Nelle grandi imprese gli stipendi salgono meno dell'inflazione

Nel 2011 gli stipendi sono aumentati mediamente dello 0,7% mentre il costo del lavoro è aumentato dello 0,8%. L'Istat: "Aumento inferiore all’inflazione"

Nelle grandi imprese gli stipendi salgono meno dell'inflazione

Tornano a crescere (poco) le retribuzioni lorde per dipendente delle grandi imprese, quelle cioè con più di 500 dipendenti. Nel 2011 gli stipendi sono, infatti, aumentati mediamente dello 0,7 per cento mentre il costo del lavoro è aumentato dello 0,8 per cento. Secondo i dati pubblicati oggi dall’Istat, l'aumento dei salari sarebbe inferiore all’inflazione registrata l'anno scorso (2,8%).

Nel suo resoconto l'Istituto di statistica ha fatto notare che per i circa due milioni di lavoratori dipendenti delle grandi imprese la retribuzione lorda per ora lavorata (al netto della stagionalità) è aumentata, nel mese di dicembre, rispetto al mese precedente dello 0,8 per cento. In termini tendenziali l’indice grezzo (quello quindi che non tiene conto dei giorni lavorativi che l'anno scorso sono stati due in meno rispetto allo stesso mese del 2010) è aumentata del 5,3 per cento. Rispetto al dicembre del 2010, la retribuzione lorda per dipendente (al netto dei dipendenti in Cig) è aumentata dello 0,5 per cento, mentre il costo del lavoro è cresciuto dello 0,6 per cento. Nella media annua dello scorso anno, la retribuzione lorda per dipendente (al netto dei dipendenti in Cig) è aumentata, rispetto al 2010, dello 0,7 per cento mentre il costo del lavoro è cresciuto dello 0,8 per cento.

Commenti