Taglio dell'Irpef: chi avrà 844 euro in più

Le cifre e le previsioni di risparmio con il taglio di Irpef e Irap

Taglio dell'Irpef: chi avrà 844 euro in più

Nonostante sia slittata alla prossima settimana la presentazione dell'emendamento del governo sul taglio delle tasse nel 2022, dovrebbero essere 7 miliardi di Irpef e uno di Irap, è già possibile calcolare quelli che saranno gli effetti su alcune categorie. In particolare, contribuenti Irpef, lavoratori dipendenti, pensionati e autonomi.

Gli effetti derivano da vari fattori: il mix di riduzione delle aliquote da 5 a 4, il taglio dei contributi Inps per i dipendenti con redditi fino a 35mila euro, l'aumento della no tax area per pensionati e autonomi oltre che per la rimodulazione di scaglioni e detrazioni. Inoltre, per gli autonomi scatterà anche l'abolizione dell'Irap sulle persone fisiche che porterà ad un risparmio di poco più di 100 euro al mese.

Secondo uno studio dello studio De Fusco Labour & Legal pubblicato da il Sole 24 ore, i cambiamenti sulla retribuzione netta dei lavoratori dipendenti sono importanti. Per le retribuzioni tra i 17mila e i 17.500 euro lordi, il guadagno netto aumenterà di 400 euro. Scende gradualmente fino a 301 euro per chi prende 23mila euro. 245 euro per le retribuzioni di 26mila euro e 150 per quelle di 32 mila. I tecnici della Cisl assicurano che però che al ministero dell'Economia verranno inseriti dei correttivi in grado di far avere un risparmio tra i 300 e i 400 euro anche a chi guadagna 30-35 mila euro. Il taglio complessivo tra Irpef e contributi, tornando alle previsioni dello studio De Fusco, porterà ad un aumento del netto annuo di 200 euro per le retribuzioni lorde di 35 mila euro e di 252 euro per quelle di 38 mila. Sopra questa cifra non è previsto sconto contributivo.

Redditi medio-alti

Stando, invece, alle tabelle illustrate dal governo ai tecnici del sindacato, la storia è diversa. È previsto, come riporta anche il Corriere della Sera, un picco assoluto di risparmi nella fascia di reddito lordo tra 40 e 45 mila euro, con 844 euro di imposta in meno all’anno. Poi un lento dislivello: 740 euro nella fascia 45-50mila, 701 in quella 50-55mila, 658 in quella 55-60mila. E ancora: 559 euro di Irpef in meno tra 60 e 65mila euro, 427 in meno tra 65 e 70 mila euro, 283 euro dai 75 mila euro di reddito in su.

Pensionati

Per i pensionati lo sconto Irpef va da un minimo di 146 euro nella fascia di reddito tra 20 e 25mila euro fino a un massimo di 677 nella fascia tra 50 e 55mila euro. Superata quest'ultima cifra, il risparmio di Irpef comincia a scendere lentamente: 582 euro nella fascia di reddito 60-65 mila, 305 euro per i redditi superiori ai 75mila euro. Inoltre, è previsto un adeguamento delle pensioni al costo della vita. Nel 2022 è fissato all'1,7%.

Autonomi

La nuova curva Irpef comporta risparmi crescenti: da 52 euro nella fascia 20-25 mila euro fino a 692 in quella tra 60 e 65 mila euro. Sopra i 75 mila però si scende di nuovo a 323 euro. Le partite Iva avranno la possibilità di aggiungere il risparmio derivante dalla soppressione dell'Irap per le persone fisiche.

Commenti