Spid a pagamento: cosa fare per averlo gratis

Come attivare lo Spid gratuitamente: ecco tutte le mosse da fare per non pagarlo

Spid a pagamento: cosa fare per averlo gratis

La gratuità dello Spid dipende dalla modalità di riconoscimento scelta per confermare la propria identità digitale. Poste Italiane, ad esempio, come già avevamo anticipato qui su Il Giornale.it ha introdotto dal primo novembre un costo di 12 euro per le attivazioni dello Spid con riconoscimento allo sportello.

Dal momento che fino a prima di questa data è sempre stato un servizio gratuito, la scelta ha sollevato numerose polemiche da parte delle migliaia di utenti. Va precisato, come riporta anche il Corriere della Sera, che le Poste continueranno a offrire gratuitamente alcune modalità di riconoscimento da remoto. Il Poste Id può essere attivato a distanza con Cie (Carta di identità elettronica, Cns (Carta nazionale dei servizi), firma digitale, lettore Bancoposta e carta Postamat. Si può fare anche attraverso Sms su cellulare certificato associato a Bancoposta o Postepay. Questo perché servono dei mezzi inequivocabili che possano associare la persona che lo richiede all'identità digitale. Poste solamente durante la fase critica della pandemia ha rilasciato oltre 15milioni di Spid. Ad oggi, gli ultimi dati aggiornati ci dicono che, sono state attivate circa 26 milioni di identità digitali. CIò favorisce la digitalizzazione del Paese e un mezzo utile per accedere rapidamente a tutti i servizi digitali della Pubblica Amministrazione. Questo indubbiamente grazie agli oltre 12mila uffici postali che hanno rilasciato gratuitamente oltre l'80% delle attivazioni. Non a caso Poste Italiane è il fornitore più utilizzato con 17,1 milioni di Spid attivati, vale a dire circa l'80% del mercato.

Il metodo usato maggiormente però è sempre stato quello dell'identificazione personale allo sportello dell'ufficio postale. Questo servizio comincerà a essere a pagamento per diversi provider, nonostante sia stato gratuito fino a oggi. Ad esempio, Lepida che è uno dei 9 identity provider Spid offre 6 modalità di riconoscimento grautite. Tra queste la possibilità di riconoscimento di persona presso uno tra i duemila sportelli attivi in Italia. A pagamento, invece, la modalità di riconoscimento via webcam con operatore realizzata su appuntamento.

Ad ogni modo, non deve sorprendere la decisione di rendere il servizio a pagamento dal momento che era previsto che questo accadesse già lo scorso giugno 2020. Alcune associazioni di consumatori si sono comunque lamentate. Aduc, ad esempio, ha dichiarato: "La conseguenza è che una persona poco pratica con le odierne tecnologie e che non ha modo di farsi aiutare è costretta a pagare 12 euro in agenzia postale".

Commenti