Via libera dell'Alta Corte tedesca allo scudo anti-spread della Bce

Disco verde allo scudo anti-spread varato nel 2012 dalla Bce. La Corte costituzionale tedesca: "Il programma di acquisti Omt è legittimo"

Via libera dell'Alta Corte tedesca allo scudo anti-spread della Bce

Disco verde allo scudo anti-spread varato nel 2012 dalla Bce. "Il programma di acquisti Omt è legittimo" è la sentenza definitiva della Corte costituzionale tedesca che ha respinto i ricorsi contro le operazioni Outright Monetary transitions lanciate dalla Banca centrale per rispondere alla crisi del debito.

I giudici di Karlsruhe hanno respinto il ricorso presentato da un gruppo di politici e parlamentari euroscettici, secondo i quali il programma andrebbe oltre il mandato dell'Eurotower. Le Omt erano state messe in campo nel 2012, in una delle fasi più difficili della crisi del debito nell'Eurozona, quando i rendimenti dei paesi più vulnerabili erano saliti ben oltre i livelli di guardia. Il piano, che prevedeva eventuali acquisti di stitoli di Stato sul mercato secondario in cambio di condizionalità su riforme e conti pubblici, faceva infatti parte dell'impegno del presidente della Bce, Mario Draghi, a fare "whatever it takes" per preservare l'euro. Il programma non è stato mai attivato, ma il suo semplice annuncio aveva contribuito a placare le turbolenze sui mercati. La Corte di giustizia Ue aveva già autorizzato le Omt bocciando il ricorso di un gruppo di 35mila tra politici e accademici.

Nel corso del Dialogo monetario con la commissione Econ del Parlamento europeo, Draghi ha fatto sapere che "la ripresa dell'economia dell'Eurozona ha guadagnato slancio all'inizio dell'anno". Adesso gli economisti della Bce si attendono che "proceda a passo moderato ma saldo, supportata da una solida domanda interna e dall'efficace passaggio delle nostre misure di politica monetaria all'economia reale. Uno scoglio alla ripresa potrebbe, però, essere rappresentato dal risultato del referendum sulla Brexit. "La Bce - ha, tuttavia, garantito Draghi - è pronta per tutte le eventualità che seguiranno il referendum del Regno Unito sulla Ue".

Commenti