Adesso rispunta la Tav. Nuova "grana" per il M5s

L’Alta velocità Torino-Lione era caduta nel dimenticatoio per evitare tensioni tra M5S e Pd. Ora il piano torna alla ribalta e vale un miliardo di euro

La Tav non è solo un progetto infrastrutturale ambizioso. Ma anche il terreno di scontro, neppure troppo nascosto, all’interno della maggioranza. Il governo giallorosso aveva lasciato cadere nel dimenticatoio l’opera per non litigare. Dell’Alta velocità Torino-Lione non si parlava più ufficialmente da almeno un anno. Scomparsa, come per magia, dal dibattito politico. Fino ad oggi. Questo perché il Movimento 5 Stelle non ha mai digerito la presa di posizione di Conte a favore del cantiere. Nell’estate del 2019 il premier, infatti, disse senza mezzi termini: "Il governo è per il sì". Luigi Di Maio, allora capo politico pentastellato, rispose polemico: "Saranno le Camere a decidere". Il passaggio parlamentare, però, non andò come sperava il buon Di Maio. Pochi giorni dopo, in Senato, la maggioranza gialloverde (allora al governo) si spaccò, con la Lega che finì per votare la mozione del Pd favorevole alla Tav, mettendo in minoranza i grillini.

La pandemia e la conseguente crisi economica hanno sparigliato le carte. Così si scopre che tra i progetti che l’esecutivo intende finanziare con il Recovery fund, c’è anche la Tav. Magia. L'opera vale circa un miliardo di euro. E l’obiettivo è creare un collegamento ferroviario merci e passeggeri efficiente tra l’Italia e la Francia. Questo, secondo quanto riporta Il Tempo, è solo uno degli oltre 500 progetti da realizzare con i soldi della Ue inseriti nella bozza all’esame del governo. Un dossier che presto, una volta ultimato, verrà spedito direttamente a Bruxelles.

I 209 miliardi messi sul piatto dall’Ue fanno gola. Inutile girarci intorno. Il piano allo studio dal governo prevede, oltre alla Tav, vari piani. Ed è evidente che non tutti saranno finanziati. In tema di infrastrutture e trasporti, il governo non ha in mente solo la Torino-Lione. Tra i progetti inviati dal ministero dei Trasporti ci sono anche il potenziamento della Venezia-Trieste (646 milioni), la Palermo-Catania-Messina (4,4 miliardi), la Verona-valico del Brennero (3,3 miliardi), l’Alta velocità Napoli-Bari (2,6 miliardi) e il Piano nazionale delle ciclovie (1,2 miliardi). Cinquanta milioni per realizzare l’acquario di Taranto. Ma anche i 35 milioni per aiutare chi non conosce la tecnologia o i 46 milioni per sistemare il palazzo della Farnesina, dove ha sede il ministero degli Esteri.

Tornando alla Tav, è evidente che le tensioni all’interno del governo sono forti. Da una parte di dem, per il sì. Dall’altra i pentastellati contrari all’opera. Se la politica non si è più occupata dell’alta velocità, a non essere scomparsi sono però i no-Tav. Risale a solo una settimana fa l’ultimo blitz al cantiere di Chiomonte, in Val di Susa. Tanto per far capire che loro non smetteranno mai di dare battaglia. Qualcosa che non fa dormire sonni tranquilli al nostro premier e a tutto l'esecutivo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

vocepopolare

Mer, 16/09/2020 - 10:18

Non andate d'accordo su nulla ed il vs assurdo comportamento di voler proseguire insieme per gli affaracci vostri ormai ha rotto abbastanza le scatole agli italiani. Siate una sola volta uomini veri e non marionette agitate da indecorosi buffoni, rompete questa ridicola comunanza e consentite agli italiani di esprimersi liberamente.

cgf

Mer, 16/09/2020 - 10:21

Conte vorrebbe mettere la TAV come progetto per avere i soldi UE, ma la TAV non dovrebbe essere già finanziata? Una idea nuova, ancora da finanziare? NO, il Ponte o il sottopasso dello Stretto non è nuovo, IDEA MOLTO VECCHIA, Romano Prodi, ai tempi presidente dell’IRI ribadisce che il ponte è una priorità: “I lavori per la costruzione del ponte sullo Stretto cominceranno al più presto. Il risparmio per un automobilista sarebbe di 40 minuti, 35 per autocarro e 92 per il treno. Nel 2015 transiterebbero sul ponte 12 milioni e 621mila autovetture, oltre a 295 mila carrozze ferroviarie”. Ancora al Governo (1996) lo appoggiava, poi ha capito, 10 anni dopo nel successivo governo, che non era una priorità.

Valvo Vittorio

Mer, 16/09/2020 - 11:08

Tutte le strutture che consentono uno snellimento della circolazione all'interno del territorio nazionale o verso l'estero vanno rigorosamente realizzate senza preamboli o tentennamenti. Qualora non si abbia questa elementare idea infrastrutturale è meglio cambiare impegno in politica: gli antichi romani costruivano le strade; Cavour ordinò il collegamento ferroviario che attraversasse l'intera Italia. Un manipolo di Grillini incompetenti vuole frenare il progresso. Poveri illusi, incompetenti il progresso incalzante vi annienterà.

27Adriano

Mer, 16/09/2020 - 11:21

...Mandateci il vostro grullo, ora che diventerà disoccupato!

fjrt1

Mer, 16/09/2020 - 11:23

Per i 5s qualsiasi opera pubblica è inutile, per loro sono tutti soldi sprecati. Ora si capisce ancora una volta perché Salvini ha lasciato il governo. Dimenticavo i soldi europei, per i 5s, sono ben spesi per il reddito universale.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 16/09/2020 - 11:29

Ma oltre alla cadrega, c'è qualche progetto unitario tra il PD e 5S ? Nessuno ?

Calmapiatta

Mer, 16/09/2020 - 11:32

Ma il M5s, quello della scatoletta di tonno, non era anche il movimento anti TAV? C'è un qualsiasi principio, idea, slogan o barzelletta che non si siano rimangiati pur di continuare a stare col sedere sulla poltrona?

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 16/09/2020 - 11:36

La confusione continua a girare nel pensiero della gente di M5S, malgrado si tratti che in buona parte di “persone” culturalmente di buon livello, anche se non eccezionale. I lavori per l’alta velocità continueranno, sperando che un giorno siano portati avanti fino alla fine. Il vero problema sono loro ed i migranti, non la Tav.

Iacobellig

Mer, 16/09/2020 - 11:36

I lavori debbono proseguire. Forse ora la tav sarà scambiata con il mes. La sinistra deve a tutti i gusti vincolare l’Italia alla supremazia della Germania e UE. Tutto è cominciato con Ciampi e successivamente con Prodi Letta Renzi Gentiloni e ira con Zingaretti PD.

cir

Mer, 16/09/2020 - 11:40

la TAV serve solo a chi la costruisce., come i banchi con le ruote .

Iacobellig

Mer, 16/09/2020 - 11:54

TAV=BARATTO CON MES!

Korgek

Mer, 16/09/2020 - 12:11

Almeno voi che scrivete gli articoli chiamatela con il nome giusto. ALTA CAPACITA'. La TAV è un'altra cosa e in Italia deve essere realizzata ancora tra Brescia e Padova.

m.m.f

Mer, 16/09/2020 - 13:32

Faranno anche la TAV con il VOTO DEI 5 STELLE. Ad oggi si sono rimangiati TUTTO,anche capovolto le carte SU TUTTO con la buona pace del loro elettorato.

ItaliaSvegliati

Mer, 16/09/2020 - 14:25

No Tav, si Tav.....hahahaha adesso si piegano supini al pd, e ne verranno assorbiti da come si sviluppa la politica...

Ritratto di tomari

tomari

Mer, 16/09/2020 - 14:48

cir, Cazza...a più grande mai sentita. Senti, ti parlo da macchinista, ormai in pensione. Uno che ha fatto il percorso Milano-Modane decine di volte. La linea attuale, a parte la pendenza molto marcata, il che significa che per trainare un treno di 1000 tonnellate ci vogliono 2 loc. con consumo di energia doppio! La velocità della linea e molto bassa e inoltre, dulcis in fundo, l'attuale galleria del Frejus NON è a norma! Tanto è vero, me lo hanno detto, alcuni macchinisti prima di imboccarla si fanno il segno della croce! Non è stato il mio caso, essendo ateo. Questo per dirti quanto piccino sei con il tuo commento.

Korgek

Mer, 16/09/2020 - 15:22

@tomari, con alcune persone purtroppo è tempo perso. Tra l'altro l'attuale infrastruttura non è solo carente fino a Modane, ma anche fino a Lione con alcuni tratti che sono addirittura a singolo binario. L'alta capacità è un insieme di tante iniziative e progetti strategici che non si limitano solo a un TGV Milano-Parigi come i 5 stalle continuano a starnazzare da lustri.

Iacobellig

Mer, 16/09/2020 - 15:48

Il m5s darà l’ok dopo il voto per evitare di scomparire il prossimo 20-21/9.

mediano

Mer, 16/09/2020 - 16:04

peccatucci e ricatti, ma il mondo può aspettare|