Transpotec-Logitec, l'autotrasporto viaggia nel futuro

Torna a Fiera Milano dal 12 al 15 maggio 2022 la manifestazione leader del settore: 346 espositori con le novità delle case costruttrici di mezzi pesanti che rappresentano più dell’80% del mercato. Un comparto fondamentale per l'economia che vale 86 miliardi di euro. La sfida della transizione ecologica, della sostenibilità e della sicurezza

Transpotec-Logitec, l'autotrasporto viaggia nel futuro

Il mondo dell’autotrasporto e della logistica che dopo due anni di pandemia e la guerra tra Russia e Ucraina è diventato sempre più centrale per il commercio interno, l’export e l’import torna in Fiera Milano con Transpotec Logitec, in programma dal 12 al 15 maggio 2022 nel polo di Rho con 346 espositori del settore, case costruttrici che rappresentano oltre l'80% del mercato dei mezzi pesanti venduti negli ultimi due anni e circa il 15% di queste sarà proveniente dall'estero, prevalentemente da Europa e Stati Uniti: Daf Veicoli Industriali, Ford Trucks, Iveco, Mercedes-Benz Trucks Italia, Scania, Volvo Trucks, e per i veicoli commerciali leggeri, oltre a Iveco e Mercedes-Benz Trucks Italia, che presenteranno la loro intera gamma, ci saranno anche Ford Italia e Piaggio.

Fiera, che ha ripreso le manifestazioni in presenza chiudendo questa settimana la Borsa internazionale del turismo con un “tutto esaurito” di espositori e visitatori, riparte con un' altra manifestazione leader di settore, piattaforma di business e dialogo che si tiene a Milano, nel cuore della Lombardia che rappresenta il primo polo logistico nazionale e uno dei principali snodi logistici con i mercati europei e mondiali. E a testimoniare questo ruolo centrale ha presentato la manifestazione nella sede dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Milano con il saluto di Maria Preiti direttore Territoriale Lombardia, perché per affrontare le nuove sfide è fondamentale fare sistema fra tutti gli attori, pubblici e privati per modernizzare il sistema dei trasporti e della logistica. Rinnovare un parco mezzi tra i più vecchi e memo tecnologici d’Europa, la ricerca di nuovi autisti, la sicurezza sulle strade, il costo dei carburanti, la transizione energetica sono le questioni aperte che richiedono infatti una riflessione condivisa e urgente.

"Abbiamo avuto il ritorno di tutte le case di produzione e quindi ci saranno tutte le novità più importanti di prodotto e innovazione e questo è importante per i professionisti del trasporto. E la fiera è altrettanto importante per fare rete tra i diversi sistemi di trasporto e rendere competitivo il Paese. Le tematiche che vogliamo portare in evidenza - ha detto Luca Palermo, ad di Fiera Milano - sono quelle legate al processo di transizione che è in corso. Tutte le case automobilistiche parleranno di sostenibilità, digitalizzazione e delle nuove competenze necessarie a chi fa questo mestiere. Proporremo molte aree tematiche e ci sarà un confronto attento e costante con le istituzioni per far sì che le esigenze di un'infrastruttura così importante possano essere ascoltate per guidare questa transizione con il supporto delle nuove tecnologie”. "Saremo presenti anche con veicoli elettrici per dare un'immagine dell’evoluzione tecnologica in atto e far capire agli stakeholder che siamo pronti per affrontare la transizione ecologica" ha infatti aggiunto Paolo Starace, presidente della Sezione Veicoli Industriali di Unrae.

"Il mercato è in crescita rispetto al 2019 e al 2020 ma si tratta di ordini di qualche mese fa e siamo preoccupati per la restante parte dell'anno - ha spiegato Gianmarco Giorda, direttore generale di Anfia, Associazione filiera industria automobilistica. "Senza logistica funzionale e senza il trasporto delle merci - ha sottolineato Paolo Uggé, presidente di Conftrasporto - il sistema produttivo soffre e teniamo conto che per fare il pieno di gasolio a un Tir servono 1.300 euro, non è una cosa leggera. Con l'intervento del viceministro Bellanova sono stati stanziati 500 milioni che si andranno ad aggiungere al taglio di 21 centesimi al litro delle accise. È un problema reale e urgente, ma quando poi si tratta di rendere operativi i provvedimenti si rallenta. Dobbiamo accelerare e realizzare i protocolli d'intesa sottoscritti nei ministeri”.

Una linea condivisa da Enrico Finocchi, presidente dell'Albo degli autotrasportatori, organismo del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili: "Stiamo lavorando perché il settore si rafforzi e sia in grado di vincere le sfide che l'economia propone tra cui sostenibilità e transizione ecologica. C’è bisogno di un incentivo, mantenere in piedi le aziende che faticano a produrre. Credo che con un sistema che ha messo in piedi Il governo, nei limiti di quello che è stato possibile, si possa fare. Bisogna investire, il ministero sta mettendo in campo i fondi necessari ma devono essere erogati in fretta perché c'è mancanza di liquidità. Il mondo del trasporto deve cambiare, abbiamo ancora una media elevata di piccole imprese artigiane, anche mono-veicolari, che stentano a rimanere sul mercato. C'è bisogno di fare squadra per sostenere l'economia italiana”.

UN COMPARTO DA 86 MILIARDI

Il settore della logistica ha chiuso il 2021 con un fatturato del valore di 86 miliardi di euro, avvicinandosi agli 87 del 2019 dopo un 2020 in lieve calo, secondo i dati dell'osservatorio Contract Logistics "Gino Marchet", e il trasporto su gomma continua a rappresentare l'80% delle merci spostate che viaggiano su camion.

Sul fronte delle immatricolazioni il settore dei mezzi pesanti cresce del 22% nel 2021 rispetto al 2020, superando il valore del 2019 (+5%). Con oltre 183.000 mezzi immatricolati, anche i veicoli commerciali leggeri recuperano il 14,9% sul 2020, anche se sono ancora in lieve flessione sul 2019. I veicoli trainati, con oltre 15.000 immatricolazioni sono in ripresa sia rispetto al 2020 (+32,3%) sia rispetto al 2019 (+4,6%) (fonte: Focus Italia mercato veicoli commerciali e industriali, ANFIA, gennaio 2022).
La grande sfida, però, è rinnovare il parco circolante riducendo le emissioni e aumentando la sicurezza sulle strade. Secondo gli ultimi dati Unrae, l’età media di un mezzo superiore a 3,5 tonnellate è 14 anni e il 53,1% dei mezzi è ante Euro 4; simile la situazione per i mezzi superiori a 16 tonnellate, dove l’età media è 12 anni e il 42% del parco circolante è ante Euro 4.

IN FIERA MEZZI ALL'AVANGUARDIA: SOSTENIBILI E SICURI

A raccontare a Tanspotec Logitec il meglio dell’innovazione saranno i gradi costruttori presenti con tutte le novità e le proposte più all'avanguardia per poter per investire in un mezzo nuovo che declina la sostenibilità intesa come riduzione dei costi di gestione e minori emissioni garantite sia dai diesel di ultima generazione, che dalle soluzioni alternative come metano ed elettriche.
Grande attenzione al tema sicurezza: il processo di digitalizzazione rende i mezzi sempre più sicuri, grazie a elettronica e sensoristica che favoriscono un maggior controllo del veicolo rendendo il lavoro del trasportatore più semplice e confortevole, ma è anche la logistica che evolve grazie ai sistemi connessi che consentono di ottimizzare i viaggi, controllare il carico in ogni momento, tracciare l’intera catena logistica gestendo al meglio i tempi e garantendo il monitoraggio delle temperature fondamentali per il food e il farmaceutico.

FORMAZIONE E CONOSCENZA PER I PROFESSIONISTI

Transpotec Logitec è anche un’occasione di incontro sulle tematiche più interessanti per tutti i professionisti: con il calendario di appuntamenti permetterà agli operatori di scegliere il proprio percorso formativo e di confrontarsi con le maggiori realtà del settore. Non solo, la manifestazione sarà una agorà di contenuti e di confronto ai massimi livelli: dalle positive ricadute del Pnrr sulla logistica a come le prospettive di sostenibilità cambieranno il settore, fino agli skill per essere operatori logistici.

AREA TEST DRIVE

Nella grande area esterna di Largo Nazioni che si raggiunge ai padiglioni espositivi, si potrà anche salire a bordo e provare i mezzi perché sarà allestita come pista per i test-drive. Realizzata in collaborazione con Next to the Truckers, l’area test drive permetterà di provare i più recenti veicoli delle Case e la gamma di motorizzazioni - diesel, gas ed elettriche – affiancati da istruttori. Sempre nell’area esterna, tra i Padiglioni 18 e 22, ci sarà la Piazza dell’Usato sempre organizzata da Next to the Truckers: oltre 1.000 metri quadrati di esposizione di mezzi di seconda mano, selezionati dai migliori dealer italiani in base a standard severi di affidabilità e sicurezza.

TRANSPOTEC TRUCKERS SCHOOL

In Italia ne mancano più di 20.000 autisti. così Per questo Transpotec Logitec, in collaborazione con la trasmissione televisiva Next to the Truckers negli scorsi mesi ha individuato futuri autisti che, in occasione dell’evento, riceveranno l’attestato di iscrizione alla Transpotec Truckers School. Grazie al supporto di Clarios Italia, LC3, Multitrax, Next to the Truckers, Rossi, Volvo Trucks Italia, sponsor dell’iniziativa, gli aspiranti autisti potranno accedere alla scuola guida per il conseguimento delle patenti C ed E e del CQC, ma, soprattutto, potranno avere l’opportunità di essere assunti dalle aziende partner del progetto una volta conseguiti gli attestati di guida.

METS: NEL WEEKEND È FESTA
Più di 200 mezzi unici sabato 14 e domenica 15 maggio animeranno Largo Nazioni Ovest, la grande area esterna su cui si affacciano i padiglioni. METS - Milano European Truck Show, realizzato da Truck Look, colorerà il weekend di Transpotec con un raduno senza precedenti, all’insegna della passione per il proprio mezzo, ma anche di tecnologia e sicurezza. Esterni aerografati, interni in pelle e materiali pregiati, innovativi sistemi di assistenza alla guida e cabine connesse con servizi gestibili con il comando vocale, attraverso Alexa e Google offrono il meglio della personalizzazione e dell’innovazione tecnologica presente di mezzi giganti e di alcuni esemplari di veicoli medi e piccoli.

Tutte le ingormazioni su https://www.transpotec.com/

Commenti