Imu, retromarcia del governo. Può saltare la stretta fiscale

L'esecutivo adesso frena sui nuovi controlli sulle doppie residenze. Gualtieri: "Daremo parere contrario all'emendamento"

La stretta sull'Imu potrebbe saltare. I giallorossi infatti hanno provato a inasprire i controlli sulle abitazioni per verificare il pagamento dell'imposta in modo più approfondito. Di fatto la mossa della maggioranza è orientata per uno stop alle finte "prime case", marchingegno ideato per evitare il pagamento dell’Imu sulle seconde abitazioni. Con un emendamento dei relatori alla manovra - depositato in commissione Bilancio del Senato - si interviene sulle cosiddette case turistiche, che spesso vengono dichiarate al fisco come abitazioni principali con lo spostamento fittizio della residenza di uno dei due coniugi. Ogni nucleo familiare potrà indicare una sola abitazione principale. Fin qui i fatti. Ma la mossa dell'esecutivo ha immediatamente scatenato la reazione delle opposizioni: "Le clausole di salvaguardia da 23 miliardi, inoltre, sono state coperte facendo maggior deficit, e nel 2021 ci saranno più tasse per 26 miliardi. Non solo: arriva da subito una nuova, doppia patrimoniale sulla casa, perchè le famiglie non potranno più avere due abitazioni esenti dall’Imu in due comuni diversi ed è prevista una stretta sul computo delle variazioni catastali", ha affermato la capogruppo al Senato di Forza Italia, Anna Maria Bernini. E sulla vicenda che sta agitando non poco le acque del governo è intervenuto anche il ministro del Tesoro, Roberto Gualtieri.

Intervenendo a In Mezz'Ora su Rai Tre, il titolare del Mef ha lasciato intendere che anche in questo caso il governo sceglierà la retromarcia: "Penso che daremo parere negativo a questo emendamento ma dovremo esaminarlo, questo non è un emendamento del Governo. Stiamo parlando di un emendamento del relatore che vuole adeguare il regime delle regole alle sentenze della Cassazione che si può avere solo una prima casa - ha spiegato - ci sono anche fenomeni di false doppie prime case, ma bisogna assolutamente evitare di colpire famiglie che ad esempio legittimamente lavorano in posti diversi". Dunque ancora una volta l'esecutivo prova a rimangiarsi un provvedimento che avrebbe colpito e non poco i proprietari di casa che di fatto ormai vivono la loro abitazione come una sorta di bene di lusso. La casa infatti è diventata una sorta di "bancomat" per il governo che per riempire le casse va a determinare una pressione fiscale maggiore sui proprietari che da anni pagano imposte salate sugli appartamenti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di adl

adl

Dom, 08/12/2019 - 20:11

The Captain SUPREMACY !!!!!!

Pigi

Dom, 08/12/2019 - 20:31

Questa faccenda dell'esenzione della prima casa è il tipico esempio della demagogia della politica italiana. In questo modo i comuni di prime case, quelli che devono spendere di più in servizi, hanno poche entrate, mentre i comuni turistici di seconde case non sanno come spendere tutti quei soldi. Fate una cosa: abolite del tutto l'Imu per le persone fisiche e lasciate ai comuni le entrate versate come Irpef relative agli immobili. Insomma: riscuotere nell'Irpef l'imposta sugli immobili e girarla ai comuni.

Ritratto di Il corvo

Il corvo

Dom, 08/12/2019 - 20:32

Se si tratta di smascherare i soliti furbetti, ben venga questo emendamento che permette di controllare la corretta posizione fiscale di coniugi con 2 residenze.

19gig50

Dom, 08/12/2019 - 20:34

Questi per paura di perdere la poltrona, tra un pò saranno disposti anche a venire a fare le pulizie di casa.

amicomuffo

Dom, 08/12/2019 - 20:40

ma si può essere più incapaci ed incompetenti di così? Ma Mattarella non ha niente da obbiettare?

bernardo47

Dom, 08/12/2019 - 20:41

se marito e moglie lavorano in due luoghi diversi,comuni o citta' diverse, la questione della residenza diversificata, puo' avere una logica, ma in tutti gli altri casi, e' solo un furbata caro gualtieri....prendi nota!

bernardo47

Dom, 08/12/2019 - 20:44

gualtieri prenda nota....le seconde case, se presentano la residenza di uno dei due coniugi che invece vivono sotto lo stesso tetto, e' evidente che vi e' una truffa...lo capiscono anche i bimbi.....

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 08/12/2019 - 21:34

Beh sarà meglio se non direte più niente,le smentite ci stanno infastidendo,fate quello che volete.

Ritratto di enricognudi

enricognudi

Dom, 08/12/2019 - 23:07

Usurai e`la parola giusta.Han messo Prodi,poi Monti adesso Conte cambiano le facce ma sempre piu` usurai, per avere cosa in cambio??, strade rotte,autovelox ogni 50 metri,limiti di velocita` assurdi, se ti ammali seriamente o guarisci da solo o e` meglio che muori e ci dicono che non facciamo figli .. per forza con cosa li manteniamo?? che tipo di prospettiva gli posso raccontare, stare al mondo per respirare e lavorare per sopravvivere e venir continuamente umiliate da queste sanguisughe e` vita?o desiderare di essere balotelli o una star della televisione e` vita?A voi serve un popolo cxxxxxxe da spolpare e tenere in vita col minimo indispensabile in questo matrixe basta , se qualcuno cerca di venir fuori o cercare di evitare almeno in parte la mxxxa che avete creato cambiate le regole del gioco e allora? Allora continuate voi perche` io non voglio essere complice vostro dell`infelicita` di mio figlio.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 09/12/2019 - 05:17

Conte Drakula torna nella tomba. Almeno per un po'.

gianf54

Lun, 09/12/2019 - 05:54

Certo che fanno marcia indietro...con tutte le finte prime case che ci sono, sai che valanga di voti si perderebbe? Bravi così, avanti tutta che andrete a casa ancora più velocemente!

EliSerena

Lun, 09/12/2019 - 06:56

Avere residenza e domicilio diverso è previsto. Quindi dove sta lo scandalo.

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 09/12/2019 - 07:02

Avanti e indrè,avanti e indrè, che bel divertimento... E questo sarebbe il governo che piace tanto ai sinistrati e grulloni? Se ne vadano föra di ball!

Ernestinho

Lun, 09/12/2019 - 08:16

Non sarebbe meglio abbassare le tasse sulle seconde case che sono veramente da strozzini?

Ernestinho

Lun, 09/12/2019 - 08:17

Sulle seconde case si paga sia l'IMU che l'IRPEF con una somma da brividi, da usurai!

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 09/12/2019 - 08:57

CONTRORDINE KOMPAGNI...QUI CI STIAMO F..REGANDO DA SOLI!!!

flgio

Lun, 09/12/2019 - 09:00

E chi ha la residenza fiscale sulla "nuvola"? Non facciamo nomi che è meglio.

glasnost

Lun, 09/12/2019 - 09:03

Pensate che c'è anche chi NON ha una prima casa dato che deve stare in affitto sul luogo di lavoro ed ha la sua casa altrove.

cicocichetti

Lun, 09/12/2019 - 09:12

Bernardo 47 Ma va ? È lo hai capito tutto da solo ?

pmario

Lun, 09/12/2019 - 09:13

Questo è un altro modo per colpire la famiglia con coniugi sposati. Le “coppie di fatto”, potranno continuare a detenere due abitazioni senza IMU in modo del tutto regolare, sarà sufficiente non dichiaralo in Comune. In questo modo si continua a colpire l’edilizia ritenuta, con l’automobile, il bancomat dello Stato. Che poi i Comuni debbano disporre di denaro per fornire i servizi è legittimo, ma andrebbe impostato diversamente da oggi. Ad es. perché la TASI - Tributo per i servizi indivisibili, non viene fatto pagare a tutti, visto che tutti ne usufruiscono. Perchè l’IMU è diventata una tassa strozzinaggio e disincentiva l’acquisto delle seconde case ?

Antonio Chichierchia

Lun, 09/12/2019 - 09:31

Si parla sempre più spesso di offese alla Magistratura, ma quando ce n'è una vera e diabolica ... tutti zitti.Questa esilarante retromarcia del Governo sulle DOPPIE PRIME CASE (contraddizione in termini lapalissiana) fa si che tutti quelli che risiedono ufficialmente (d'estate)al Circeo e d'inverno a Roma possono trasformare l'evasione dell'IMU in edulcorata Elusione. E così l'ISTAT certifica che SOLO il 17% degli italiani ha la seconda casa e quindi è un bene DI LUSSO, ma se guardate al cimitero del Circeo le tombe sono molte di meno dei fu-residenti.Questa è una offesa VERA alla Corte di Cassazione.

krgferr

Lun, 09/12/2019 - 10:06

@bernardo47---Insomma: una coppia di amanti (famiglia di fatto) può permettersi due residenze entrambe considerate prime case mentre ad una famiglia "normale", magari con tre figli ed una baita ereditata, questo non è concesso; alla faccia della giustizia sociale. Saluti. Piero

Antonio Chichierchia

Lun, 09/12/2019 - 13:12

Una volta c'era l'ICI, oramai sedimentata nel dolore fiscale degli italiani e si pagava senza problemi. Poi venne Berlusconi e per accaparrarsi il consenso promise (e lo fece) di levare l'ICI. Ce la siamo ritrovati triplicata e a carico dei pochi onesti che dichiarano la vera residenza. Ma il Governo fa marcia indietro !!!

dare 54

Lun, 09/12/2019 - 18:19

E' così che pensano di combattere l'evasione? Qualcuno dica loro che nel "Giornale" di oggi c'è un articolo che titola: "Il monito di Mattarella: "L'evasione è indecente"". E il P.d.R. non li ha ancora messi alla porta?