Venditalia 2022, rivoluzione tech per la distribuzione automatica

In fieramilano city dall’11 al 14 maggio tutte le novità del mondo delle vending machine di alimenti e bevande. Innovazione e sostenibilità di un comparto in cui l’Italia è leader in Europa un giro d’affari che supera 1,5 miliardi di euro

Venditalia 2022, rivoluzione tech per la distribuzione automatica

Il mondo del vending, ovvero la distribuzione automatica di alimenti e bevande torna il scena in fieramilanocity dall’11 al 14 maggio 2022 con Venditalia, la più importante manifestazione internazionale di un comparto in cui l’Italia è leader a livello europeo con oltre 800mila vending machine installate e un giro d’affari che supera 1,5 miliardi di euro tra mercato automatico e office coffee service.

La manifestazione, organizzata da Venditalia Servizi srl e promossa da Confida, Associazione italiana distribuzione automatica, ha filo conduttore innovazione, sostenibilità, creatività con prodotti e servizi all’avanguardia spinti da industria 4.0 e IoT perché l'innovazione digitale è sempre più presente in un settore, sempre più smart, con nuove opportunità per le imprese, maggiore risparmio di gestione e crescente coinvolgimento del cliente finale. La tecnologia cambia ogni fase della filiera del vending: permette la configurazione del software per costruire già virtualmente la macchina più adatta alle esigenze del l’utente finale, rende possibile la manutenzione agile per consentire l’intervento da remoto in ogni momento, realizza una interazione sempre più user-friendly per rendere l’esperienza di fruizione sempre più personalizzata.

Tra le tecnologie più diffuse presentate a Venditalia ci sono ad esempio i dispositivi di telemetria per distributori che consentono la gestione da remoto delle macchine con sim card integrate e piattaforme cloud. E ancora touchless e cashless per rendere più agevole la fruizione dei servizi di pagamento e più igienica la gestione della macchina attraverso App per smartphone. Le vecchie “macchinette del caffè” si trasformano in sistemi evoluti e informatizzati in grado di gestire e automatizzare tutti i processi relativi alla gestione dei distributori (Crm, fatturazione, magazzini, giri Ard, provvigioni, archiviazione documentale, App cliente finale, e-commerce) con semplicità e costi contenuti.

Con la digitalizzazione arriva il negozio phygital: grazie a un portale e-commerce, l’utente ha la possibilità di vedere tutti gli articoli disponibili di suo interesse che si trovano già all’interno di uno dei negozi automatici più vicini a lui; una volta effettuato l’acquisto online, riceverà un QR Code, con il quale potrà accedere al negozio automatico scelto e ritirare i propri oggetti. Una nuova piattaforma online consente invece ai clienti di ordinare direttamente dal portale web, con un accesso dedicato e sconti, promozioni e condizioni esclusive dedicate.

Transizione digitale che accompagna la transizione ecologica a partiree dai materiali. Molte aziende infatti propongono palettine e bicchieri compostabili in poche decine di giorni perché realizzati in carta, legno e bambù. Ma anche la plastica diventa sostenibile: col progetto RiVending la plastica di bicchierini, bottigliette e palette viene raccolta riciclata e reimmessa nella produzione di altri prodotti: ’economia circolare perfetta. Non mancano le cialde per caffè realizzate in polimeri che possono degradarsi completamente nell’ambiente e che sono certificate da enti e realtà di spicco del mondo “green”.

Tecnologia e sostenibilità si integrano: molte sono infatti le soluzioni che puntano a condotte più sostenibili, come realtà che promuovono l’acqua microfiltrata a km zero che offre vantaggio in termini di CO2 e plastica e incoraggiano al riciclo corretto di materiali come plastica e alluminio, grazie a un sistema che trita e compatta i materiali monouso, rendendo facile il loro recupero e successivo riutilizzo. Peraltro ai compattatori e trituratori può essere anche collegato un sistema che consente di accumulare punti sulla propria chiavetta per ogni bicchierino o bottiglietta riciclata.

In fiera saranno presentate anche soluzioni per il trasporto refrigerato alternative ai tradizionali furgoni frigo: portano a un risparmio di emissioni di Co2 del 33-34% per il prodotto fresco e del 37-38% per il surgelato. Novità anche il ciclo di vita del prodotto e l’economia circolare con realtà specializzate nel riciclaggio delle macchine o delle batterie: in alcuni casi e riuscendo in a riciclare dal 75 al 95% dei materiali presenti sulle proprie macchine.

E il cliente finale troverà nelle vending machine sempre più prodotti pronti, anche gourmet, vere e proprie golosità tipiche trasformate in snack, barrette e cibi più energetici pensati per gli sportivi ma adatti a tutti coloro che tengono ad avere una vita sana, fino alla frutta secca per un’offerta sempre più versatile, specializzata e di qualità.

Tutte le informazioni su www.venditalia.com/

Commenti