Salario minimo per chi è senza contratto

I 7 euro all'ora vanno considerati netti ma non del tutto. Su quella cifra si dovranno pagare le tasse

Salario minimo per chi è senza contratto

Matteo Renzi ora vuole fissare il salario minimo per tutti i lavoratori. La somma non è stata ancora decisa. I tecnici del ministero del Lavoro la stanno mettendo a punto. Ma, stando a quanto anticipato dal Corriere della Sera, dovrebbe aggirarsiintorno ai 7 euro all'ora. Il provvedimento rientrerà nei prossimi decreti attuativi del Jobs act.

L’Italia è uno dei pochi Paesi dell'Eurozona a non aver ancora fissato il salario minimo. Anche la Germania, che non lo aveva mai calcolato, lo scorso anno ha deciso per legge che non si può scendere sotto gli 8 euro e 50 centesimi. Da Palazzo Chigi assicurano che nel giro di qualche settimana arriverà sul tavolo del Consiglio dei ministri il decreto che riscrive le regole sul collocamento. Tra le varie misure c'è appunto l'ipotesi di fissare un minimo per legge che riguarderà tutti quei settori che non sono già regolamentati da un contratto nazionale. Il salario minimo, che non va assolutamente confuso con il reddito minimo, serve a fissare la soglia al di sotto della quale il datore di lavoro non può pagare un dipendente.

I 7 euro all'ora vanno considerati netti ma non del tutto. Come spiega il Corriere della Sera, infatti, "su quella somma non bisognerebbe pagare i contributi Inps e Inail ma si potrebbero pagare le tasse a patto di superare il tetto degli 8mila euro l’anno, uscendo dalla no tax area". Adesso non resta da vedere come reagiranno i sindacati.

Commenti