Nuova batosta sui nostri conti: sale ancora la benzina

Con 1,599 euro per litro si è toccato il punto più alto da circa due anni a questa parte

Nuova batosta sui nostri conti: sale ancora la benzina

Nuovo aumento del costo della benzina, che per la prima volta da due anni a questa parte torna a sfiorare 1,60 euro per litro.

A denunciare il costante incremento del prezzo dei carburanti è il presidente dell'Unione nazionale consumatori Massimiliano Dona. "Prosegue la stangata per gli automobilisti italiani", spega infatti il presidente analizzando la situazione sulla base dei dati trasmessi settimanalmente dal ministero dello Sviluppo economico (Mise). "La benzina sfiora 1,6 euro al litro, 1,599 euro (1,59904), segnando il record da oltre due anni, ossia dalla rilevazione del 22 luglio 2019 quando arrivò a 1.599 euro (1.59993) al litro", puntualizza ancora Dona.

Un aumento, tuttavia, che non riguarda esclusivamente la benzina, dato che pure il diesel ha toccato il suo picco da oltre un anno a questa parte: "Per il gasolio, che oggi costa 1,458 euro al litro, si tratta di un primato da un anno e 4 mesi, dal 3 febbraio 2020 quando si attestò a 1.469 euro al litro".

Secondo il presidente dell'Unione nazionale consumatori dietro questo ulteriore ritocco verso l'alto del prezzo dei carburanti ci sarebbe una vera e propria speculazione, messa in atto in concomitanza con un ponte: "Si è approfittato di uno dei pochissimi ponti di quest'anno per far salire ancor di più il prezzo dei carburanti", dice con convinzione Dona, come riportato da AdnKronos. "Una speculazione bella e buona!".

L'aumento avrà delle pesanti ripercussioni sui conti delle famiglie italiane:"Dall'inizio dell'anno, dalla rilevazione del 4 gennaio, in 5 mesi, un pieno da 50 litri è aumentato di 7 euro e 88 cent per la benzina e di 6 euro e 93 cent per il gasolio, con un rincaro, rispettivamente, del 10,9% e del 10,5%". Questo significa, pertanto, una vera e propria mazzata che, calcolata su base annuale, corrisponde a "89 euro all'anno per la benzina e 166 euro per il gasolio".

Anche effettuando un raffronto tra i costi rilevati nel medesimo periodo dello scorso anno, il divario risulta decisamente evidente: "In un anno solare, ossia dalla rilevazione dell'8 giugno 2020, quando la benzina era pari a 1.371 euro al litro e il gasolio a 1.260 euro al litro, un pieno da 50 litri costa 11 euro e 40 cent in più per la benzina e 9 euro e 86 cent in più per il gasolio, con un rialzo, rispettivamente, del 16,6% e del 15,6%", puntualizza ancora il presidente dell'Unione nazionale consumatori. Utilizzando i dati rilevati per ipotizzare le ripercussioni su base annua si arriva a "274 euro all'anno per la benzina e a 237 euro per il gasolio", conclude Dona.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti