La "rivoluzione" sul bollo auto: ecco quando va pagata la tassa

Sulla tassa automobilistica le Regioni sono andate avanti in ordine sparso. C’è chi ha rinviato i pagamenti e chi, invece, non ha previsto alcuna sospensione

L’emergenza coronavirus ha sparigliato le carte della pubblica amministrazione e del sistema tributario. Si sono contati rinvii, proroghe e questo è valso anche per il bollo auto. Ma pure per la patente e la revisione. Molte Regioni hanno rinviato il pagamento della tassa automobilista, ma non c’è stata una regolamentazione nazionale. Quindi ogni ente locale è andato avanti in ordine sparso. Ognuno per conto suo. In alcuni casi dopo una prima proroga ne è stata decisa una seconda che ha fatto slittare ulteriormente la data di pagamento. Alcune Regioni, al contrario, non hanno previsto alcuna sospensione e, così, i termini per il pagamento sono già scaduti.

In tutte le Regioni che hanno concesso una proroga al pagamento, è fatta ovviamente salva la possibilità per i contribuenti di effettuare i versamenti nei termini ordinari. È bene ricordarlo. La sospensione permette di pagare il bollo in ritardo senza aggravio di sanzioni e interessi, ma non modifica la data di scadenza della tassa automobilistica.

Partiamo dal nord. In Lombardia è stata prevista la sospensione fino al 31 ottobre del bollo auto in scadenza nel periodo 8 marzo - 30 settembre 2020. La tassa potrà essere versata entro il 31 ottobre che, essendo di sabato, sposta il termine ultimo al 2 novembre. Gli automobilisti in questo caso possono stare tranquilli. Di tempo per saldare il conto ce n’è molto. Anche la Provincia Autonoma di Trento ha deciso di concedere molto più tempo ai contribuenti per il pagamento di questa imposta che potrà essere versata entro il 30 novembre 2020 senza applicazione di sanzioni e interessi.

Buone notizie anche dalla Campania. Qui si è intervenuti con una doppia proroga. La Regione ha infatti sospeso tutti gli adempimenti tributari e i termini dei versamenti che scadono nel periodo compreso tra il primo giugno 2020 e il 31 agosto 2020 già sospesi fino al 31 maggio. Il termine ultimo è stato fissato al 30 settembre 2020. In Sicilia sono stati sospesi i versamenti che scadono nel periodo compreso tra l’8 marzo 2020 ed il 31 ottobre 2020 che però, essendo un sabato, sposta il termine al 2 novembre 2020. Esattamente come in Lombardia.

In diverse Regioni, poi, il pagamento del bollo auto è stato invece sospeso fino al 31 luglio. E vale a dire: Abruzzo, Marche, Calabria, Liguria, Valle D’Aosta. Discorso a parte merita il Piemonte dove i pagamenti sono stati ulteriormente rimandati fino al 15 luglio 2020. Ma, in questo caso, il tempo è scaduto. E chi non vuole incorrere in sanzioni è invitato a pagare.

In altre parti d'Italia la proroga è invece scaduta addirittura il 30 giugno. E, in particolare, questa decisione riguarda Lazio, Toscana, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Provincia autonoma di Bolzano. Ecco un quadro generale che può essere utile a chiarire le idee agli automobilisti già frastornati dall’emergenza sanitaria. Come abbiamo scritto, quasi tutte le Regioni hanno previsto un rinvio per il pagamento della tassa automobilistica. In alcuni casi i termini sono però già scaduti. Ed è giusto mettersi in regola.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

titina

Lun, 03/08/2020 - 11:24

le auto sono state ferme 4 mesi, quindi la scadenza del bollo dovrebbe essere 4 mesi dopo la normale scadenza di ogni auto.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 03/08/2020 - 13:34

Dopo aver letto il testo colle varie date regione per regione mi sono accorto che l'Italia è veramente UNA SOLA.

Ritratto di jenablindata

jenablindata

Lun, 03/08/2020 - 14:25

MA FINITELA CON QUESTO MALEDETTO BOLLO: che cosa si aspetta a scaricarne il costo sul carburanti,come si è fatto per il bollo sulla patente? aumenteranno (se va male) di tre o quattro centesimi al litro, e sarà un adempimento in meno di cui dovremo preoccuparci: poi chi ha il macchinone e lo usa tanto paga tanto, chi ha il macchinino e lo usa poco paga poco, chi non ha soldi lo lascia in garage gratis: e dulcis in fundo,pagheranno la loro quota ANCHE tutti coloro che vengono in italia,che usano le nostre strade esattamente come noi.

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Lun, 03/08/2020 - 15:17

Si tratta di una tassa sul possesso, una patrimoniale calcolata sui KW o Cavalli. Il fatto che l'auto circoli o meno non incide sul pagamento che è dovuto alle scadenza regolari. Se tali scadenze vengono posposte, questo incide sul periodo di possesso per cui è dovuta questa patrimoniale. Pago con due o tre mesi di dilazione per il medesimo periodo di possesso. Infine, io ho rottamato in Aprile l'auto, e non intendo acquistarne altre, per ora. Preferisco tenermi i soldi in tasca, arrangiarmi in altro modo, risparmiando, e lasciando a stecchetto aziende produttrici e stato.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 03/08/2020 - 15:32

jenablindata,lei ha ragione per una parte cioè sulle auto che hanno la tassa di possesso.Mentre per le auto storiche è bollo di circolazione,e lei non si immagina quanti soldi creano i vari restauri,naturalmente il bollo è minimo,e se non circola non lo paga.

Gio56

Lun, 03/08/2020 - 15:35

jenablindata,tra chi dovrebbe pagare ha tralasciato anche chi abita in certe zone.Ps. non solo il bollo ma anche l'assicurazione.

Duka

Lun, 03/08/2020 - 16:08

Questo governo in una cosa solo eccelle: LA CONFUSIONE TOTALE IN OGNI SETTORE.

Massimo Bernieri

Lun, 03/08/2020 - 16:27

Tutti titoli "rivoluzione.."dove sembra cambi tutto.Per non incorrere in errori o ritardi,basta nel mese in cui devi pagare andare in una agenzia pratiche auto e sapere se c'è un rinvio.Da parte mia ho pagato alla naturale scadenza perchè non era previsto uno spostamento ma anche se ci fosse stato,avrei pagato alla scadenza di legge perchè poi non vorrei che tra qualche anno qualcuno si dimentica che in quel tot anno c'è stata una proroga e ti invia una cartella per ritardato pagamento poi come scrive un amico,è una "imposta patrimoniale" sul bene posseduto cioè auto e non dipende se non hai potuto circolare per COVID e chiedere una proroga.

Nes

Lun, 03/08/2020 - 16:40

Ma le tasse in Italia non sono uguuali per tutti, ognuno fa come vuole, disparità di trattamento

Ritratto di jenablindata

jenablindata

Mar, 04/08/2020 - 13:52

@gianniverde: appunto.... per quanto minimo,a che pro pagare un bollo su un'autostorica che si muove (quando si muove) se va bene per pochi km e qualche ora all'anno? non è meglio evitarsi ogni rogna burocratica (anche il nostro tempo ha un costo,ma nessuno lo ricorda mai) e pagare quei due o tre centesimi in più sul carburante?

Ritratto di jenablindata

jenablindata

Mar, 04/08/2020 - 13:56

@Gio56 beh,è inutile precisare che scaricando il bollo sui carburanti si evita anche l'evasione. ma io parlavo di evitare a TUTTI i cittadini italiani,le rotture di scatole di doversi ricordare ogni anno un bollo che cambia ogni volta.... e che spesso dà adito a contestazioni per mancato o errato pagamento,oltre che ulteriori carte da conservare per anni: non ha alcun senso mantenerlo.

Ritratto di jenablindata

jenablindata

Mar, 04/08/2020 - 14:11

@Gio56: anche l'assicurazione scaricata sui carburanti è una ottima idea. però,come evitare truffe? forse potremmo rendere obbligatoria la sola adesione della compagnia assicurativa... però il costo viene sostenuto (e contrattato) dallo stato,attraverso i carburanti. otterremo cosi un abbassamento generale dei costi di assicurazione (perchè lo stato ha ben altro peso,nelle contrattazioni) e la fine di ogni "picco economico" ai rinnovi e ogni rogna burocratica per noi (tolta la scelta delle assicurazioni,e il modulo blu quando siamo coinvolti in qualche incidente)

Ritratto di jenablindata

jenablindata

Lun, 10/08/2020 - 14:17

@Gio56: e poi c'è anche un'altro vantaggio,pensandoci: la fine del maledetto regime di bonus\malus,che trasforma quasi ogni automobilista altrimenti mediamento onesto in un esercito di danneggiatori mordi e fuggi,per evitare aumenti dell'assicurazione.