"L’Italia deve uscire dall’euro". Il consiglio del Nobel Stiglitz

Secondo l’economista americano, abbandonare la moneta unica porterebbe chiari vantaggi al nostro Paese

"L’Italia deve uscire dall’euro". Il consiglio del Nobel Stiglitz

L’Italia farebbe bene a uscire dall’euro. A dirlo, questa volta, è un premio Nobel. Joseph Eugene Stiglitz, economista e saggista statunitense, Nobel per l’Economia nel 2003, non ha dubbi: "L'Eurozona ha bisogno di una riforma radicale, ma visto che questa non ci sarà a causa dell'opposizione della Germania, l'Italia farebbe bene a uscire dalla moneta unica, una mossa sì rischiosa ma che porterebbe vantaggi chiari, lineari e considerevoli".

Il consiglio arriva, in forma scritta, sulle pagine web di Politico, in cui Stiglitz commenta le posizioni di Salvini e Di Maio circa la riforma, sempre più necessaria, dell’Europa che, parole sue, "ha fortemente bisogno di essere riformata", peccato che Bruxelles, invece di attuare questi cambiamenti vitali, "abbia introdotto forti restrizioni su debiti e deficit” che rappresentano ulteriori ostacoli alla ripresa economica".

L’economista a stelle e strisce punta il dito contro Berlino, che ritiene primo responsabile dell’attuale impasse europeo: "Il problema è la riluttanza della Germania che blocca ogni cambiamento" chiosa Stiglitz.

Commenti

Grazie per il tuo commento