Bollette, tutta la verità sui costi: qui si nascondono tasse e balzelli

Il costo dell’energia nel nostro Paese è un rebus. Il sistema è complesso. E così si scopre che in bolletta sono presenti tasse e balzelli che l’utente spesso ignora

Il costo della bolletta (che sia luce o gas) nel nostro Paese è un bel problema. Per una serie di motivi legati soprattutto alla burocrazia. Il fornitore impone un prezzo (spesso nascosto) che pesa sulle spalle delle famiglie e delle imprese. Questa faccenda ha un suo peso specifico: tanta irritazione da parte dei consumatori. Quando si sottoscrive una nuova offerta energetica solitamente ci si basa sul prezzo. Un aspetto che molti gestori sfruttano a proprio vantaggio, dichiarando una tariffa bassa a fronte di costi nascosti e servizi postvendita a pagamento.

Migliaia di utenti ogni anno, pensando di sottoscrivere offerte energetiche vantaggiose, si ritrovano poi a pagare più di quanto preventivato. A dover sborsare soldi per assistenza, o altri servizi mai davvero compresi. In questo articolo cercheremo di spiegare come muoversi in questa giungla fatta di cavilli e acronimi. E proveremo a rendere chiaro, in sostanza, come leggere una bolletta.

Il costo nascosto

Nella quasi totalità dei casi è lampante come il principale fattore a trarre in inganno sia il costo. Far apparire un prezzo più basso, ad esempio online, non è difficile. Basta nascondere nel contratto altre voci di spesa che andranno a compensare e a superare la cifra che il venditore di energia intende raggiungere. Che sia il servizio clienti a pagamento, l’Iva magicamente esclusa, i conguagli, conta poco. Ciò che deve rimanere impresso è che c’è un mondo là fuori che lucra sulle nostre speranze. E sul nostro portafoglio.

Abbiamo sentito, per questa ragione, un esperto. Marco Vignola, responsabile settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori. È molto chiaro quando ci spiega: "Il settore energetico è molto complesso. I venditori sono obbligati in fattura a inserire voci che in parte provengono da loro, in parte da altre figure. Sono gli oneri per la gestione della rete, oneri generali di sistema. Questi ultimi pesano molto: circa il 25% sul costo totale. E servono per finanziare politiche industriali: fonti rinnovabili, energia e così via". Poi, aggiunge Vignola, ci sono le tasse: Iva, accise. Sul gas arrivano anche al 40% della bolletta. "La verità è che tanta roba che è in bolletta, in realtà non dovrebbe starci. Bisogna introdurre equità. Le fatture, per farla in breve, non conoscono il conto in banca dell’utente. O sono ricco, o sono povero pago sempre gli stessi costi fissi. Quindi l’impatto sulle famiglie povere è maggiore. In questo la responsabilità è dello Stato".

Infine, spiega sempre Vignola, c’è quella parte di componenti che vengono aggiunte dal venditore. Il che non facilita le cose, rendendo ancora più complesso il sistema. "Anche il mercato libero, infatti, non è esente da problemi. Le aziende offrono dei contratti in cui dentro entrano una serie di servizi che i consumatori non sono obbligati (se informati) a sottoscrivere. Voci che vanno a intasare la bolletta. L’utente si trova così a pagare delle cose che vanno oltre la normale fornitura di energia".

Gli acronimi

Spesso accade quindi che il fornitore, con cui l’utente firma un contratto, faccia trasparire in bolletta spese di cui non si è a conoscenza. Non si tratta di una truffa, sia chiaro. Da qualche parte, nel contratto che si è firmato, sono presenti queste voci di spesa, magari in piccolo e in corsivo, ma ci sono.

Una fattura luce o gas (per fare un esempio) si compone di diverse voci. La spesa per la materia prima. La spesa per il trasporto e la gestione del contatore. Gli oneri di sistema. Le imposte definite dallo Stato. Ed è a questo punto che arrivano gli acronimi che spesso vogliono significare costi aggiuntivi per i consumatori. La spesa per la materia prima è costituita dalla somma di tante piccole voci di costo, sia fisse che variabili. Più precisamente, nella bolletta della luce paghi: il prezzo dell’energia (Pe). Viene scelto dal fornitore e copre il costo sostenuto per acquistare l’elettricità dalle centrali. Questo è il famoso prezzo al kWh che viene pubblicizzato sui siti e l’unico su cui di solito si fanno i confronti.

Il prezzo del dispacciamento (Pd). Serve a mantenere la rete elettrica in equilibrio. Sul mercato libero può essere scelto dal fornitore. Il prezzo di perequazione energia (Ppe). Il prezzo di commercializzazione e vendita (Pcv). È un importo che copre le spese per la gestione dei clienti. Sul mercato tutelato è pari a 65,1239 €/anno, ma sul mercato libero i fornitori possono aumentarlo. E c’è chi lo alza anche a 120 euro l’anno.

Quanto pesa la burocrazia

Alcuni fornitori parlano principalmente di prezzo della materia prima. Lo scrivono in grassetto, lo scontano e ti spingono a confrontarlo con quello dei concorrenti. Tendono a non parlare, invece, di tutte le altre componenti inserite nel contratto. Possono dunque impostare un prezzo della materia prima incredibilmente basso, ma compensare aumentando altri acronimi e di fatto raddoppiando o triplicando l’importo che si andrà a pagare.

Abbiamo fatto l’esempio dell’energia elettrica, ma per gli altri settori suoneremmo la stessa musica. Magari avremo acronimi diversi, però non cambierebbe la sostanza. L’unico modo, per non farsi prendere per i fondelli, sarebbe quindi il seguente: prendere il contratto e sommare tutti i costi visti sopra. Potrebbero avere gli stessi nomi che abbiamo riportato, ma anche chiamarsi nei modi più disparati. "Corrispettivo per gestione energetica", "sbilanciamento per servizi di vendita". L’unico limite è la fantasia. E una buona dose di rabbia inespressa, da buon consumatore, contro il sistema italiano. Ci sentiremo raggirati da una burocrazia matrigna che costa ogni anno migliaia di euro a famiglie e imprese. Magari senza neanche sapere il perché.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di The_sailorman

The_sailorman

Mar, 15/09/2020 - 10:04

Sì, va bene, lo sapevo e lo sanno anche i più sprovveduti: ma che cosa possiamo farci? Restiamo al buio e senza gas?

rudyger

Mar, 15/09/2020 - 10:12

Non solo furti ma anche inganni fraudolenti. Fino a qualche anno fa c'era una parvenza - sempre difficile da interpretare - degli importi accessori, ora il CIPE ( sempre lo Stato ) ha imposto al gas e la luce di indicare solo il prezzo finale. LO STATO AL SERVIZIO DEI CITTADINI ! si per ingannarlo.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 15/09/2020 - 10:14

Balzelli,accise,addizionali,contributi vari,sono tipici del "sistema italia".,il cosidetto "libero mercato".......Io,come privato divido il valore della bolletta,per i KW consumati....e ne esce un valore esagerato(rispetto ad altri "paesi industrializzati"),figuriamoci le industrie!...Ma tant'è,......a proposito,l'Italia,è ancora un paese "industrializzato"?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 15/09/2020 - 10:15

l'errore lo hanno fatto gli italiani 40 anni fa, nel 1987, con il referendum sul nucleare! sull'onda emotiva (che bastardata da carogne) in seguito all'incidente nucleare di chernobyl nel 1986, è stato indetto quasi in fretta e furia un referendum. Dopo questo, siamo rimasti senza nucleare e con la corrente elettrica carissima! intanto però i paesi vicini come la francia, la germania hanno nucleari che, se dovesse scoppiare, farebbero danni anche qui in italia.... perciò ci conveniva tenerceli queste centrali nucleari! almeno potevamo avere la corrente elettrica a 10 euro al mese... ecchec.....!!!! ma siamo proprio stupidi! ce ne accorgiamo dopo 40 anni?

lomi

Mar, 15/09/2020 - 10:27

Testuale: Bisogna introdurre equità. Le fatture, per farla in breve, non conoscono il conto in banca dell’utente. O sono ricco, o sono povero pago sempre gli stessi costi fissi. Bravissimi ve ne siete resi conto finalmente....siate coerenti anche quando si parla di flax tax...chi ha di più deve pagare di più...Il vostro articolo è illuminante..BRAVISSIMI

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Mar, 15/09/2020 - 10:27

Le bollette della luce e del gas sono da sempre incomprensibili e costituiscono la legalizzazione del furto. Le società energetiche sono solo dei ladri.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mar, 15/09/2020 - 10:29

1 non ho capito quante volte all'anno debba pagare il trasporto: mica cambiano i tubi ogni mese. 2 non accetto più gli oneri di sistema perché gli "obbiettivi collettivi" sono incentivi per parassiti che alimentano robottini per tagliarsi il prato e crepuscolari per abbassare le tapparelle. 3 l'autolettura è una formula di inganno perché i contatori sono sballati e ovviamente sul prezzo gonfiato incassano le accise e iva ma io non sono sicuro che A - l'iva sia dovuta per davvero, visto che spesso l'energia è importata B - iva e accise siano versate per quanto incassato davvero.

lomi

Mar, 15/09/2020 - 10:30

Mi e domando a tutti.....ma voi quando andate al supermercato e comprate un kilo di pomodori da insalata ad 2.0 euro pensate sia solo il costo della materia prima o la somma delle varie voci come trasporto, adeguamento carburante, packaging, guadagno del supermercato, pagamento dei contributi ai lavoratori, IVA?? E perchè mai la luce dovrebbe essere diversa??

rudyger

Mar, 15/09/2020 - 10:34

mortimermouse, ha dimenticato la Slovenia e che ancora stiamo pagando le penalità per la centrale di Montalto di Castro (cosa che in bolletta non risulterà MAI ! e mica è fesso lo Stato !).

tremendo2

Mar, 15/09/2020 - 10:34

tra i costi nascosti ci sono anche le perdite causate da chi non paga le bollette. E quindi si rifanno sui consumatori.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mar, 15/09/2020 - 10:41

Capitan Fracassa come aveva promesso ha tolto le accise sulla benzina , se malauguratamente dovesse tornare al governo sicuramente toglierà anche quelle sulle bollette. Avete capito Bananas.

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Mar, 15/09/2020 - 10:44

Addizionali comunali, addizionali regionali, addizionali provinciali......iva sull'iva.....l'Italia é un Paese-Truffa-Legalizzata. Poi si chiede onestà ai cittadini.........

Dordolio

Mar, 15/09/2020 - 10:45

Mi dicevano che sotto la famosa voce “oneri di sistema” ricadono sostanzialmente i consumi di chi la bolletta NON la paga. Leggi nomadi, ladri di corrente e simili. Ma nessuno te lo dice.....

guardiano

Mar, 15/09/2020 - 10:51

Le tasse occulte sull'energia e sulla telefonia sono furti al cittadino come le patrimoniali di qualsiasi tipo.

moichiodi

Mar, 15/09/2020 - 10:54

Cosa NASCONDONO . Chi? Renzi Conte di maio ecc??? Per i pesciolini che abboccano.

rudyger

Mar, 15/09/2020 - 10:56

tremendo 2, se non paghi la bolletta ti tolgono luce o il gas. Ti mettono in mezzo a una strada. sono sadici e affidano a società private di briganti, lavandosene le mani, il recupero dei crediti. prova a parlare con una persona fisica del gas o della luce se ci riesci.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 15/09/2020 - 10:58

tremendo2 ci può giurare,....e chi non le paga,nella stragrande maggioranza dei casi,non sono poveracci Italiani con 500 euro di pensione/mese o disoccupati "accidentali,in grave difficoltà,che hanno sempre pagato(per cui mi starebbe anche bene aiutarli),ma FURBI,professionisti nel "non pagare mai".

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 15/09/2020 - 11:01

A proposito della Slovenia, si parla già di installare un altro reattore. Naturalmente i no al nucleare della mia regione, sono sul piede di guerra! Io abito a 90 km da quella centrale, e non me ne può fregare di meno.

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Mar, 15/09/2020 - 11:04

Le bollette sono di difficile lettura e di impossibile comprensione. In ogni caso si spende più per altre voci che di materia prima. E già questa la dice lunga sugli abusi ed i furti imposti dallo stato sui gestori e di conseguenza sui consumatori. L'italia è un bidone anche solo vedendo come sono le bollette di consumo. Un bidone burocratico e fiscale.

Popi46

Mar, 15/09/2020 - 11:05

Scoperta dell’acqua calda

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 15/09/2020 - 11:08

rudyger......concordo!

flip

Mar, 15/09/2020 - 11:11

indipendentemente da quanto riportato nel titolo dell'slticolo, oltre ai costi in bollrtta, ci sono gli sprechi domestici... nei consumi della luce.. un vero salasso... Provate a fare qualche calcoletto sui consumi pROVATE A CALCOLARE i consumi. oltretutto è divertente..... PER ESEMPIO: .PROVATE A CALCOLARE QUANTO COSTANO I CONSUNi DELLA lampadina sempre accesa,del ferro da stito,in inverso della stufetta elegttrica, delle varie lampadine,ecc,ecc. il calcolo è semplice. provate!

cir

Mar, 15/09/2020 - 11:18

Zagovian Mar, 15/09/2020 - 10:14 : ma lo sai che le industrie specie quelle ad alto consumo pagano la meta' di quanto la paga il cittadino? ma tu credi che treni italia paghino la corrente ? e' chi deve rimediare secondo te?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 15/09/2020 - 11:19

@marino.biroccio - io vedo sempre e solo la sinistra continuare a mettere nuove tasse. Non certo Salvini, che neppure governa. Ma voi siete così limitati e ridicoli che siete ossessionati da lui. Complesso d iinferiorità? Si, siete molto ma molto inferiori, il vuoto, il nulla assoluto. Vivete di sole balle e da parassiti pagati dalla Stato.

Romano1948

Mar, 15/09/2020 - 11:22

Una soluzione per migliorare le cose ci sarebbe. Basterebbe imporre a tutte le società che intendono operare sul mercato libero un'unica forma contrattuale, nel cui ambito sono liberi di fissare il prezzo unitario dell'energia e il costo mensile della fornitura. In sostanza obbligo di contratto PLACET

nerinaneri

Mar, 15/09/2020 - 11:23

...vedrete quando applicheranno il metodo 'tari' alle altre utenze tipo gas luce acqua telefono...

cir

Mar, 15/09/2020 - 11:28

avete voluto il libero mercato ? pagatene le conseguenze.

flip

Mar, 15/09/2020 - 11:29

the sailoman. il prezzo della luce è quello che è. bisogA SOLO ELIMINARE GLI SPRECHI DOMESTICI che sono tanti. Se vuoi, puoi calcolare quanto costa la luce al KWH un KWH corrispobde a 1000 watt. (ex . 3 kwH sono 30000 watt. poi è tutto una divisione e moltiplicazioni,,,,,prova ti divertirai.. conincia a diuvidere il costo della bolletta per i KWH addebitati ed avrai il costo di un kwh... poi un KWH corrisponde a 1000 wtt. non ti spaventare non è difficile. poi calcoli quanto costa il consuno di una lampadina accesa tutto il giorno. prova....è divertente!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 15/09/2020 - 11:29

@tomari:certo..ora in Italia,"grillini" & soci di merende,la "menano" con le auto elettriche....e l'energia elettrica(che costa un'occhio), per fare funzionare queste macchinine elettriche,dove la prendono??!!....Da centrali a "Fusione a caldo"?(non ne abbiamo)....A "Fusione a freddo"?(non esistono ancora)....A "Fissione"(le abbiamo spente...)....Dai "Termovalorizzatori"?(non li vogliono...vedi Napoli...),allora bisogna andare su combustibili "tradizionali",quali GAS e PETROLIO,che come noto,"non inquinano"....Che imbecilli!Come si fa a votarli!E le batterie?...In Cina(da dove provengono tutte,perchè lì hanno il Litio,l'elemento base,le riciclano già(ha presente quanti milioni di biciclette elettriche circolano...),in Italia,come per i "pannelli solari"(altra bufala ecologica),...campa cavallo!!...E il costo??!!....Altro business per la mafia "ecologica"!!

VIVASALVINI

Mar, 15/09/2020 - 11:30

altrimenti dove rimediano le navi da crociera per le risorse"!?fessi italiani!

xgerico

Mar, 15/09/2020 - 11:35

@flip-Mar, 15/09/2020 - 11:11- Flip guarda che ti si è rotta la tastiera! Scrivi una cosa ma ne esce altro!

Ritratto di albarca1945

albarca1945

Mar, 15/09/2020 - 11:40

48 euro di consumo, 109 euro di bolletta, escludendo i 18 euro x la RAI. Una rapina !!!

cir

Mar, 15/09/2020 - 11:41

flip Mar, 15/09/2020 - 11:11 : lampadina 60 WATT/ora: deve stare accesa 17 ore per costare venti cent. tutto compreso. e in casa nessuno le lascia accese di proposito.Vedi con piu' attenzione le tangenziali che hanno sempre i lampioni accesi di giorno ( 3000 WATT ) circa cad..

Duka

Mar, 15/09/2020 - 11:48

Viviamo in un paese di ladri. Un paese di nessuna affidabilità. Chiunque ci guarda da fuori commenta e si meraviglia come sia possibile che un paese come l'Italia il popolo è, di fatto, esautorato dal voto ed è quindi governata da trucchi e giochi vergognosi del palazzo. Abbiamo la peggior classe politica d'europa nessuno escluso.

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Mar, 15/09/2020 - 11:50

La fornitura di energia elettrica è una truffa, coperta dai governi. I carburanti invece costano qualche decina di centesimi al litro, il rimanente sono solo tasse. Siamo governati da disonesti.

Albius50

Mar, 15/09/2020 - 11:51

TASSE A GOGO EVVIVA IL TERZO MONDO ITALIA.

cir

Mar, 15/09/2020 - 11:52

flip Mar, 15/09/2020 - 11:29 ; 20 centesimi al KW /ora mediamente , non e' eccessivo tutto sommato.

jaguar

Mar, 15/09/2020 - 11:55

Dobbiamo rassegnarci, ormai in tutte le bollette c'è la fregatura per i consumatori e non possiamo farci nulla, nemmeno se ci rivolgiamo alle varie associazioni in difesa del consumatore.

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Mar, 15/09/2020 - 11:59

Per non parlare delle seconde case. La colpa è che se consumi poco (3 mesi all'anno,è una colpa ? allora i prezzi sono più che doppi. Un esempio: Spesa per la materia ENERGIA 16.32... TOTALE BOLLETTA 56,00. NON SONO BALLE POSSO ESIBIRE LA BOLLETTA Consideriamo anche la voce "SPESE PER ONERI DI SISTEMA". Pare che si paghi una parte di chi NON PAGA LE BOLLETTE(ricordate il prelato che ha "riattaccato" la luce a chi non la pagava?)!! Poi "spesa gestione e trasporto contatore" Ma la dobbiamo pagare all'infinito ? Le varie autority a che BIP servono ? PAESE DEI CAMPANELLI A TUTTI I LIVELLI !!!!

EVODIO

Mar, 15/09/2020 - 12:41

IO oltre a luce e gas...aggiungerei pure la bolletta dell'acqua,bisogni primari per ogni singola famiglia ,che oramai complice i governi che si sono succeduti negli ultimi 10 ,15 anni tutti alla stessa maniera hanno favorito la privatizazione a scoppo di lucro di servizi primari

obiettore

Mar, 15/09/2020 - 12:47

Avete avuto un'"illuminazione" per accorgersene o semplicemente nessuno di voi si divide la torta ?????

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Mar, 15/09/2020 - 13:20

Il problema è che per "aiutare" qualcuno e "stratassare" qualcun altro si mescolano tutte le voci per buttarla in caciara. Basterebbe esplicitare i costi di gestione, e qui chi vive in città avrebbe costi più bassi di chi sta in periferia, in campagna o in montagna e esplicitare il costo energetico, che deve essere lo stesso, senza gravare di enormi tasse.

cir

Mar, 15/09/2020 - 13:38

EVODIO Mar, 15/09/2020 - 12:41 : ma a cosa pensi che servano le privatizzazioni?

cir

Mar, 15/09/2020 - 13:43

OraBasta Mar, 15/09/2020 - 11:59 : e' giustissimo che le seconde case paghino di piu' i servizi !!

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mar, 15/09/2020 - 13:52

Purtroppo è vero. Si nascondono tante insidie che quando chiamano i call center per le proposte non vengono dette. Accade così come all'utenza domestica di mia figlia, passata da un fornitore ad un'altro con proposta sul costo del kwh (sul quale poi ruota tutto il resto) molto vantaggioso rispetto al precedente contratto. Di fatto però nella prima bolletta risulta una voce a me, che provengo dal settore elettrico, sconosciuta. Si tratta di "diritti fissi" che vanno a sommarsi al costo della materia energia, cioè i kwh. Questo determina un costo base elevato che poi, incidendo sulle altre voci, determina un costo finale non giustificato che va a superare quanto si pagava col vecchio fornitore. Quindi quando vi chiamano per cambiare fornitore, fatevi inviare un fac simile di bolletta coi kwh medi dei vostri consumi altrimenti potrebbe starci la truffa.

leos

Mar, 15/09/2020 - 14:00

È giusto pagare le spese di trasporto dell'energia, io vedo ogni giorno una miriade di persone che portano la cariola piena di energia.

batpas

Mar, 15/09/2020 - 16:18

inizio' Prodi a raddoppiare l 'Iva sul gas. poi questi non ne parliamo. votiamo NO e togliamoci di torno i 5stelle e i pd.

Massimo Bernieri

Mar, 15/09/2020 - 17:17

Nessuno lega il cane con la salsiccia e invece..per i nuovi clienti due mesi gratis,questo in omaggio ecc.I costi materia prima sono più o meno uguali per tutti e pertanto il costo materia prima(che meno del 50% del costo finale) su cui chi propone vantaggi,al massimo potrebbe essere un -5% e dal momento che nel costo finale accise IVA su cui nessuno può scontare,il risparmio bene che vada è un -2%.Poi tutte le grosse imprese finanziano legalmente i partiti,non faranno mai leggi con bollette chiare che tutti capiscono ecc.Chi produce realmente energia elettrica sono poche imprese mentre i venditori centinaia.Se uno compera da un produttore,come potrà vendere a prezzi inferiori?

spiderbatbug

Mar, 15/09/2020 - 18:56

Se compro la pasta o l'auto della marca A o B, acquisto oggetti effettivamente prodotti in fabbriche diverse da lavoratori diversi, ecc. I fili della luce e i tubi del gas sono unici, come uniche sono le ditte che li mantengono e le fonti di approvvigionamento. Inserire in questo contesto, con la scusa del mercato "libero", una ventina o più di gestori diversi significa che gli italiani devono pagare, oltre ai costi effettivi, anche gli stipendi di una quantità di "manager", amministrativi e altri parassiti, più tutta la pubblicità che i gestori fanno uno contro l'altro, compresi i rompi... che continuamente ci importunano all'uscio di casa. Se poi sommiamo tasse che arrivano al 120% e tasse sulle tasse (tassa sull'IVA) la rapina è completa.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 16/09/2020 - 10:58

spiderbatbug 18.56...concordo!