Economia

Ecco chi avrà 300 euro al mese in più

Tra Irpef e assegno unico per i figli, i nuclei familiari potranno guadagnare anche tremila euro l'anno: ecco le cifre principali e cosa cambia dal 2022

Ecco chi avrà 300 euro al mese in più

Il 2022 potrebbe portare fino a 300 euro al mese in più per le famiglie italiane con un reddito di 60mila euro l'anno grazie al taglio dell'Irpef e all'assegno unico per i figli. In questo caso, il nucleo familiare deve essere composto da 4 persone, la coppia e due figli.

Le cifre

Gli aumenti, seppur più contenuti, ci sono per tutte le fasce di reddito dai 10mila euro in su. Sono le indiscrezioni che filtrano dal Ministero dell'Economia grazie ai tagli previsti per il nuovo anno. Proprio questa fascia, la più bassa, riceverebbe gli aumenti più consistenti con l'11,9% in più rispetto ai redditi superiori a 120mila euro con un aumento dello 0,7%. Infatti, un lavoratore con uno stipendio così sostanzioso che ha due figli a carico e un coniuge che ha un reddito da 15 mila euro, grazie taglio dell’Irpef e all’assegno unico avrebbe un aumento in busta paga intorno alle 85 euro.

Come ci siamo occupati di recente, ecco alcune combinazioni con il taglio dell’Irpef: lo 0,8% sui redditi fino a 35 mila euro e l’introduzione del nuovo assegno unico per i figli. "Gli aumenti netti mensili, calcolati su dodici mensilità, andranno dai 44,83 euro per una famiglia monoreddito, con un’entrata di 10mila euro l’anno, con coniuge e figlio a carico, fino ai 291 euro al mese per chi guadagna 60 mila euro l’anno, con due figli a carico e un coniuge con un reddito di 15 mila euro". Più figli ci sono, più la cifra aumenta: ricordiamo che l'assegno unico varia in base all'Isee familiare.

Chi risparmia tremila euro

Le buone notizie non sono finite, perché ci saranno ottimi guadagni anche per lavoratori dipendenti con un guadagno di 40mila euro l'anno, che risparmieranno 945 euro di imposta, 1.772 euro con un figlio a carico e circa tremila euro nel caso ci fossero due figli perché, ai 2.068 euro di assegno unico vanno sommate le 945 euro di tagli all'Irpef. Insomma, sicuramente una bella cifra. Come riporta il Corriere, poi, chi invece guadagna 40mila euro l'anno, avrà un risparmio netto di 2.138 euro che arriva a 2.455 euro con due figli.

A cosa servono gli altri fondi

Per accontentare i partiti, il governo ha aumentato a 1,1 miliardi (da 600 milioni di partenza) il tesoretto per gli emendamenti ma potrebbe non bastare perché, come si legge sul Messaggero, una parte di questi soldi finirà nella scuola (200 milioni), sui contratti agli statali (200 milioni) e un nuovo fondo per le future emergenze Covid. Ecco che, da questi fondi, il Superbonus rimarrebbe quasi tagliato fuori anche se tutti i partiti, a gran voce, si sono schierati dalla parte dell'agevolazione per la ristrutturazione, specie adesso che l'Ue ha richiesto un efficientamento energetico per gli edifici che consumano di più.

Commenti