"Prelievo non disponibile" al bancomat: cosa succede

Sono tre solitamente i motivi dell’inconveniente che mette in agitazione il titolare del conto corrente

"Prelievo non disponibile" al bancomat: cosa succede

Quante volte capita che si ha urgente bisogno di soldi contanti e ci si reca in fretta e furia a un qualsiasi sportello Atm, anche se non appartiene alla banca in cui si ha il conto corrente. Ciò può avvenire a qualsiasi ora, soprattutto quando l’istituto di credito è chiuso. È proprio in questi momenti che, spesso, dopo aver inserito la carta bancomat nell’apposita fessura e digitato il pin appare sullo schermo una dicitura spiazzante: “Prelievo non disponibile”. In quel momento all’utente sembra crollare il mondo addosso; è consapevole che i soldi sul conto corrente ci sono, ma non riesce a capire perché non può prelevare. Ma cosa accade quando lo sportello Atm non eroga denaro? Sono tre solitamente le cause dell’inconveniente, che elenchiamo a seguire.

Superamento del limite giornaliero di prelievi

Tutti i possessori di carte bancomat sanno che possono prelevare dai vari sportelli fino a una certa cifra di contanti. Questo limite è inserito nel contratto stipulato con il singolo istituto di credito e varia da banca a banca. Solitamente, i massimali giornalieri da rispettare non superano i 500 euro. Quindi, il motivo che desta minori preoccupazioni è proprio questo: distrattamente si è sforato il tetto previsto nell’accordo e si deve semplicemente attendere il giorno successivo per effettuare un nuovo prelievo. Ma la causa non è sempre così indolore.

Carta bancomat clonata

Ma come ricorda laleggeperutti.it, può capitare che nonostante si sia sicuri di non aver effettuato operazioni allo sportello Atm quel giorno appari lo stesso la scritta “Prelievo non disponibile”. In questo caso è importante verificare immediatamente lo stato del proprio conto corrente, chiedendo lumi in banca o, nel caso fosse chiusa, collegandosi sul portale in Internet. La carta bancomat potrebbe essere stata clonata e qualcun altro potrebbe aver effettuato il prelievo al posto del titolare del conto corrente. Qualora ci si ritrovi con dei soldi in meno a deposito bisogna chiedere il blocco del bancomat all’istituto di credito e va fatta denuncia ai carabinieri o alla polizia.

Impossibilità a prelevare per guasti allo sportello Atm

Tra le cause del mancato prelievo non va escluso il guasto tecnico allo sportello Atm, che potrebbe essere in manutenzione. In questo caso basta cercare un altro sportello e verificare se il prelievo è possibile. Qualora non fosse possibile allora si tratta quasi sicuramente di uno dei motivi che abbiamo elencato in precedenza.

Commenti