Caos Imu, venerdì il Cdm

Al momento, la sospensione dell'Imu pare riguardi solo le prime case ed escluda invece i capannoni e le imprese. Confindustria e Federalberghi chiedono la sospensione

Venerdì 17 sarà il giorno della verità sull'Imu. Palazzo Chigi ha reso noto che il Consiglio dei Ministri è alle ore 11 per l’esame dei provvedimenti sul rifinanziamento della Cig in deroga, sull'eliminazione dello stipendio dei membri del governo con status di parlamentare; sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica, ma soprattutto sull'imposta municipale unica.

I ministri e i sottosegretario del Pdl sono stati convocati nella sede di via dell’Umiltà alle 19:30. È quanto riferiscono fonti del partito, secondo le quali la riunione sarà dedicata ai dossier sul tavolo del prossimo Cdm ed in particolare al mancato congelamento dell’Imu sui capannoni industriali e agricoli.

È qui che si gioca la partita. Al momento, la sospensione dell'Imu pare riguardi solo le prime case ed escluda invece i capannoni e le imprese. L’intervento per i capannoni industriali sarebbe rinviato a più avanti, quando sarà ridisegnato il sistema complessivo. È invece possibile, ma al momento è ancora un’ipotesi di lavoro, che venerdì ci sia anche lo stop all’Imu per le case rurali.

Insomma, secondo le prime indiscrezioni, pare che l'esecutivo Letta voglia procrastinare il tema dell'Imu per le imprese. Una cosa che non farà contente le aziende. Proprio il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, oggi ha ribadito che tra le priorità del governo per rilanciare l'economia ci deve essere un’armonizzazione dell’intervento sull’Imu che ha un impatto sulle attività produttive, e cioè la tassa riguardante i capannoni.

"La prima e immediata emergenza per le imprese del terziario di mercato, dell’artigianato e dell’impresa diffusa è quella di sospendere l’imminente pagamento di giugno della prima rata dell’Imu sugli immobili strumentali delle imprese, compresi, naturalmente, alberghi e negozi, così come annunciato per l’abitazione principale", ha tuonato anche il presidente di Rete imprese Italia, Carlo Sangalli, in una lettera inviata al presidente del Consiglio.

Anche Federturismo ha fatto sentire la sua voce. "Solo l’Imu, per un albergo 4 stelle di 100 camere in centro a Milano, raggiunge i 100.000 euro: sono preoccupato del generalizzato e incontrollato aumento delle aliquote da parte dei Comuni", ha dichiarato il presidente di Federturismo Confindustria, Renzo Iorio.

Caricamento...

Commenti

Caricamento...