Nuovi super-poteri del Fisco Adesso può setacciare i conti

Dal prossimo aprile scatterà una vera e propria stretta sulle prime liste selettive di presunte persone fisiche infedeli preparate dall’Agenzia delle Entrate. L’ombra del Fisco sulla privacy dei contribuenti

Una maxi operazione per contrastare l’evasione fiscale che setaccerà i conti bancari dei contribuenti alla caccia di presunti furbetti: è partito il conto alla rovescia per i controlli selettivi del Fisco.

Come ricorda il quotidiano Il Messaggero, a partire dal prossimo aprile scatterà una vera e propria stretta sulle prime liste selettive di possibili persone fisiche infedeli preparate dall’Agenzia delle Entrate. Le autorità sono in attesa di un decreto del ministero dell’Economia che dovrebbe essere pronto entro la fine di marzo.

A quel punto il Fisco avrà via libera per analizzare i conti dei contribuenti con la sua lente d’ingrandimento, per stanare evasori totali o paratotali. Lo farà utilizzando un apposito algoritmo che indagherà bonifici e giacenze, per sottolineare eventuali incongruenze tra chi nasconde più ricchezza di quanta ne dichiari realmente.

Attenzione però, perché è importante fare una precisazione. Finiranno sotto i riflettori dell’algoritmo soltanto i conti di quei soggetti ritenuti a rischio evasione. Per scremare una selezione di papabili furbetti, le autorità fiscali passeranno al setaccio l’Archivio dei rapporti finanziari.

C’è però un problema non da poco. Il contrasto all’evasione fiscale deve muoversi di pari passo con la tutela della privacy. Ecco perché il Fisco adotterà dei paletti alla pseudonimizzazione.

In altre parole, verranno conservati i dati di una persona in una forma tale da impedirne l’identificazione. Allo stesso tempo l’Agenzia delle Entrate e la Guardia di finanza potranno però avvalersi delle tecnologie e delle interconnessioni con le altre banche dati di cui dispongono per elaborare criteri rischio utili a far emergere le posizioni dei contribuenti da sottoporre a controllo.

Limiti del Fisco e privacy

Stando al Garante dei dati personali, Antonello Soro, la tecnica della pseudonimizzazione sarebbe tuttavia una tecnica molto dubbia in quanto a tutela della privacy, visto e considerato che gli interessati risulterebbero comunque identificabili.

In ogni caso l’Authority ha ribadito la necessità di mettere nero su bianco l’elenco dei diritti dei contribuenti che subiranno delle limitazioni e la possibilità, da parte loro, di effettuare un esercizio di rettifica laddove necessario.

Abbiamo parlato dell’Archivio dei rapporti finanziari. Si tratta di una banca dati dell’anagrafe tributaria che contiene saldi e movimenti di tutti i rapporti finanziari dei contribuenti. Incrociare queste informazioni con quelle immagazzinate nelle altre banche dati alle quali ha accesso il Fisco, aiuterà le autorità fiscali a far emergere liste selettive di soggetti da monitorare con attenzione.

Per capire quali limiti dovranno essere imposti al trattamento dei dati sarà necessario attendere il decreto ministeriale citato.

In ogni caso, al di là dei paletti abbozzati per non gettare i contribuenti nel panico, è evidente come i super poteri concessi al Fisco stiano lentamente iniziando a mostrare tutto il loro potenziale. E stiano, parallelamente, gettando una minacciosa ombra sui diritti dei contribuenti.

Commenti
Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 20/01/2020 - 14:48

Si attende ansiosi il prossimo comizio della Meloni: “Vogliono farci diventare evasore 1 e evasore 2, cittadini x, dei codici, ma noi non siamo dei codici siamo persone, e difenderemo la nostra identità. Io sono Giorgia, sono donna, sono mamma, ho la partita IVA. Non me lo toglierete!"

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 20/01/2020 - 14:49

una democrazia che pian piano sta diventando sempre più piccola. ma volevate la sinistra al governo, e questo è quello che viene fuori :-) pur di non volere Berlusconi, ora tutti siamo a rischio! basta poco, un equivoco, una parola mal interpretata, e si aprono le porte delle assurdità! altro che evasione ....

tormalinaner

Lun, 20/01/2020 - 15:05

Con questi controlli nessuno spenderà e l'economia andrà a rotoli. Questo è terrorismo fiscale puro.

Calmapiatta

Lun, 20/01/2020 - 15:18

Il fisco ha potuto sempre setacciare i conti di tutti...il problema è che setaccia sempre e solo i conti dei poveracci.

gigi0000

Lun, 20/01/2020 - 15:27

A me possono controllare tutto, che non me ne frega niente, ma credo che la faccenda si riveli un disastro, cagionando infiniti guai a contribuenti onesti e non scovando invece i veri evasori. Le piccole imprese saranno spremute e milioni di P.IVA costrette a chiudere. Quindi minor gettito fiscale e conseguente aumento delle tasse. Che furbiiiii!

hallogram

Lun, 20/01/2020 - 15:55

Personalmente non mi impressiona questo tipo di controllo. Spero che chi evade venga scovato veramente . Lo scopo dovrebbe essere questo per poter pagare tutti le tasse e pagare meno. Non la metterei neanche sul politico. Questo è un progetto che parte da lontano e dire che l’ha fatto l’attuale governo non corrisponde a realtà. È una conseguenza della massiccia informatizzazione e dell’incrocio dei dati che sta iniziando a vedersi dopo tanti anni di attesa. Purtroppo siamo in Italia e non sempre i soldi delle tasse vengono spesi come dovrebbero essere spesi.

bernardo47

Lun, 20/01/2020 - 18:56

Combattere evasione fiscale a 132 miliardi, è un obbligo. Male non fare paura non avere....

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 20/01/2020 - 19:02

Ma vai a vedere quelli che si drogano che pagano in contante e quelli che spacciano dove vanno a finire i soldi. Sempre gli stessi ad essere controllati, gli onesti.

bernardo47

Lun, 20/01/2020 - 20:43

gli onesti non hanno paura di nulla! controllino pure! tremino i ladri della evasione dei 132 miliardi e delle false autocertificazioni per rubare il reddito nullafacenza...

bernardo47

Lun, 20/01/2020 - 21:58

colpire gli evasori fiscali! sono ladri!

disturbatore

Lun, 20/01/2020 - 23:17

Fanatismo nel tassare . Oramai ce´una sfrenata corsa a voler dimostrare all´Europa che l´Italia e´molto piu´severa degli altri PAESI. Un esempio su quanto conti il rigore sulle tasse ce´lo mostra in questi giorni la Gerrmania della Angelina . Dal 1 Gennaio e´obbligatorio anche per i piccoli negozi di emettere lo scontrino fiscale , ebbene i grandi Tabloid tipo Bild e compagnia bella vanno gia´all´attacco per eliminarlo . Troppo spreco di carta dicono . La ragione vera e´che i tedeschi non vogliono troppa burocrazia perche´la burocrazia soffoca il commercio . In Italia e´gia´troppo tardi , lo hanno soffocato gia´da tempo con la scusa del " ce´lo chiede l´Europa " . Nessun altro Paese e´cosi´suddito dell´Europa come l´Italia . Con gli italiani l´Eurocrazia si rafforza . L´Europa si fa´a costo degli italiani

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 21/01/2020 - 11:51

@bernardo47, ma che dici? Io onestissimo, mi hanno chiamato e mi avrebbero fatto pagare una multa solo perchè con il mio stipendio (un normale stipendio) non avrei potuto acquistare un appartamento con il mutuo,tant'è che mi ha consigliato di suddividere le spese con mia moglie. Manco avessi comprato la villa di George Clooney. Questo dopo 20 anni di lavoro!?