Aziende

I superyacht Sanlorenzo a vele spiegate

Il cantiere accelera su ricavi e utili. E dopo Simpson Marine prepara nuove acquisizioni

I superyacht Sanlorenzo a vele spiegate

Ascolta ora: "I superyacht Sanlorenzo a vele spiegate"

I superyacht Sanlorenzo a vele spiegate

00:00 / 00:00
100 %

I cantieri Sanlorenzo hanno chiuso il primo trimestre con un risultato netto di gruppo pari a 19,7 milioni, in crescita del 14,3% rispetto ai 17,2 milioni dello stesso periodo del 2023. I ricavi netti dalla vendita di nuovi yacht, spiega una nota, ammontano a 194,8 milioni (+6%) con un ebitda pari a 34,1 milioni (+9,5%). Gli investimenti netti organici si attestano a 6,8 milioni, di cui circa il 90% relativo all'espansione della capacità industriale e allo sviluppo di nuovi modelli. La posizione finanziaria netta è pari a 73,7 milioni (108,1 milioni al 31 marzo 2023) ed evidenzia un temporaneo assorbimento di cassa in considerazione, tra l'altro, del perfezionamento dell'acquisizione del gruppo Simpson Marine, senza il cui impatto la posizione finanziaria netta si attesterebbe a 96 milioni.

Secondo il management, anche dopo l'acquisizione si mantiene un'elevata solidità patrimoniale e cassa in eccesso, che permettono di valutare ed eventualmente perseguire tutte le opzioni strategiche che si dovessero presentare sul mercato. Il backlog lordo (il portafoglio ordini in attesa del materiale per la realizzazione) è pari a circa 1,2 miliardi. La società, infine, conferma la guidance 2024, che prevede una crescita sostenibile nel tempo dei principali indicatori finanziari, con ricavi netti nuovo previsti coperti per il 72% dalla quota 2024 dell'attuale portafoglio ordini.

«Con l'acquisizione del gruppo Simpson Marine abbiamo iniziato a lavorare speditamente sull'integrazione soprattutto a livello commerciale - ha spiegato il presidente

Massimo Perotti. Inoltre, ha concluso, «il gruppo mantiene disponibilità liquide invidiabili, che ci permetteranno di valutare e cogliere prontamente ogni ulteriore opportunità, anche in termini di crescita per linee esterne».

Commenti