Banche

Intesa cresce in India. Focus sul microcredito

La banca sale al 2% di CreditAccess, che opera secondo i modelli del premio Nobel Yunus

Intesa cresce in India. Focus sul microcredito

Intesa Sanpaolo investe a sostegno delle microimprese indiane incrementando la propria partecipazione in CreditAccess India, società specializzata nel credito ad artigiani e piccolissime imprese, che opera con la controllata CreditAccess Grameen, quotata sul mercato indiano. Fondata nel 2008 da Paolo Brichetti (già ceo di Altromercato e fondatore di Asia Impact), CreditAccess opera per accelerare la crescita delle zone più rurali dell' India, concedendo microcredito alle piccolissime imprese, in particolare femminili, ispirandosi al modello di microfinanza ideato da Muhammad Yunus, premio Nobel per la Pace 2006, inventore del microcredito moderno e fondatore della Grameen Bank.

Con un investimento di 13,5 milioni di euro, Intesa ha deciso di salire al 2% della società, rispetto alla precedente quota dello 0,7%. Un'iniziativa che va oltre l'aspetto finanziario e guarda anche «a uno scambio di competenze con la società e il suo azionariato - che vede tra i princiapli soci Olympus Capital, Asian Development Bank, Asia Impact Invest e la Cei - per trarre esperienze utili all'attività di inclusione finanziaria che Intesa effettua nel mercato italiano», cui ha dedicato 5 miliardi nei primi sei mesi di quest'anno.

Lo spiega l'executive director «M&A and Group Shareholdings» di Intesa Sanpaolo, Flavio Gianetti, evidenziando che CreditAccess «è un'azienda sana e in crescita, capace di coniugare un forte set di valori con una redditività sostenibile nel tempo».

Quest'anno per la prima volta la società raggiungerà i 100 milioni di utile netto, mentre, la capitalizzazione della quotata è pari a 2 miliardi di dollari, annuncia Brichetti, che punta a «servire 10 milioni di clienti entro fine 2025».

Attualmente il gruppo ha circa 4,6 milioni di clienti, 2.300 filiali tra India, Filippine e Indonesia, un portafoglio crediti di oltre 2 miliardi di euro e oltre 22mila dipendenti. «In India siamo diventati leader del microcredito» e la mission è «offrire servizi finanziari semplici, a condizioni eque».

Dal punto di vista operativo CreditAccess svolge sostanzialmente un ruolo di banca, rivolgendosi a soggetti impossibilitati ad accedere al credito tradizionale, prevalentemente donne, fornendo loro risorse per gestire attività imprenditoriali, come vendita di prodotti al dettaglio, piccolo artigianato e allevamenti, considerate essenziali nell'economia indiana. Nel paese oggi le micro imprese sono come nell'Italia degli anni '50, moltiplicato per 30 volte, e tra 8-10 anni la struttura economica sarà simile a quella italiana.

Commenti