles non può fare la bella vita.

magnum357

Gio, 17/09/2020 - 13:55

Capito !!!!!! L'importante per la UE ed anche per gualtieri è spremere spremere spremere le piccole imprese ed i contribuenti con tasse e balzelli fino a farle chiudere e morire !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Anche per questo voto NO al referendum, a casa tutti i ministri di questo governo di incompetenti, Conte in primis !!!!!!!!!!!!!!

rigampi1951

Gio, 17/09/2020 - 14:46

Via da questa UE rubasoldi che comanda sempre in casa nostra, vogliono rendere il ceto medio e le piccole imprese alla fame, ladri legalizzati

Cosean

Gio, 17/09/2020 - 15:11

Veramente non solo la UE ha zittito Conte. Anche questa testata non è stata a guardare!

Giorgio1952

Gio, 17/09/2020 - 15:19

Mi sembra più che corretto non usare il Recovery Fund per ridurre le tasse, i fondi devono essere usati per far crescere il paese, lo ha sempre sostenuto il Cdx altrimenti si fa assistenzialismo e la decrescita felice 5stellata. Comunque l'economista Salvini sostiene che si può portare la pressione fiscale al 15% per 10 milioni di famiglie con Isee sotto i 70mila euro, ma che film ha visto?

Giorgio1952

Gio, 17/09/2020 - 15:53

magnum357 si vede che lei ha capito il significato del referendum, cosa centra con i ministri e il governo?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 17/09/2020 - 16:01

Bisogna eliminare tutte le tasse sul mattone. Via l'IMU. Non si vende e ne si compra, il mercato è fermo. Al massimo una tassa irrisoria per tutti gli immobili che non incidono molto sul portafoglio, 100 euro possono stare bene, 400€ 1000€ o 2000€ sono troppi. Quando un Comune di 100mila abitanti ha 50mila alloggi e cose varie sono 5milioni di euro sommati ad altri tributi all'anno.Basta che diminuisca il personale in esubero e tanti uffici che sono inutili. Già quello di aver creato l'uffico per l'imu è già inutile, fannpo già pagare un'imposta sulla spazzatura legato ai metri quadri della casa..

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 17/09/2020 - 16:34

Speriamo che non le tocchino, perchè se le toccano i sinisrti di sicuro aumentano come sempre, di numero e di importo.

Ritratto di adl

adl

Gio, 17/09/2020 - 16:47

Il bellacciao che lotta impavido e sprezzante del pericolo per collocare il proprio backside sulle impervie poltrone straremunerate di Bruxelles, che ne dice se si usasse il Fondo Ricoveri, per tagliare l'enorme smart fun katzing retribuito a prescindere della P.A. allargata e quindi di conseguenza in funzione dei risparmi tagliare le tasse ???!!!!