"Se state guardando questo video...". Il licenziamento choc

L'amministratore delegato di una società di mutui per la casa ha licenziato 900 dei suoi dipendenti sulla piattaforma Zoom in videochiamata. La settimana prima, la stessa società aveva acquisito 750 milioni di dollari

"Se state guardando questo video...". Il licenziamento choc

"Se siete collegati, fate parte di un gruppo sfortunato di persone che sono state licenziate". Sono queste le parole di benservito da parte dell'amministratore delegato di una società di mutui per la casa che ha riunito 900 dipendenti sulla piattaforma Zoom per licenziarli.

Cosa è successo

La società in questione è la Better.com e il suo Ad, Vishal Garg, ha mandato a casa in videoconferenza circa il 9% della sua forza lavoro informando in questa maniera i dipendenti coinvolti a due passi dalle festività natalizie. La registrazione è finita sulla Cnn Business. "Il tuo impiego qui è terminato con effetto immediato", ha sottolineato, affermando che sarebbe stata recapitata un'email dalle risorse umane con i dettagli sulla liquidazione. "Dover condurre licenziamenti è straziante, specialmente in questo periodo dell'anno", ha detto il CFO della società, Kevin Ryan, in una dichiarazione alla Cnn Business.

Le "verità nascoste" e il nuovo capitale

Anche se Garg ha citato l'efficienza del mercato, le prestazioni e la produttività come motivazione ai licenziamenti, si è successivamente scoperto di aver accusato i dipendenti di "rubare" i clienti ai loro colleghi perché erano improduttivi e lavoravano soltanto due ore al giorno.
"Questa è la seconda volta nella mia carriera che lo faccio e non voglio farlo. L'ultima volta che l'ho fatto, ho pianto", ha affermato Garg durante la videochiamata, breve e senza alcuna emozione ma soprattutto "simulando" un dispiacere che, in realtà non c'è.

L'altro indizio che il licenziamento fosse spinto da ben altre motivazioni è l'aumento di capitale che la Better aveva ricevuto appena una settimana prima: 750 milioni di dollari in contanti grazie all'accordo con una SPAC (Società di acquisizioni per scopi speciali), per oltre un miliardo di dollari come società. Certamente, quindi, non era la mancanza di soldi che ha spinto Garg a licenziare i proprio dipendenti, quasi mille.

Quella mail allo staff

Garg, inoltre, sarebbe stato coinvolto in controversie nelle settimane precedenti come evidenziato da un'e-mail che ha inviato allo staff e che è stata intercettata da Forbes in cui se l'era presa con alcuni dei suoi lavoratori. "Siete troppo dannatamente lenti. Siete un branco di delfini sciocchi. Fermatevi, fermatevi adesso. Mi state imbarazzando" avrebbe scritto. Infine, il quotidiano inglese Daily Beast ha riferito che ad agosto che uno dei più "leali luogotenenti" di Garg avrebbe ricevuto milioni di dollari di opzioni su azioni che sarebbesto state investite subito e nemmeno paragonabili a quanto accadeva agli altri dipendenti. La stessa persona poi, è stata congedata per bullismo.

Commenti