Nasce il nuovo gruppo bancario Ubi-Intesa San Paolo. Occhio a conto, prelievi e Iban

La migrazione informatica di queste ore prevede il passaggio di 2,4 milioni di clienti, 2,6 milioni di conti correnti, mille filiali e 15mila dipendenti

Nasce il nuovo gruppo bancario Ubi-Intesa San Paolo. Occhio a conto, prelievi e Iban

È tutto pronto per dare vita a un nuovo unico e grande gruppo bancario. Da lunedì 12 aprile, Ubi-Banca e Intesa San Paolo, dopo la migrazione informatica di queste ore, si fonderanno. Grazie a questa importante operazione, Intesa accoglierà 2,4 milioni di clienti, 2,6 milioni di conti correnti, mille filiali e 15mila dipendenti. Un passaggio articolato che coinvolgerà anche i clienti di Ubi Top Private, i quali confluiranno in Intesa Sanpaolo Private Banking. Per tutti i conti correnti cambieranno i codici Iban e gli accrediti con le vecchie coordinate bancarie (compresi stipendi e pensioni) saranno in maniera automatica traferiti su nuove coordinate di Intesa San Paolo.

Allo stesso modo si procederà con gli addebiti domiciliari, come quelli riguardanti i pagamenti delle bollette dell’energia elettrica, di acqua e gas. Gli utenti, in ogni caso, dovranno comunicare il nuovo Iban sia a chi dispone pagamenti a loro favore sia agli enti che usufruiscono dei pagamenti domiciliari. Per le carte di debito e quelle prepagate, che continueranno a funzionare fino al 31 dicembre 2021, i clienti saranno contattati prima della scadenza, per l’emissione delle nuove carte. Anche la carta di credito Ubi banca varrà fino al 31 dicembre di quest’anno o fino al 30 giugno 2021 se la carta è utilizzata prevalentemente tramite firma dello scontrino. Sarà valida fino alla naturale scadenza, se precedente.

Per ciò che concerne i servizi online, accedendo al proprio Qui Ubi, gli utenti possono ricevere tutte le informazioni utili per attivare My Key, l'internet banking di Intesa Sanpaolo, e ottenere le nuove credenziali di accesso. Il nuovo internet banking sarà attivo a partire dal lunedì 12 aprile. Dallo stesso giorno, non sarà più a disposizione il servizio di multicanalità di Ubi (Qui UBI). La lista completa dei servizi e delle funzioni è stata comunicata ai clienti già a gennaio scorso.

Le aziende che hanno conti correnti aperti con Ubi Banca potranno attivare le loro nuove utenze dagli attuali portali Ubi e beneficiare dei canali online MyKey Business e Inbiz e delle relative funzionalità e offerte che collocano il Remote Banking di Intesa Sanpaolo ai vertici di mercato. Gli enti, invece, potranno utilizzare la nuova piattaforma Inbiz Enti a partire sempre dal 12 aprile. La vecchia piattaforma Qui Ubi Enti resterà disponibile in modalità informativa fino al 30 aprile. Il personale delle filiali Intesa San Paolo è a disposizione dei clienti per fornire consulenza sulle scelte delle diverse forme di investimento, con il supporto di una pagina apposita creata sui siti di Intesa. Per ulteriori informazioni, è a disposizione il numero verde 800.500.200.

Commenti